Anteprima AMD Radeon Pro Duo: nata per la realtà virtuale

AMD ha finalmente svelato la sua attesissima dual-GPU Radeon Pro Duo, che ospita due chip grafici Fiji sullo stesso PCB, generando una potenza molto elevata e in grado di gestire la realtà virtuale a tutto tondo.

anteprima AMD Radeon Pro Duo: nata per la realtà virtuale
Articolo a cura di
Daniele Vergara Daniele Vergara viene alla vita con un chip Intel 486 impiantato nel cervello, a mo' di coprocessore. E' più che entusiasta di tutto ciò che riguarda la tecnologia intera e i videogames, con un occhio di riguardo verso l'hardware PC e l'overclocking. D'inverno ama snowboardare, macinando km e km di piste, mentre d'estate si dedica alla MTB. Lo trovate su Facebook, Twitter e Google+.

All'evento Capsaicin, tenutosi poche ore fa alla Game Developer Conference 2016, AMD ha finalmente tolto i veli all'attesissima dual-GPU della famiglia Radeon. La Pro Duo è una scheda con due chip grafici sullo stesso PCB, pronta - in tutti i sensi - per la realtà virtuale. La GPU può infatti essere impiegata sia per fruire egregiamente di contenuti VR e sia per crearne di nuovi. Radeon Pro Duo è la compagna perfetta dell'SDK Liquid VR, che consente a sviluppatori e professionisti di produrre software VR per qualsiasi tipologia di applicazione, dai videogiochi al cinema, passando per l'ambito medico. Per la prima volta, Advanced Micro Devices ha concesso alla scheda il bollino "AMD VR Ready Creator": si tratta di un marchio di cui saranno dotati solo i prodotti capaci di garantire la potenza computazionale necessaria per pilotare i più avanzati motori grafici e i più complessi software VR. Crytek ha fatto il suo esordio nella realtà virtuale e sarà una delle prime aziende a sfruttare l'hardware di AMD e Liquid VR per sviluppare nuove esperienze basate sul CryEngine, noto motore grafico di sua proprietà. "L'arrivo e la diffusione di piattaforme sempre più potenti stanno portando rapidamente alla nascita di esperienze immersive senza paragoni. Questo è evidente in particolare nell'ambito della realtà virtuale, un settore in cui la potenza di calcolo è molto importante. La nostra nuova piattaforma Radeon Pro Duo con l'SDK LiquidVR è la più veloce al mondo, sia per chi crea contenuti sia per quanti li consumano, e consente un'esperienza grafica e di realtà virtuale incredibile", ha dichiarato Raja Koduri, Senior Vice President e Chief Architect del Radeon Technologies Group di AMD.

R9 Fury X moltiplicata per due

AMD Radeon Pro Duo è costituita essenzialmente da due GPU R9 Fury X sullo stesso PCB. La società di Sunnyvale ha rilasciato alcune foto che mostrano ben tre connettori PCI-E ausiliari ad 8-pin, per un consumo massimale di 525 Watt - tenuto conto anche della potenza erogata dallo slot PCIe x16. Il prototipo mostrato l'anno scorso utilizzava solo due PCI-E; tipicamente le frequenze non sono elevate nei prodotti dual-GPU, e probabilmente AMD ha deciso di fornire alla scheda un wattaggio più coraggioso proprio per spingersi più in alto con il clock. Gli utenti e la stampa si aspettavano che la Pro Duo fosse composta da due GPU R9 Nano ma non è stato così, considerati proprio i tre connettori PCI-E saldati sulla board. Una Fury X consuma sotto carico circa 275 W, quindi i 525 W della dual-GPU sembrano mostrare un ragionevole consumo dato proprio dalla somma di due Fury X. Evidentemente, il prototipo mostrato nella scorsa estate da AMD è stato profondamente modificato.
La scheda è raffreddata a liquido e possiede un sistema a circuito chiuso con un singolo radiatore da 120 millimetri. Il waterblock, le tubazioni e tutti gli altri componenti della dissipazione sono offerti da Cooler Master. Ricordiamo che l'azienda andò incontro a problemi legali, in quanto il vecchio AIO violava alcuni brevetti di Asetek, ma AMD e Cooler Master hanno lavorato per risolvere il problema. Il sistema a liquido è posto anche al di sopra dei regolatori di tensione e delle memorie, ed è sormontato da una cover del tutto identica a quella impiegata dalla Fury X. La Radeon Pro Duo possiede 4 GB di memoria HBM e 4.096 Stream Processor per lato, per un totale di 8 GB di VRAM e 8192 Stream Processor. Le velocità di clock non sono attualmente note, mentre pieno supporto è dato alle API DirectX 12 e Vulkan.

AMD Radeon Pro Duo A causa della mancanza di informazioni ufficiali, il quadro non è ancora completo. Possiamo però già affermare che la Radeon Pro Duo si candida, con i suoi 16 TFLOPs annunciati, ad essere la scheda più veloce sul pianeta. AMD ha diramato i primi benchmark della sua soluzione, che è stata utilizzata con un processore Intel Core i7-5960X, 16 GB di memoria RAM e Windows 10. Su 3D Mark Fire Strike a risoluzione 4K, Radeon Pro Duo ha ottenuto un punteggio di 6.211 punti, seguita dai 5.121 della sorella R9 295 X2. La GeForce Titan Z ha conseguito “solo” 4.099 punti. Probabilmente tale divario resterà per poco, in quanto NVIDIA si prepara a lanciare nuove schede grafiche fra pochi mesi. Il prezzo per la nuova scheda dell’azienda è per pochi, attestandosi su 1.499 dollari. Il costo non è sorprendente, in quanto è simile a quello stabilito poco prima del lancio della Radeon R9 295 X2. La cifra da sborsare non è poi così elevata se la paragoniamo a quella della NVIDIA GeForce Titan-Z, in quanto quest’ultima costava ben 3.000 dollari nei primi giorni di vita. Ad ogni modo, resta comunque una soluzione prettamente per utenti di fascia enthusiast e per i professionisti della grafica, che troveranno tutta la potenza di cui hanno bisogno.