Anteprima Asus Padfone 2

Asus ci presenta il nuovo ibrido, pratico come uno smartphone, versatile e potente come un tablet.

anteprima Asus Padfone 2
Articolo a cura di
Alessandro Sordelli inizia la sua avventura videoludica ereditando un leggendario Commodore 64 a cassette magnetiche, computer che gli apre le porte ai giochi di ruolo e tutto ciò che è fantascienza. Pur nutrendo da sempre un particolare amore per la piattaforma PC, non disdegna il panorama console. E' in giro su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Quando Asus realizza un nuovo prodotto, c'è sempre da rimanere stupiti, sia che si tratti di una nuova mainboard, come la nuova linea Maximus di Republic Of Gamers e le nuove schede dotate di chipset Z79, oppure i tablet, come il recente Nexus 7 brandizzato Google, che unisce qualità, potenza e flessibilità, in un device che è anche economico e alla portata di tutti. Siamo stati a Milano in occasione della presentazione ufficiale di Padfone 2, il nuovo device di Asus pensato per chi necessita di telefono e tablet, in un'unica e comoda soluzione. La presentazione tenuta da Asus era internazionale, con stampa e giornalisti provenienti da ogni angolo d'Europa, accorsi per osservare da vicino e toccare con mano il nuovo prodotto della nota public company. Lo show è stato trasmesso in diretta streaming, per mostrare al mondo intero l'incredibile nuovo prodotto di casa taiwanese.

ELEGANZA E PRATICITÀ

Il primo Padfone di Asus rilasciato l'anno scorso è stato un esperimento, un assaggio di quel che l'azienda di Taipei è in grado di sviluppare, grazie ad una costante ricerca d'innovazione e un forte desiderio di offrire qualcosa di nuovo ad un pubblico sempre affamato di novità. Purtroppo Padfone non fu il successo sperato da Asus, complice un tablet che non ispirava particolare fiducia, forse a causa di quello sportello che chiudeva l'alloggiamento del telefono. Ma Asus impara dai propri errori e questa volta decide di costruire un prodotto dall'aspetto più solido e robusto per un utilizzo adatto a tutti i giorni.
Il telefono è il cuore di Padfone 2. Grazie ad un processore Snapdragon S4 APQ8064 quadcore a 1,5 Ghz, ben 2 GB di memoria RAM e fino a 64 GB di memoria integrata, naturalmente espandibile grazie all'immancabile slot per schede microSD, il device muove immagini fluide e ricche di dettagli, sia sullo schermo da 4,7 pollici 720p di Sharp del telefono, che su quello 10,1" del tablet. Sotto lo schermo dello smartphone troviamo i classici tre pulsanti a sfioramento, back, home e il task manager per tenere sotto controllo le appllicazioni in uso. Una delle cose che ci hanno impressionato maggiormente sono i materiali utilizzati da Asus per la costruzione del nuovo device, solidi, robusti, di grande qualità, per un senso di robustezza che pochi altri terminali possono vantare. Il retro del telefono presenta dei cerchi concentrici incisi sulla scocca, per una piacevole sensazione sui polpastrelli e un miglior grip quando tenuto tra le mani. I designer di Asus si sono ispirati a ai giardini zen e all'antica filosofia orientale, per calare l'utente in una situazione di perfetto relax e confort, unito naturalmente all'ergonomia che caratterizza questo tipo di prodotti. Non è la prima volta che vediamo questa idea applicata al design dei prodotti Asus, visto che anche la serie Transformer Pad presenta il medesimo design a cerchi concentrici.
La qualità dei materiali si riflette anche in un aggancio telefono-tablet che non fa una grinza: lo smartphone entra perfettamente nel suo alloggiamento, senza creare gioco e rimanendo sicuro e saldamente ancorato al pad. Il telefono ha una forma senza dubbio molto particolare, con un profilo "a goccia", spesso nella parte alta e più sottile in quella inferiore; per essere precisi, il telefono ha uno spessore che va dai nove ai tre millimetri. La cosa finisce col restituire una strana sensazione nella mano dell'utilizzatore, che nonostante gli ottimi materiali e una costruzione impeccabile, avverte di impugnare qualcosa di poco bilanciato, che sembra voler sfuggire dalle mani. Immaginiamo che la sensazione tenda a sparire con l'abitudine, ma è inevitabile non avvertirla alla prima prova. Lo schermo è realizzato nel classico cristallo resistente a graffi e abrasioni, caratterizzato da diamond cut e bordi smussati. Il profilo è circondato da una sottile striscia metallica che non può che ammiccare ai tanti modelli smartphone usciti sul mercato negli ultimi anni. Il fratello più grande da dieci pollici ha invece uno schermo frameless realizzato nel medesimo vetro ultra resistente.
La presentazione ruotava attorno ai vari utilizzi che possiamo fare oggi di smartphone e tablet, dal multimedia al gaming, passando per l'uso quotidiano con social network e mail, giungendo infine ad quella fetta d'utenza che lo utilizza per lavoro quando è fuori casa. Asus ha dato molta importanza a chi usa il tablet per necessità, mettendo a disposizione di tutti gli acquirenti di Padfone 2 un servizio cloud con 50 GB di spazio e altri interessanti servizi, tutti inclusi nel prezzo del tablet per i primi 2 anni dall'acquisto. Tra questi servizi aggiunti, la possibilità di creare ed editare documenti office direttamente online e con una semplicità mai vista prima.

L'incredibile hardware ci permette di visionare filmati in HD con incredibile qualità e un audio che non invidia nulla ad un laptop di fascia media. La fotocamera da 13 megapixel permette di fare 6 scatti al secondo per un massimo di 100 foto consecutive. I video vengono girati a 1080p con una velocità di 30 frame al secondo, mentre se ci facciamo bastare una risoluzione di 720p, allora potremo godere di ben 60 fps. Il presentatore d'eccezione ci promette una fotocamera che non invidia nulla ad una compatta, con immagini nitide e prive dei soliti difetti, anche se solo delle prove accurate e approfondite potranno confermare la buona qualità del sensore e dell'ottica montate.
L'audio suona molto bene, pulito, potente grazie alla tecnologia SonicMaster implementata da Asus per l'occasione. Abbiamo potuto sentire con le nostre orecchie nella sala demo la qualità di queste casse stereo, ma è stata eseguita una prova anche sul palco della presentazione, con un microfono che ha amplificato nella sala un sonoro davvero ricco di tonalità e di corpo.
La potente batteria da 2150mAh garantisce un'incredibile durata, che aumenta ulteriormente quando colleghiamo al tab, provvisto di una batteria di supporto per evitare di rimanere a spiedi quando si è fuori casa.

Asus Padfone 2 Sulla carta il nuovo terminale di Asus è eccezionale, ma come sempre in questi casi, solo un test approfondito potrà svelare le vere potenzialità di questo innovativo prodotto. Il lancio europeo è ormai prossimo, confidiamo quindi nella possibilità di poter presto mettere le mani su questo prezioso oggetto; un concentrato di tecnologia e potenza. Il prezzo di lancio per Padfone 2 è di 799,00 € per la versione 32 GB e di 899,00 € per la versione a 64 GB, una cifra senza dubbi onesta per un prodotto che offre due device in uno. Il nuovo gioiellino di Asus sarà rilasciato sul mercato in due colorazioni, bianco e nero, con Android 4.0 Ice Cream Sandwich. In sede di presentazione è stato promesso un aggiornamento alla versione 4.1 Jelly Bean.