Anteprima Asus ROG GR8S Steam Machine

In uscita a novembre, l’ASUS ROG GR8S eredita molte features dal precedente GR8. Tecnologie proprietarie e firma ROG però ne fanno una Steam Machine di lusso, adatta ai giocatori più esigenti.

anteprima Asus ROG GR8S Steam Machine
Articolo a cura di
Daniele Vergara Daniele Vergara viene alla vita con un chip Intel 486 impiantato nel cervello, a mo' di coprocessore. E' più che entusiasta di tutto ciò che riguarda la tecnologia intera e i videogames, con un occhio di riguardo verso l'hardware PC e l'overclocking. D'inverno ama snowboardare, macinando km e km di piste. Lo trovate su Facebook, Twitter e Google+.

L'anno scorso, di questi tempi, ASUS presentava sotto il marchio Republic Of Gamers il suo computer compatto GR8. L'esemplare dell'azienda, all'uscita, era effettivamente uno dei primi, veri esempi di PC da soggiorno, che univa discreta potenza alla portabilità atipica di un computer desktop. Non si può dire però che abbia avuto un'ampia diffusione, complice l'elevatissimo prezzo ed alcune scelte di design non proprio coscienziose. Ecco perché ASUS ha rivalutato il suo prodotto, tentando di vederlo da un altro punto di vista e trasformandolo quindi in una Steam Machine. E' così che nasce l'ASUS ROG GR8S. Sì, perché il GR8S condivide di fatto quasi ogni cosa con il suo vecchio fratello. Dal cabinet al sistema di ventilazione, passando alle porte disponibili e concludendo con le tecnologie proprietarie. Giustamente, l'azienda taiwanese non poteva riproporre lo stesso inflessibile prezzo praticato per il GR8. Quindi, si è adeguata al concetto di Steam Machine proponendo la sua creatura in diversi tagli per l'hardware, partendo da 699 € a salire.

Questione di prospettiva

Condividendo il disegno di base con la macchina che l'ha preceduto, il GR8S è caratterizzato dalle linee nere e rosse classiche del brand ROG. Il case potrebbe sembrare troppo aggressivo per un salotto, ma effettivamente è molto elegante e ben si sposa con i soggiorni in stile moderno. Le dimensioni del dispositivo sono compatte, ed in particolare esso è alto 23,8 cm, lungo 24.5 cm e largo solo 6 cm. Il logo Republic Of Gamers si staglia fiero ai lati del sistema ed il pannello stesso si sfila per sostituire o semplicemente dare una pulita ai componenti interni. In alto e in basso troviamo due griglie di areazione per il raffreddamento. Nonostante lo spazio scarseggi, ASUSTeK è riuscita ad inserire una ventola radiale che aspira aria dalla parte inferiore e la convoglia verso quella superiore, ma la soluzione adottata è discutibile. La stessa scelta fu fatta per il suo predecessore, ma limita le possibilità di cooling per gli utenti che desiderano tenere la console in verticale, poiché la parte inferiore risulta strozzata. Complice è, con tutta probabilità, il design: l'azienda forse non è riuscita a congegnare le griglie lateralmente. In teoria, questa difficoltà dovrebbe sciogliersi ponendo la macchina su uno stand, ma l'utente medio non ci pensa neppure.
Se il design si rivelerà essere lo stesso del GR8, sul fronte rumorosità la ventola dovrebbe dimostrarsi udibile ma non fastidiosa. Sarebbe un ottimo trade-off, visto che la console non è raffreddata passivamente.
Sul davanti dello chassis scorgiamo due linee in rosso con pattern ispirati ai Maia, che corrono lungo il fianco del frontale. Due ingressi USB 2.0 e altrettanti input per cuffie e microfono fanno parte dell'area anteriore della Steam Machine. Ancora, c'è un ricevitore Miracast per il mirroring dei contenuti senza l'utilizzo di scomodi cavi, oltre al pulsante di accensione.
È posteriormente, invece, che si concentrano come da tradizione la maggior parte delle possibilità di connessione. Qui, partendo dall'alto verso il basso troviamo i tre jack audio da 3,5 mm, un'uscita ottica, un ingresso HDMI 2.0 e un altro ingresso DisplayPort 1.2 per l'agevole riproduzione di contenuti multimediali 4K. Continuando, adocchiamo una classica porta Gigabit Ethernet di Intel, ben quattro USB 3.0 e l'alimentazione. Sul retro c'è anche l'interessante supporto al Kensington Lock, un sistema che permette al proprietario di legare il dispositivo ad una superficie (ad esempio una scrivania) ed evitare così il furto dello stesso durante un LAN party. E' la prima volta, fino ad adesso, che vediamo questo comodo e funzionale supporto installato su una Steam Machine.

Un concentrato di tecnologia

Molteplici sono le tecnologie proprietarie di ASUS di cui gode la console, e senza dubbio sono simbolo di cura e ingegno da parte del produttore. Il GR8S è armato da una fine sezione audio SupremeFX HD 5.1 - la stessa che troviamo in genere sulle schede madri ROG Maximus della società. L'audio si porta dietro una schermatura EMI che isola i componenti premium, al fine di abbattere le interferenze elettromagnetiche. Condensatori di qualità giapponese non mancano nella sezione, i quali sono anche riconosciuti per offrire superiore resa e direzionalità in gaming, soprattutto accoppiati all'utilizzo di cuffie collegate all'amplificatore incorporato nel prodotto.
La porta Intel Gigabit Ethernet è stata ottimizzata per dare priorità ai pacchetti destinati al videogioco corrente, minimizzando di conseguenza il ritardo e alzando il livello di sincronizzazione con la scena e con gli altri giocatori.
USB Charger Plus è invece una tecnologia, legata alle porte USB, tramite cui ASUS ha implementato una modalità di ricarica più veloce della norma. Ciò funziona anche a dispositivo completamente spento, per permettere agli utenti di riempire velocemente le batterie dei propri smartphone o tablet, e senza il bisogno di accendere la console.
Sotto la scocca non sappiamo ancora bene cosa ci sarà. ASUSTeK ha parlato di un generico processore Intel Core i5/i7, di una scheda grafica NVIDIA con architettura Maxwell (appartenente quindi alla serie GTX 9xx). La memoria RAM disponibile è di tipo DDR3, e la capacità andrà da 4 a 16 GB, a seconda del prezzo che l'utente è disposto a corrispondere. I supporti di memorizzazione saranno per tutte le tasche: si comincia da un hard disk da 500 GB o da 1 TB, ottenendo il meglio in prestazioni con un SSD da 128 a 512 GB per i più esigenti.

Asus ROG GR8 Benché si conosca per filo e per segno come sarà costruito il GR8S esternamente, ASUS è rimasta molto vaga sull’hardware e sul prezzo delle svariate configurazioni. Sappiamo, come abbiamo detto, che si partirà da circa 699 € e che il prodotto sarà disponibile da novembre 2015, in linea con tutte le altre Steam Machines. Il brand Republic Of Gamers è un potenziale fattore di traino e fornisce anche le classiche, apprezzate linee e colori del marchio. Utile è l’inserto di una ventola radiale, per capacità di raffreddamento superiori, anche se con il case in posizione verticale il flusso d'aria potrebbe essere inferiore alla aspettative. Aspettiamo di saperne di più sui modelli e sui prezzi per trarre le dovute conclusioni.

Altri contenuti per Asus ROG GR8