Anteprima BlackPhone 2

Lo smartphone per mantenere al sicuro i propri segreti.

anteprima BlackPhone 2
Articolo a cura di
Valerio Frau Valerio Frau É in realtà un'applicazione per iOS e Android. Potete trovarlo su App Store, Play Store ma anche su Twitter e Google+

Al giorno d’oggi, le informazioni, anche quelle di natura più sensibile, si trovano per forza di cose ad essere scambiate prevalentemente per via telematica. Un sistema di diffusione per sua natura intercettabile, tanto che negli ultimi tempi abbiamo visto numerosi casi di divulgazione di segreti industriali e notizie segretate, rese pubbliche dopo essere state trafugate per via informatica. Proprio per questo la sicurezza elettronica e la privacy rappresentano temi centrali per dispositivi come gli smartphone, divenuti un pilastro portante dell’interazione giornaliera di un grandissimo numero di persone, sia in ambito personale che lavorativo. Giusto un anno fa, durante il MWC, veniva presentato BlackPhone, un device pensato per garantire la privacy totale dei suoi utilizzatori, tramite criptaggio dei dati e delle comunicazioni. Silent Circle, l’azienda dietro al progetto, ci riprova con un nuovo modello, il BlackPhone 2, un secondo esemplare con un’estetica maggiormente rifinita, un display più grande ed un sistema di protezione dei dati ulteriormente migliorato.

PrivatOS 1.1

Alla base del sistema di protezione applicato in BlackPhone 2 troviamo, proprio come per il predecessore, il sistema operativo Privat OS, arrivato alla versione 1.1. Si tratta di un O.S. basato su Android (che gode quindi di piena compatibilità con le sue app), che arriva con una corposa suite di software sviluppati appositamente da Silent Circle, dedicati alla protezione dei dati dell’utente. Nello specifico troviamo Silent Text, Silent message e Silent Contacts, tre applicazioni che utilizzando particolari canali di trasmissione messi a disposizione da Silent Circle stessa e che promettono di mantenere anonime telefonate, sms e contatti personali, tramite un sistema di criptaggio end-to-end. Facendo un esempio pratico, ogni qual volta ci troveremo ad effettuare una telefonata con BlackPhone 2, una volta selezionato il numero, ci verrà offerta la possibilità di procedere con una semplice chiamata o utilizzare un servizio VoIP crittografato. Un servizio che potrebbe interessare molte persone, preoccupate dalla presenza di orecchie indiscrete nelle proprie conversazioni. Il sistema funziona solo se entrambi gli smartphone utilizzano le app dedicate, che sono disponibili per tutti i dispositivi Android, anche se per utilizzarle bisogna pagare il canone previsto dal servizio.

Per quanto riguarda invece i dati conservati localmente sul dispositivo, Privat OS è in grado di gestire contemporaneamente diversi profili utente sullo stesso smartphone. Niente di nuovo verrebbe da dire (lo stesso Android 5.0 possiede tale caratteristica), se non fosse che i profili residenti su BlackPhone 2 saranno mutualmente impermeabili, infatti nessuna informazione di un'utenza sarà accessibile all'altra. Questo perché PrivatOS 1.1 riserva per ogni utente una particolare porzione di memoria, all’interno della quale virtualizza il sistema operativo. In questo modo i differenti account si trovano completamente isolati, in maniera analoga a quello che accade a profili fisicamente localizzati su diversi terminali. Grande attenzione anche in caso di smarrimento o furto: BlackPhone 2, sempre grazie si servizi offerti da Silent Circle, potrà essere completamente formattato da remoto.

Black Inside - Black Outside

L’anonimato rimane il filo conduttore anche per l’aspetto costruttivo di questo telefono. Sebbene i dettagli estetici e le misure definitive di questo terminale non siano ancora stati divulgati, quanto mostrato nelle immagini e dai render disponibili evidenzia un device dalla linee molto semplici, che vede il nero come cromia predominante, anche per quello che riguarda gli sfondi ed i menu di sistema. Una versione maggiormente rifinita del primo esemplare, nella sostanza. Buone le caratteristiche tecniche, troviamo infatti un processore Qualcomm Octa Core 64 bit (Snapdragon 810?), 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna, espandibile all’occorrenza con schede micro SD. Lo schermo ha una diagonale da 5.5 pollici e adotta una risoluzione Full HD (1920x1080 pixel). Presenti due fotocamere, una anteriore ed una posteriore, di cui però non si conoscono ancora i dettagli. L’alimentazione è fornita da una generosa batteria da 3060 mAh, che dovrebbe garantire fino a due giorni continuativi di tranquillità per la nostra privacy.

BlackPhone 2 BlackPhone 2, al contrario di quanto si potrebbe pensare inizialmente, è un dispositivo che potrebbe interessare un discreto numero di acquirenti. In particolari grossi calibri di aziende che si trovano a scambiare dati particolarmente sensibili per le stesse. Per utenti di questo genere, i canali di trasmissione protetti messi a disposizione da Silent Circle e la possibilità di celare concretamente i dati localmente sul dispositivo, rappresentano una risorsa impagabile. Il prezzo per usufruire di tali caratteristiche dovrebbe aggirarsi intorno ai 649 $, con l'arrivo sul mercato previsto per la seconda metà del 2015. Un costo giustificabile in parte dalla buona dotazione tecnica, e che in generale non dovrebbe risultare proibitivo per il tipo di clientela cui BlackPhone si rivolge.