Anteprima Dell UltraSharp U3415W

Il primo monitor 21:9 curvo firmato Dell presenta specifiche di tutto rispetto, a cominciare dalla risoluzione di 3440x1440 pixel per finire all'ottimo design.

anteprima Dell UltraSharp U3415W
Articolo a cura di

Il settore display, negli ultimi 10 anni, ha subito un’autentica rivoluzione. Le tecnologie LED LCD e FULL HD sono state grandi conquiste; standard che sembravano destinati a durare anni. I produttori invece, spinti anche dalla corsa alla miniaturizzazione necessaria al mondo degli smartphone , hanno facilmente abbattuto tali barriere. Oggi siamo ufficialmente nell’era post FULL HD, e nel pieno di quella xK. Non bastassero 2K e 4K, Apple ha da poco presentato un iMAC con risoluzione definita 5K (5120x2880); è chiaro quindi come la spinta verso un numero di pixel sempre più alto sia irrefrenabile. Oltre al banale utilizzatore dello schermo, coloro che possono beneficiare maggiormente di queste altissime risoluzioni sono i professionisti. Una definizione così elevata permette di lavorare su immagini/video in maniera più semplice e con un elevato numero di dettagli; lo stesso vale per i gamers, che con una maggiore risoluzione possono godere di un colpo d’occhio più pulito e un numero di elementi maggiori a schermo.
Dell ha presentato lo scorso mese di settembre l'U3415W, un monitor 34” ad alta risoluzione con una vocazione per la multimedialità e la produttività. In occasione del lancio sul mercato statunitense previsto per il mese di dicembre, facciamo una panoramica delle caratteristiche di questa interessante novità.

Caratteristiche tecniche

Parlando di questo Dell, ed in definitiva di qualsiasi schermo, non possiamo che partire dalle dimensioni. U3415W possiede un display LCD IPS con diagonale 34”, disposto con un rapporto d’aspetto di 21:9 ed una risoluzione di 3440x1440 pixel. L’Aspect Ratio 21:9 consente la visualizzazione del formato anamorfico cinematografico (2.35:1) senza la presenza delle bande nere tipiche del 16:9. Chiaro quindi quale sia il tipo di utenza cui sia destinato questo prodotto. Al contrario di quanto si possa pensare in un primo momento tuttavia, un formato così “schiacciato” porta vantaggi anche in senso più generale. Il campo visivo dell’occhio umano infatti è sbilanciato in senso orizzontale; in linea teorica questo super widescreen dovrebbe consentire un’area di visione maggiore del classico widescreen 16:9. Parlando della definizione, l’inedito 3440x1440 nativo di questo schermo è stato qualificato al momento del lancio dalla casa costruttrice come 2,5K (i nuovi standard oggi spuntano come funghi); la densità di pixel è di circa 110 ppi, un valore ragguardevole per questo tipo di pannello. Nonostante il numero di pixel totali sia di molto inferiore al 4K, la definizione di questo display appare più che sufficiente sia a svolgere operazioni negli ambiti per cui è stato progettato, sia a restituire un colpo d’occhio all’altezza della situazione (e del prezzo). Snocciolando dati tecnici più specifici, il monitor ha una frequenza di 60 Hz ed un tempo di risposta di 8ms (GTG), ed è in grado di mostrare 1.074 miliardi di colori con un angolo di visuale orizzontale/verticale teorico di 178°/172°. Presente anche una tecnologia proprietaria che permette la riduzione della luce blu, strategica per diminuire l’affaticamento della vista quando si visualizzano contenuti poco dinamici.
Il nuovo Dell supporta inoltre un discreto numero di connessioni, tra cui troviamo due porte HDMI 2.0, una DisplayPort, una Mini DisplayPort ed un’interfaccia MHL. Il display presenta anche due speaker integrati da 9W, che sebbene non potentissimi, possono rivelarsi comunque comodi in mancanza di casse esterne.

Design

Nella costruzione di questo modello, la OEM americano ha seguito quella che è l’attuale tendenza del settore. Il Dell U3415W infatti è un display curvo. Dal punto di vista teorico, il fine della curvatura del display è porre tutte le linee di pixel dello schermo alla stessa distanza dall’occhio, in modo da dare una rappresentazione più corretta delle distanze su un piano bidimensionale. Nella pratica, lo schermo curvo garantisce un'immersività straordinaria, particolarmente adatta alla visualizzazione di videogame e filmati in genere. La scelta fatta da Dell quindi, seppur insolita per il tipo di prodotto in esame, appare innovativa e funzionale.

Per quanto riguarda il piano più strettamente estetico, il display presenta un bordo particolarmente esiguo, pensato per facilitare un eventuale collocazione in setup a due o più schermi. Per il resto la struttura appare essenziale, e viene interamente sorretta da uno stand che, oltre a consentire di inclinare e ruotare leggermente lo schermo, permette di modificarne la posizione verticale in un range di ben 115 mm. Un accessorio ben congegnato che facilita la collocazione in qualsiasi ambiente e condizione di luce.

Dell U3415W Con il suo design curvo e l’eccellente risoluzione, il prodotto Dell è un discreto concentrato di tecnologia. Le sue caratteristiche lo rendono particolarmente adatto per la visualizzaizone di filmati e per un uso che comporti il montaggio audio/video, operazioni che più di altre possono beneficiare del peculiare rapporto d’aspetto in 21:9. U3415W potrebbe tuttavia essere anche utilizzato in un PC dedicato al gaming, a patto però di fare i conti con una frequenza di aggiornamento sotto le medie attuale per i monitor dedicati al gioco, mentre la stessa cosa la si può affermare per i tempi di risposta. In definitiva ci troviamo di fronte ad un display particolare, le cui soluzioni innovative si rispecchieranno in un prezzo di lancio facilmente superiore ai 500$. Qualcosa non adatto a tutte le tasche.