Anteprima HP EliteBook 1020 e 1020 SE

HP presenta due nuovi notebook dedicati all'utenza business.

Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

L’arrivo dell’architettura Intel CORE m sul mercato ha dato nuova linfa all’intero settore dei notebook e degli Ultrabook, che quest’anno si è decisamente rifatto il look. Grazie al basso impatto energetico delle nuove soluzioni Intel, i produttori sono riusciti a migliorare il design dei propri prodotti, realizzando dispositivi sottili e, particolare da non sottovalutare, silenziosi. HP ha appena presentato due nuovi prodotti, molto simili tra loro, che fanno appunto affidamento sulla nuova architettura Intel. Stiamo parlando degli HP EliteBook 1020 e 1020 SE, dei dispositivi di alta gamma realizzati espressamente per il segmento business, da sempre uno dei preferiti della storica azienda americana. Le due varianti sono molto simili e condividono la maggior parte delle caratteristiche, che mettono la produttività al primo posto, vista anche l’assenza di soluzioni video dedicate. Del resto, lo spessore ridotto e l’assenza di ventole non ha permesso di inserire schede video troppo spinte. Poco male, alla fine il target è palese, per cui non si tratta di una mancanza che si farà sentire troppo nei futuri acquirenti.

Design e caratteristiche costruttive

MacBook Air ha fatto da apripista a molti dei notebook Windows presentati negli ultimi mesi, inutile negarlo. Le sue linee eleganti e sottili si possono infatti ritrovare anche in questo HP EliteBook 1020, seppur con le dovute differenze. La scocca è stata realizzata con una lega di Magnesio-Litio, mentre la parte inferiore, quella a diretto contatto con le superfici, può contare sulla resistenza della fibra di carbonio. Scelte che puntano direttamente alla massima qualità, che hanno permesso a questi notebook di ottenere la certificazione di livello militare MIL-STD-810G, che da ottime garanzie nei confronti di urti, delle alte e basse temperature e in generale delle condizioni di utilizzo più diversificate, davvero niente male. I due modelli sono praticamente identici, ma nel caso del modello SE (Special Edition), è possibile contare su un peso inferiore, grazie all’utilizzo di materiali ancora più ricercati, e sulla presenza dello schermo QHD di serie.
A proposito del peso, grazie alla ricercatezza dei materiali, le certificazioni militari non hanno avuto molto impatto in questo ambito, visto che il modello base arriva a 1.2 Kg, mentre con la S.E. si scende a un solo Kg. Purtroppo non sono ancora state rilasciate tutte le specifiche sulle dimensioni di questi nuovi dispositivi, anche se abbiamo la certezza per quanto riguarda il loro spessore, che sarà di 15.7 mm.

Caratteristiche tecniche

Vista l’attenzione riposta nella realizzazione di questi EliteBook, le specifiche tecniche non possono essere da meno. Anche se HP non ha specificato quale modello di CPU è installata sui due notebook, la presenza della tecnologia Intel vPro, che protegge il portatile da rootkit e malware, lascia chiaramente intendere che la scelta è ricaduta sulla variante 5Y70, l’unico CORE m ad integrarla. Si tratta del modello più performante attualmente disponibile, realizzato con un processo produttivo a 14 nm e con una frequenza di funzionamento base di 1.10 Ghz, mantenuta bassa per ridurre il più possibile l’impatto energetico, che sale a 2.6 Ghz grazie alla tecnologia Intel Turbo Boost. Invariata rispetto alle soluzioni meno performanti rimane la GPU, una Intel HD 5300, anche se in questa variante le frequenze di funzionamento sono più alte. Il TDP di 4.5 W ha permesso di non installare alcuna ventola all’interno del portatile, particolare che rende l’insieme estremamente silenzioso. Passando allo schermo, si tratta di modello da 12.5”, disponibile sia in versione Full HD che QHD, cioè 2.560x1.440 pixel, quest’ultima molto elevata per un pannello tanto piccolo. Disponibile anche una variante touch screen, anche se questa caratteristica non sembra centrale in un notebook business.
Nulla si sa invece sulla quantità di memoria RAM e sul tipo di Hard Disk presenti a bordo, anche se l'utilizzo di un disco SSD appare ovvio, mentre è auspicabile l'inserimento di un’adeguata quantità di RAM.
A conferma della vocazione business di questi nuovi arrivati, HP ha annunciato che i nuovi EliteBook 1020 includono un modulo TPM (Trusted Platform Module) 1.2/2.0, un lettore di impronte digitali e il BIOS HP Sure Start, con funzioni di ripristino automatico in caso di malfunzionamenti software. Presente anche la misteriosa HP Premium Keyboard, che HP ha definito “un nuovo tipo di tastiera, che garantisce una risposta dei tasti ottimizzata e coerente, in base ai test e al feedback dell'utente”, ma di cui non si hanno molte notizie. Chiudiamo il round up delle specifiche confermando la presenza di una webcam con risoluzione 720p e degli altoparlanti con audio HD ed equalizzazione DTS Studio Sound.

HP EliteBook 1020 e 1020 SE I due nuovi portatili HP sono chiaramente indirizzati ad un utente business che necessita di un elevato livello di sicurezza, sia per quanto riguarda la parte software, sia per quanto riguarda la protezione fisica dei dati da urti e altri inconvenienti, grazie all’utilizzo di materiali di qualità, per di più certificati con classificazioni militari. I due prodotti sembrano davvero riusciti, anche se bisognerà capire i prezzi con cui verranno proposti, che non saranno certo a buon mercato. Il modello standard sarà disponibile a partire dal marzo 2015, mentre per la Special Edition si parla del mese successivo, per cui non ci vorrà molto prima di avere ulteriori informazioni su questi prodotti.

Altri contenuti per HP EliteBook 1020 e 1020 SE