Anteprima HTC Desire 620

HTC presenta un Asia un nuovo smartphone di fascia bassa.

anteprima HTC Desire 620
Articolo a cura di

Il 2014 non è stato un anno positivo per HTC. Nonostante gli ottimi riscontri ottenuti dall'M8, che per molti è a tutti gli effetti nella rosa dei migliori smartphone rilasciati nel corso dell'anno, la società taiwanese ancora non si è risollevata dalla difficile situazione economica che l'ha attanagliata negli ultimi anni, causata principalmente da scelte di marketing e di mercato discutibili. La collaborazione con Google, grazie alla quale ha costruito il Nexus 9, però, sembra aver ridato ad HTC la voglia di provare a dire la sua nel mercato dei tablet, ma è indubbio il fatto che il rilancio dei taiwanesi deve per forza di cosa passare attraverso il mercato degli smartphone, e tutto ciò lo si può fare attuando una strategia simile a quella di Samsung, che si è presa con la forza il predominio del mercato passando anche per i modelli a basso costo, anche se forse ne ha fatti uscire troppi, visti i recenti tagli al loro numero.
HTC, non sappiamo se troppo tardi o no, questo lo ha capito ed infatti negli ultimi mesi sono stati molti gli smartphone di fascia medio-bassa presentati, che si vanno ad affiancare all'M8. A questi si è ora aggiunto il Desire 620, uno smartphone che sembra avere un ottimo rapporto qualità prezzo.

HTC Desire 620

Il Desire 620 è uno smartphone interessante, che va ad espandere ulteriormente la gamma Desire, composta principalmente da smartphone di fascia medio-bassa. Dal punto di vista del design, non registriamo grossi stravolgimenti rispetto agli altri Desire presentati nel corso dell'anno: le linee di riferimento sono sempre quelle dell'M8, ovviamente con materiali ben diversi. L'alluminio fa infatti spazio al policarbonato spazzolato, che consente di limitare i costi. Nella parte frontale troviamo uno schermo da 5 pollici con risoluzione di 1280x720 pixel, quanto basta per garantire una resa visiva discreta, con una densità di 294 ppi. Altro elemento sacrificato per contenere il prezzo finale sono gli altoparlanti BoomSound, sostituiti da classici speaker stereo, posizionati al di sopra e al di sotto dello schermo. Le dimensioni sono comunque abbastanza contenute: 160 grammi spalmati su 150.1 x 72.7 x 9.6 mm.

Sotto la scocca invece troviamo un processore Snapdragon 410 quad-core a 64-bit da 1,2 Ghz composto da quattro core Cortex-A53, accompagnato ovviamente dalla GPU Adreno 306. Non si tratta certamente di un processore spinto ma le sue prestazioni sono comunque adeguate a un dispositivo di questo tipo. La variante asiatica, battezzata Desire 620G, include invece un processore MediaTek MT6592 octa-core 32 bit da 1,7 Ghz, che non supporta l'LTE.
Entrambe le versioni, comunque, sono dotate di supporto dual-sim, una caratteristica che pian piano sta prendendo piede anche nei mercati esteri rispetto a quello casalingo. Il comparto hardware è completato da 1 gigabyte di RAM ed 8 gigabyte di memoria interna, espandibili tramite microSD fino ad un massimo di 128 gigabyte. La batteria è invece da 2100 mAh.

Fotocamera & Software

A giudicare dagli ultimi rumor, HTC starebbe pensando di abbandonare, con l'M9, la tecnologia UltraPixel introdotta nell'M7 e ripresa anche nell'M8, in quanto nonostante la presenza di ben due lenti posteriori, queste non riescono a scattare fotografie di qualità superiore o per lo meno simile ai diretti concorrenti.
Il Desire 620 ha una lente posteriore da 8 megapixel, dotata di autofocus, flash LED e stabilizzatore ottico, in grado di girare filmati a 1080p e 30 frame al secondo. La lente frontale è da 5 megapixel, andando a completare un comparto fotografico niente male per un device di questa fascia di prezzo . Ovviamente a disposizione degli utenti ci sarà tutta l'Eye Experience, che permetterà loro di utilizzare le varie funzioni dedicate ai selfie già viste sul Desire Eye. Riguardo il sistema operativo, stiamo ovviamente parlando di un dispositivo con Android 4.4.4 KitKat al suo interno, con interfaccia grafica Sense 6.

HTC Desire 620 Il Desire 620 è disponibile dallo scorso 1 Dicembre a Taiwan, mentre ancora non sono state diffuse informazioni in merito ad un'eventuale (e possibile secondo molti) lancio internazionale. Siamo a conoscenza del fatto che il modello con processore Snapdragon costerà circa 225 Dollari, mentre quello con CPU MediaTek sarà più economico ed il prezzo di listino è fissato a 160 Dollari. Nei negozi saranno disponibili quattro diverse varianti di colore blu, nero, grigio e bianco. Nonostante il processore Snapdragon 410 (che alla fine è quello che arriverà in Europa e quindi in Italia) rappresenti un limite per quanto riguarda le prestazioni, il cellulare ci convince. Il design, praticamente identico agli altri cellulari di fascia medio-bassa, che a loro volta lo hanno preso dal fratello maggiore, è in pieno stile HTC, anche se le cornici intorno al display sono sempre abbondanti. Nulla ad dire invece sulle specifiche tecniche, davvero molto interessanti se messe a confronto con un prezzo che comunque non è eccessivamente elevato in correlazione alle caratteristiche.