IFA 2014

Anteprima HTC Desire 820

Il secondo smartphone di HTC a 64 bit è un mid range dalle caratteristiche interessanti.

anteprima HTC Desire 820
Articolo a cura di

È ormai risaputo che i paesi d'oriente rappresentano una fetta di mercato sempre più redditizia per le società che si occupano di tecnologia, e le case produttrici cercano sempre più di andare incontro alle esigenze di questi consumatori.
È proprio questo il caso di HTC Desire 820, lo smartphone di fascia media presentato dall'azienda taiwanese all'IFA di Berlino di quest'anno. La società ha prodotto questo dispositivo con l'intento di rimpiazzare il Desire 816 che è stato davvero molto popolare, soprattutto a oriente. Questo smartphone presenta diversi miglioramenti rispetto al predecessore, inoltre possiede un comparto fotografico di tutto rispetto (ricordiamo che si tratta di un prodotto di fascia media) che catturerà sicuramente l'attenzione del pubblico del Sol Levante.
Il dispositivo è già in vendita in Cina e a breve arriverà anche in altri paesi asiatici. Il prezzo non è ancora stato dichiarato ufficialmente ma dovrebbe essere molto simile a quello con cui venne lanciato il suo predecessore, attestandosi intorno ai 350 dollari. Per quanto riguarda il nostro Paese, HTC Desire 820 sarà disponibile a partire da gennaio 2015.

Caratteristiche tecniche

HTC Desire 820 è stato dotato di un display che ha la stessa tecnologia di Desire 816, infatti abbiamo uno schermo Super LCD2 da 5.5 pollici con risoluzione 1280x720 (267ppi). Lo schermo sembra essere piuttosto buono da diversi punti di vista: ha degli angoli di visuale abbastanza ampi, la luminosità sembra piacevole e i colori sono ben bilanciati. L'unico aspetto un po' negativo sembra essere rappresentato dalla risoluzione: con 267 ppi, se si guarda da molto vicino il display, si possono notare i singoli pixel e ciò potrebbe risultare abbastanza fastidioso per i più esigenti, soprattutto se si parla di un display con diagonale da 5.5 pollici.
Se HTC Desire 816 possedeva uno Snapdragon 400, il suo successore invece è dotato di un processore octa-core a 64 bit Snapdragon 615 da 1.5 GHz; la presenza del supporto ai 64 bit rappresenta una buona scelta in ottica futura, mentre l'architettura big.LITTLE utilizzata permette di avere un buon risparmio energetico. Le altre caratteristiche comprendono un chip grafico Adreno 405, 2 GB di memoria RAM e 6 GB di storage interno, espandibili tramite lo slot MicroSD.
Il comparto fotografico è uno dei fiori all'occhiello di questo device, soprattutto per quanto riguarda la fotocamera frontale, che è dotata di un sensore da ben 8 megapixel, che permetterà autoscatti e video chiamate di alta qualità. La fotocamera posteriore possiede invece un “comunissimo” sensore da 13 megapixel con apertura f/2.2 (come in Desire 816).

HTC ha integrato inoltre alcune feature interessanti che riguardano il mondo della fotografia (e soprattutto dei popolarissimi selfie), infatti sarà possibile fare uso di un'opzione che permetterà di abbellire il proprio viso in tempo reale, applicando del trucco virtuale e perfezionando la grana della pelle, nascondendo alcuni difetti; ma non è finita qui, sarà possibile anche fondere due facce diverse per vedere cosa ne viene fuori.
Lo smartphone attualmente è basato su Android KitKat 4.4, ma, dal momento che è dotato di un chipset a 64 bit, sarà sicuramente aggiornato ad Android L, non appena Google lo rilascerà.
HTC ha deciso di affidare l'alimentazione del telefono ad una batteria da 2600 mAh, che grazie ad Android L e all'architettura del processore dovrebbe riuscire a garantire una buona autonomia.
Il device è provvisto di connettività LTE e, in alcuni paesi, sarà possibile scegliere tra una versione dual-SIM e una normale.
Le dimensioni del terminale sono di 157.7 x 78.74 mm, e lo spessore di 7.74 mm.

DESIGN

Il nuovo mid-range di HTC possiede il tipico design che contraddistingue i dispositivi della società di Taiwan, la scocca sarà in policarbonato con colori tali da creare un complesso davvero riuscito.
HTC Desire 820 sarà disponibile in diverse tonalità bicolor: Grigio Tuxedo, Bianco Santorini, Grigio Milky-Way, Bianco Tangerine, Grigio Saffon, Grigio Flamingo, Blu Mist, Arancio Monarch; tutte le colorazioni avranno un finish lucido, tranne il Grigio Tuxedo che avrà una finitura completamente opaca. Per quanto sia bello da vedere, il finish lucido fa risaltare molto i segni lasciati dalle impronte delle dita, perciò, chi è abbastanza pignolo su queste cose forse preferirà la variate completamente opaca, immune a questo piccolo inconveniente estetico.
Gli slot per la MicroSD e per la nanoSIM sono situati sul lato sinistro del terminale, mentre sul lato destro si trovano i tasti che controllano il volume e l'accensione.

HTC Desire 820 HTC Desire 820 ha tutte le carte in regola per diventare un ottimo sostituto del suo predecessore; sono stati effettuati numerosi miglioramenti sul comparto hardware, che garantiscono un aumento delle prestazioni dello smartphone. Per essere un device di fascia media possiede alcune feature davvero ottime, a partire dal processore octa-core e soprattutto dal comparto fotografico; è infatti raro persino nei top di gamma trovare una fotocamera frontale che abbia un sensore con più di 5 megapixel. La presenza di una fotocamera anteriore da 8 megapixel attirerà soprattutto i giovani abitanti dei paesi asiatici, dove i selfies stanno spopolando ogni giorno di più. In conclusione la scheda tecnica sembra davvero ottima per uno smartphone di questo livello. Vedremo come i consumatori accoglieranno il lancio di HTC Desire 820, e soprattutto attendiamo conferme ufficiali su quale sarà il prezzo destinato alla vendita.