Anteprima Huawei Honor 6 Extreme Edition

A tre mesi dall'uscita dell'Honor 6, Huawei ne lancia un'edizione limitata ancora piu potente.

anteprima Huawei Honor 6 Extreme Edition
Articolo a cura di
Valerio Frau Valerio Frau É in realtà un'applicazione per iOS e Android. Potete trovarlo su App Store, Play Store ma anche su Twitter e Google+

La Cina si dimostra sempre di più una nazione nevralgica per lo sviluppo del settore Smartphone. Se in un primo momento questa centralità era dovuta soprattutto alla produzione diretta di componenti e all’assemblaggio di devices concepiti all’estero, oggi la Repubblica Popolare Cinese è divenuta un polo progettistico d’avanguardia. Questo soprattutto grazie a grandi brand come Huawei e ZTE, che dopo aver conquistato il mercato nazionale si proiettano sempre più come competitor a livello globale. In particolare la prima delle due aziende citate, distintasi inizialmente come costruttore d’infrastrutture di rete all’avanguardia (è stata una delle prime aziende ad investire forte nel settore 4G), gode oggi di una discreta notorietà anche in Europa, ottenuta grazie a numerosi telefoni diventati veri e propri best-seller, caratterizzati all’ottimo rapporto qualità prezzo.
Partendo da tali solide fondamenta, nelle ultime generazioni di telefoni presentati, Huawei ha cercato di proporre anche un design finalmente all’altezza, pensato per compiacere anche il diverso gusto occidentale.
Tra questi nuovi esponenti spicca sicuramente l’Honor 6, terminale high-end inizialmente pensato per il mercato interno (e per questo concepito come Dual SIM), che è stato successivamente rilasciato anche nel nostro paese (seppur solo online ed in versione single SIM). A tre mesi dalla sua presentazione, dopo aver riportato un ottimo successo di vendite e di critica, Huawei presenta una versione aggiornata di questo prodotto: Honor 6 Extreme Edition.

Forza bruta

La novità principale di questa nuova versione di Honor 6 sta tutta nel SoC; l’extreme edition è mosso da un Kirin 928 prodotto da HiSilicon (società controllata da Huawei). Si tratta di un octa-core con architettura identica al processore Kirin 920 montato nella versione standard del terminale. Laddove però il 920 era costituito da quattro core ARM Cortex A15 da 1.7 GHz e quattro core Cortex A7 da 1.3 GHz, il 928 presenta una frequenza di clock di 2 GHz. Un surplus di potenza che dovrebbe rendere il device ancora più fluido nell’apertura di applicazioni pesanti e fulmineo nel multitasking. Tenuto conto che le prestazioni della versione 920 venivano paragonate dal CEO di Huawei a quelle di uno Snapdragon 805, potete immaginare di che potenza di calcolo stiamo parlando.

Resta invariata la GPU: troviamo la già ottima MALI T628MP4. Lo stesso vale per la RAM che si attesta ancora sui 3 GB. Rimangono punti di forza di questo smartphone lo schermo da 5” pollici FullHD e il supporto all'LTE Cat.6, capace di una velocità teorica fino a 300 Mb/s in download. Il comparto fotocamera presenta ancora un sensore Sony Exmor con apertura focale F2.0 da 13 MP e una fotocamera frontale da 5 MP. Identica alla versione base anche la batteria da 3100 mAh, che nonostante l’aumento di clock del processore dovrebbe garantire comunque una buona autonomia. Nota finale sulla memoria integrata da 32 GB, che in questa versione extreme permette la possibilità di espansione tramite microSD fino a 128 GB (la versione normale supportava soltanto microSD fino a 64 GB).

More inside

Nessuna novità da segnalare sotto il profilo estetico: questa Extreme Edition è in tutto e per tutto uguale all’Honor 6 già in vendita. Identico anche il software preinstallato su questo terminale: Android nella versione KitKat 4.4.2, personalizzato con l’interfaccia proprietaria di Huawei, la Emotion UI. Caratteristica di tale user interface è l’assenza del drawer delle applicazioni, cosa che la rende in diversi aspetti esteticamente simile ad iOS. Non ci sono ancora notizie precise riguardo un eventuale aggiornamento ad Android 5.0 in futuro.
Per aumentare l’esclusività di questa versione Extreme, che sarà disponibile in soli 9.999 esemplari numerati, Huawei ha deciso di completare la confezione di vendita con diversi goodies. All’interno della scatola potremo trovare una speciale pellicola per il display in vetro temprato, un guscio protettivo in edizione limitata chiamato "Road and Force", una custodia protettiva e una coppia di tag NFC. IL prezzo proposto per questo esclusivo device è di 2,999 RMB (Circa 390 €) per il mercato Cinese. Decisamente superiore a quello della versione base che si attesta intorno ai 299 €. Rimane comunque poco probabile l’arrivo nel nostro mercato.

Huawei Honor 6 Extreme Edition Dopo aver lavorato egregiamente sulla cifra stilistica dei propri terminali (Ascend P6 e P7 su tutti), con questo Honor 6 Extreme Edition, l’azienda cinese mostra i muscoli anche dal punto di vista tecnico. Un prodotto esclusivo confezionato interamente in casa, dotato di una CPU aggiornata che promette prestazioni eccellenti. Divenuta ormai stabilmente il terzo produttore mondiale di smartphone, con budget pubblicitari sempre in crescita e forte di partnership importanti (vedasi quelli con diverse squadre di calcio del calibro di Milan e Real Madrid), Huawei non si preclude nessun obiettivo, coltivando il desidero, nemmeno tanto nascosto, di duellare un giorno con Samsung per il trono di regina del mercato.