MWC 2017

Huawei P10 e P10 Plus: caratteristiche tecniche e prezzi ufficiali

Huawei presenta al Mobile World Congress i suoi nuovi top di gamma, dispositivi dal design curato e dotati di doppia fotocamera posteriore.

anteprima Huawei P10 e P10 Plus: caratteristiche tecniche e prezzi ufficiali
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Huawei punta molto in alto in questo 2017. Il CEO della divisione Consumer Ruchard Yu del resto non ha mai nascosto di voler superare Apple entro il 2018, per cui i tempi per raggiungere questo importante obbiettivo non sono molto lunghi. Di certo, i nuovi Huawei P10 e P10 Plus contribuiranno in modo determinante all'aumento delle vendite, per due smartphone che si configurano come veri top di gamma, da affiancare all'ottimo Mate 9, già in commercio da diversi mesi. Non sarà facile superare il riscontro avuto con il P9, terminale che ha segnato un punto di rottura forte con il passato, ma le nuove varianti includono specifiche tecniche evolute e diversi miglioramenti rispetto alla precedente edizione.

Nel segno della dual cam

A differenza degli altri produttori, Huawei ha deciso di non puntare su dispositivi borderless e con aspect ratio particolari in questo 2017, o almeno non al livello della concorrenza. Huawei P10 e P10 Plus ereditano molto dai loro predecessori dal punto di vista del design, che rimane curato e attento ai dettagli. Le linee diventano leggermente più arrotondate, con la scocca unibody che misura 145.5 x 69.5 x 7.4 mm nel P10 e 153.5 x 74.2 x 7 mm nel P10 Plus, con un peso rispettivamente di 145 e 165 grammi. Differenza importante in confronto allo scorso anno la troviamo nel lettore di impronte digitali, collocato ora in posizione frontale sotto al tasto Home di Android. Dal punto di vista hardware l'evoluzione da P9 e P9 Plus è abbastanza netta, portando il SoC Kirin 960 anche sulla gamma P, dopo l'esordio nel Mate 9. Troviamo quindi quattro Core A73 a 2.4 Ghz e 4 A53 da 1.8 GHz, in configurazione big.LITTLE, insieme a una GPU Mali G71, la stessa che dovrebbe essere presente nel SoC Exynos del prossimo Galaxy S8. Rispetto al Kirin 955 montato sul P9 questa GPU dovrebbe garantire prestazioni superiori del 180%, ma a prescindere dai numeri le performance riscontrate sul Mate 9 sono di alto livello, consentendo un utilizzo fluido di tutti i giochi presenti sul Play Store, al massimo del dettaglio. Novità arrivano dalle fotocamere installate, prodotte ancora una volta in collaborazione con Leica, che questa volta ha curato anche quella frontale. Al posteriore troviamo una configurazione simile a quella del Mate 9, con una cam da 12 Megapixel RGB e una da 20 Megapixel monocromatica, ma con una differenza: l'apertura del sensore RGB è di f/1.8, contro i 2.2 del Mate 9, andando finalmente a colmare il gap con i concorrenti in condizioni di scarsa luminosità. Il sensore frontale è invece da 8 Megapixel con apertura f/2.2 su P10 e f/1.8 sul Plus. Il comparto fotografico è come sempre ricco di opzioni, tra cui scatti bokeh e zoom ibrido, lo stesso visto sul Mate 9. A seconda della versione troviamo poi 4 GB di RAM e 32-64 GB di memoria interna: in commercio arriverà anche una variante con 128 GB di memoria, l'unica a poter contare anche su 6 GB di RAM, disponibile sia per P10 che per P10 Plus.

Principale differenza tra i due modelli è ovviamente il display, da 5.1" su P10 e da 5.5" su P10 Plus. Il primo rimane ancorato al Full HD, con un pannello IPS, il secondo invece guadagna un display QHD, non sappiamo però se Huawei abbia puntato sulla tecnologia AMOLED per il top di gamma. Molto curata la connettività: il P10 è infatti il primo smartphone 4.5G, con quattro antenne e tecnologia MIMO per il Wi-Fi AC, senza dimenticare la porta USB Type C e la tecnologia NFC. Sul fronte batteria, il P10 ne utilizza una da 3200 mAh, mentre la variante Plus una da 3750 mAh. Ultima differenza tra i due modelli riguarda la certificazione IP68, disponibile solo sul P10 Plus. Huawei ha già comunicato i prezzi per l'Europa (da verificare se saranno gli stessi in Italia): il P10 parte da 649€ per la variante con 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, mentre P10 Plus costa 699€ per il modello con 4 GB-64 GB e 799€ per quello con 6 GB-128 GB. Il software installato è Android 7 Nougat personalizzato con l'interfaccia EMUI 5.1.

Aggiornamento: Huawei ci ha appena comunicato i prezzi per l'Italia dei nuovi P10 e P10 Plus. Il primo parte da 679.90€ nella versione con 32 GB di ROM e 4 GB di RAM, mentre la variante Plus arriverà solo nella con 128 GB di memoria interna e 6 GB di RAM, al costo di 829.90€.

Huawei P10 Rispetto allo scorso anno, Huawei ha fatto scelte più conservative, mantenendo in parte il design dei precedenti modelli ma incrementando in modo marcato le prestazioni, grazie al potente SoC Kirin 960. Interessante sarà vedere la resa finale delle foto scattate dalla dual cam: queste dovrebbero essere simili a quelle del Mate 9, ma con un deciso incremento qualitativo negli scatti in scarse condizioni di luminosità. Insieme al Mate 9, l’attuale lineup Huawei ha ora un top di gamma aggiornato al Kirin 960 adatto a ogni tipo di utente. Chi cerca un device dalle dimensioni contenute potrà contare sul P10, mentre chi predilige i phablet troverà nella variante Plus un giusto compromesso tra dimensioni del display e portabilità. Infine, chi desidera uno schermo di dimensioni generose può andare diretto sul Mate 9, con pannello da 5.7”. Una lineup completa quindi, che potrebbe dare grandi soddisfazioni al colosso cinese in questo 2017.