Anteprima iBuyPower SBX Steam Machine

Il prodotto di iBuyPower ricorda una console pura e cruda, con la libreria di Steam completamente a disposizione. L’hardware è conforme agli standard di una PS4/Xbox One, così come l’aspetto esteriore.

anteprima iBuyPower SBX Steam Machine
Articolo a cura di
Daniele Vergara Daniele Vergara viene alla vita con un chip Intel 486 impiantato nel cervello, a mo' di coprocessore. E' più che entusiasta di tutto ciò che riguarda la tecnologia intera e i videogames, con un occhio di riguardo verso l'hardware PC e l'overclocking. D'inverno ama snowboardare, macinando km e km di piste, mentre d'estate si dedica alla MTB. Lo trovate su Facebook, Twitter e Google+.

Se dovessimo dare un premio per la maggiore somiglianza ad una console, tra le 16 Steam Machine che conosciamo, questa SBX sarebbe una delle favorite. iBuyPower, nota azienda californiana costruttrice di PC, parlò di questo compatto sistema già due anni fa, a fine 2013, quando SteamOS era ancora allo stato embrionale. Forse la sua affinità è anche merito di questo, della concezione della SBX in quel periodo, in cui la visione della Steam Machine era puramente intesa come console da gioco, e nient'altro. Nelle nostre precedenti anteprime abbiamo visto dispositivi esorbitanti, che davano l'impressione di essere più PC desktop che console, altri invece erano così compatti che si avvicinavano più a scatolette multimediali che ad altro, ma di ben pochi possiamo parlare etichettandoli come genuini sistemi videoludici. Questa iBuyPower SBX fortunatamente fa parte di quest'ultima categoria, perché l'azienda produttrice ha tenuto bene a mente i principi base su cui si fondano (o si dovrebbero fondare) apparecchi di questa tipologia, e ne ha valuto produrre uno che fosse analogo ai canoni stabiliti da Sony e da Microsoft.

PS4 + Xbox One

Il look di questa iBuyPower SBX sembra proprio quello di una console, e potrebbe senza problemi camuffarsi da prossima PlayStation o Xbox. Esternamente presenta un design minimale ma non troppo spoglio, con tratti lineari e moderni. I vertici sono piuttosto duri, così come la separazione in due zone, quella superiore e quella inferiore. Il sistema, posto in verticale, è alto e largo una trentina di centimetri, mentre è profondo solo 8 cm. Lungo tutto il perimetro della struttura corre una striscia led multicolore, che slega proprio le due macro aree della console. Il led è il punto forte del suo aspetto esteriore, e non è una banale luce statica ma, anzi, è programmabile sia tramite un tasto dedicato e sia a mezzo di un'innovativa applicazione per tablet e smartphone. L'app rilasciata da iBuyPower si chiama LEDControl, è compatibile con Android ed iOS e dà la possibilità, oltre che di cambiare colore alla striscia, di applicare uno degli effetti disponibili: si va dalla pulsazione, allo scorrimento di tutta la scala RGB, fino ad un set personalizzato. Tutto questo grazie ad un modulo Raspberry Pi integrato che potremmo vedere se smontassimo la console.
I materiali sembrano di buona fattura, con un duro acciaio che dovrebbe salvare da qualche ruzzolone di troppo le componenti interne. Le prese d'aria sono invece ridotte all'osso, in quanto ne è presente una sola nella parte inferiore nella console, che verrebbe ostruita se sistemassimo la Steam Machine in posizione orizzontale. Non è detto che ciò costituisca un problema, anche se qualche domanda è lecito farsela.
Come abbiamo detto, il design della console è davvero pulito e sul davanti troviamo soltanto il necessario tasto di accensione ed il menzionato bottone per controllare gli effetti della fascia RGB. Sul lato destro scorgiamo due prese USB (presumibilmente 2.0), mentre ulteriori ingressi USB 3.0 risiedono sul retro. Abbiamo poi cinque input jack da 3,5 mm per il supporto del surround 5.1, un ingresso ottico S/PDIF e una porta LAN ethernet. Ancora, sono presenti una oramai superata connessione VGA, una HDMI e un ingresso DVI. Eccezionalmente, sembrerebbe mancare un input DisplayPort. Il Wi-Fi è fornito da un'antenna integrata all'interno del case.

La dotazione hardware - anche per il fatto che è basata su AMD - è paragonabile a quella di una console di ultima generazione, e comprende un processore AMD Athlon X4 840 a 3,1 GHz (3,8 GHz con la frequenza turbo) ed una scheda video dedicata AMD Radeon R7 250X con 1 GB di memoria video on board. La RAM è selezionabile fra 4 ed 8 GB, così come anche la periferica di memoria che varia fra un hard disk da 500 GB o un secondo con capacità 1 TB. Purtroppo si è a conoscenza solo del modello base, che prevede la componentistica appena descritta. Con la suddetta si dovrebbe poter giocare decentemente a buona parte dei prodotti sulla libreria di Steam, ovviamente in Full HD. Altre varianti dovrebbero essere annunciate col passare del tempo.

iBuyPower SBX Steam Machine La iBuyPower SBX è la Steam Machine più vicina ad una console che abbiamo analizzato, partendo dal design e finendo con l’hardware. Esteticamente fa scena la striscia led multicolore, programmabile anche tramite la relativa applicazione. All’esterno sembra effettivamente un miscuglio fra una PlayStation 4 ed una Xbox One, grazie ai due macro blocchi orizzontali e alle forme rigide e squadrate. Stranissima invece l’assenza di una DisplayPort e di più mesh per il passaggio dell’aria. Grazie alla componentistica interna ed all’accessibile prezzo di 460 dollari per la versione base (con 4 GB di RAM e 500 GB per l’HDD), se desiderate una Steam Machine che sia vicina ad una console avete già cognizione del modello su cui virare. Non trattandosi di una Steam Machines ufficiale, non troverete il prodotto nello store di Gabe Newell, con la vendita gestita direttamente sul sito ufficiale dell'azienda.