Anteprima iPad Pro

Apple lancia un gigantesco tablet da 12.9", l'iPad Pro, dotandolo di una cover con tastiera e di un pennino, portando la produttività su tablet a un altro livello, grazie anche al nuovo processore A9X.

anteprima iPad Pro
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Quando tutti si aspettavano i nuovi iPhone o Apple TV, ecco che sul palco di San Francisco sale in cattedra iPad Pro. Enorme, gigante, quasi prepotente nelle sue dimensioni. Apple ha mostrato il volto consumer del nuovo prodotto, ma quello che abbiamo visto durante la presentazione non può fare a meno che portarci alla mente il segmento business. Da Microsoft, si proprio Microsoft, ad Adobe, i partner di Cupertino che si sono succeduti sul palco hanno mostrato come la produttività possa assumere un concetto diverso con il nuovo iPad Pro e la sua penna, giunta finalmente sui device della Mela. Che si tratti di un tablet o di un computer senza tastiera poco importa, il campo di battaglia ideale per iPad Pro è quello professionale, ma Apple non ha mancato di segnalare come il nuovo schermo sia adatto anche per vedere film, serie TV o per farsi qualche partita sul display da 12.9" celato sotto la sottile scocca metallica.

Semplicemente enorme

Come anticipato, il nuovo iPad Pro utilizza un display da 12.9", con una risoluzione di 2732x2048 pixel (264 PPI). Si tratta del display più grande mai utilizzato in un device iOS e al suo interno sono racchiusi l'incredibile cifra di 5.6 milioni di pixel. Altra caratteristica di questo pannello è il refresh rate variabile, in base alle necessità energetiche e di utilizzo. Novità in arrivo dal processore, che sarà un A9X, con un memory bandwidht due volte superiore rispetto al precedente A8X e con una velocità della memoria interna raddoppiata. Come sappiamo, le statistiche piacciono molto alla casa della mela, che non ha mancato di segnalare come la nuova CPU sia 1.8 volte più veloce rispetto all'A8X utilizzato su iPad Air 2. Dall'inizio dell'era iPad, i dati mostrano come la potenza computazionale di questi tablet sia cresciuta in maniera esponenziale, tanto che l'iPad Pro è più potente rispetto al primo modello di 22 volte. Rispetto ai comuni notebook, siamo di fronte a una potenza superiore dell'80%, anche se bisogna dire che spesso i software x86 sono difficili da sostituire con le app. Le GPU sono cresciute molto nel corso degli anni, tanto che quella presente nel chip A9X è 360 volte più performante di quella utilizzata nel primo iPad, un valore davvero incredibile. Alla CPU A9X è affiancato anche il co-processore M9, per gestire i diversi sensori presenti all'interno del dispositivo. La batteria è un modello da 38,5 wattora di cui si sa ancora poco, ma dal palco hanno assicurato 10 ore piene di utilizzo. Il nuovo tablet include ben 4 speaker, posizionati ai lati della scocca, per fornire un'esperienza sonora più avvolgente e appagante. Le fotocamere rimangono invece quelle di iPad Air 2, con un sensore posteriore da 8 Megapixel iSight e la camera FaceTime HD da 1.2 Megapixel frontale. Presente ovviamente anche il Touch ID, oltre al giroscopio, all'accelerometro al barometro e al sensore di luce ambientale. La connessione alla rete è assicurata dal Wi-Fi b/g/n/ac MIMO e dall'LTE, quest'ultimo solo nei modelli Wi-Fi+Cellular.

Passando al design, sembra quasi di trovarsi di fronte ad un iPad Air 2 sotto steroidi. L'unica cosa che non è cresciuta è lo spessore, di 6.9 mm. L'altezza misura 305,7 mm mentre la larghezza arriva a 220.6 mm, per un peso di 713 grammi (723 per il modello con connettività LTE). Si tratta di misure importanti, come evidenziato anche dalle immagini, che potrebbero avere un impatto sull'utilizzo prolungato in modalità tablet. Per ovviare a questo, Apple ha pensato a una nuova cover davvero sottile, la Smart Keyboard, che in soli 4 mm offre una tastiera, trasformando l'iPad Pro in un notebook. La connessione con la scocca avviene tramite la porta Smart Connection, che sfrutta un aggancio magnetico per fissare il tablet alla tastiera. Il costo sarà di 169$ e l'arrivo sul mercato è previsto per novembre.
A conti fatti, quanto mostrato finora è semplicemente una versione maggiorata di iPad Air 2. La vera differenza la farà Pencil, la penna pensata da Apple per il suo nuovo tablet. Questo accessorio è in grado di rilevare le differenti pressioni applicate durante la scrittura, fornendo un tratto molto realistico. A onor del vero, bisogna dire che la precisione vista nei video demo non si è dimostrata sempre all'altezza nelle prove successive, basta guardare la prova fatta da Microsoft sul palco per capirlo; probabilmente, bisogna prenderci la mano per fare un tratto pulito. Resta il fatto che Pencil è uno strumento molto valido a supporto di diverse tipologie di utilizzi, dal disegno (bellissimo il righello virtuale) ai compiti più tecnici, passando per la gestione di documenti e note. A proposito di note, nel nuovo iPad è installata un'app dedicata tutta nuova, pronta a sfruttare la penna. La ricarica dell'accessorio è affidata al connettore USB Type-C posto nell'estremità superiore, coperto da un cappuccio.

Il nuovo arrivato sarà disponibile da Novembre con un prezzo base di 799$ per la versione Wi-Fi da 32 GB, mentre quella da 128 GB è proposta a 949$. Con 1079$ invece porterete a casa la variante da 128 GB Wi-Fi + Cellular, per una connettività ancora più completa.
Chiudiamo ritornando per un secondo alle specifiche tecniche. In tutto il keynote Apple non ha menzionato il quantitativo di RAM installato nei nuovi device. Le informazioni spuntano fuori ora dopo ora, come quella trapelata da Adobe, una fonte molto affidabile, che sembra confermare la presenza di ben 4 GB di RAM in questo nuovo iPad Pro. Ad avvantaggiarsi di questa aggiunta sarà certamente iOS 9, che con le nuove modalità Split View e Slide Over porterà finalmente la possibilità di utilizzare più app contemporaneamente.

iPad Pro Il nuovo iPad Pro, per quanto offra uno schermo incredibile e tutto quanto si possa desiderare sul fronte della multimedialità, rimane un tablet dedicato al business. Anche se Apple cerca in tutti i modi di farlo passare per un dispositivo adatto anche all’uso ricreativo, gli accessori e le demo mostrate sul palco fanno spostare l’asticella verso l’ambito professionale, dove si possono utilizzare al meglio l’ampio schermo, la nuova tastiera e il pennino, un accessorio davvero utile, soprattutto se sarà sfruttato, e lo sarà visto che stiamo parlando di Apple, con app realizzate ad hoc. Le possibilità di espandere il bacino di utenti business in casa Apple ci sono e sono concrete, non resta altro che attendere e vedere come andranno le vendite, per capire se iPad Pro sarà davvero un’idea azzeccata.