Anteprima Lenovo Y50 Touch

Il notebook per giocatori di Lenovo dotato di touch screen.

anteprima Lenovo Y50 Touch
Articolo a cura di
Valerio Frau Valerio Frau É in realtà un'applicazione per iOS e Android. Potete trovarlo su App Store, Play Store ma anche su Twitter e Google+

La diffusione dell’interazione di tipo tattile ha rappresentato una decisa svolta per il settore dell'Information Technology. Struttura portante delle nuove generazioni di terminali e sistemi operativi, la tecnologia touch ha riscosso un meritato successo, forte della sua immediatezza e semplicità. Un successo che l’ha vista arrivare, di riflesso, anche su dispositivi più tradizionali e inizialmente concepiti per offrire all’utente un’interazione basata principalmente su tastiere e sistemi di puntamento. Come avrete intuito parliamo dei notebook (e più in generale dei PC), che anche in conseguenza della multiforme struttura offerta dai principali sistemi operativi sul mercato, si sono dotati di touch screen di serie o come interessanti optional.
A differenza di quanto visto nel settore mobile però, la risposta degli utenti nei confronti di questa tecnologia sui portatili è stata piuttosto freddina; molto spesso infatti le comuni azioni risultano più facili da svolgere con l’utilizzo di periferiche utente tradizionali. A tale considerazione fa eccezione l’utilizzo di videogiochi, in particolare quelli inizialmente pensati per la fruizione su dispositivi mobili o più in generale appartenenti a generi in cui l’interazione touch si rivela particolarmente pratica. Deve essere stata questa la considerazione da cui è partita Lenovo nel concepire la nuova gamma Y50 Touch, una serie di portatili con specifiche dedicate al gaming, che vedono in ogni modello la presenza di un touch screen capacitivo.

Caratteristiche tecniche

La nuova gamma Lenovo Y50 Touch si presenta come un'evoluzione/variante della serie Y50-70 e come risposta dell’OEM cinese ad Alienware di Dell ed ai portatili di MSI. Più in generale si tratta della proposta notebook dedicata ai gaming enthusiasts, che oggi come oggi ogni costruttore di un certo peso necessita avere nel proprio listino.
La vocazione video ludica traspare chiara dall’analisi della scheda tecnica. Partendo dal display, caratteristica centrale di prodotti di questo tipo, la scelta di allestimenti risulta molto limitata. Tutti i laptop di questa famiglia infatti presentano uno schermo da 15,6” Full HD (1920x1080) LCD con touch screen capacitivo a 10 punti. La risoluzione, seppur alta, non è al top per questo tipo di prodotti e una variante QHD, magari sul modello più costoso, sarebbe stata ben accetta, anche per dare una scelta agli utenti. Maggiore libertà è lasciata all’acquirente per quanto riguarda la scelta degli altri componenti hardware; Y50 touch è disponibile in diverse configurazioni che variano per processore, RAM e scheda grafica, con un prezzo al pubblico della versione base di 999 € (da poco disponibile anche in Italia). Tale setting prevede una CPU Intel i7 4700 HQ (Quad-core da 2.4 GHz fino a 3.4 GHz con Turbo Boost), una GPU NVIDIA GeForce GTX 860M con 2 GB dedicati ed 8 GB di memoria RAM. Caratteristiche nell’insieme non eccezionali, che difficilmente permetteranno di alzare al massimo il dettaglio grafico dei giochi più performanti.
La situazione migliora se analizziamo il modello di punta, venduto ad un prezzo promozionale di 1229 $ (ma che di listino è previsto intorno ai 1800$, non ancora disponibile in Italia). Per questa cifra ci porteremo a casa una CPU Intel i7 4710 HQ (Quad-core da 2.5 GHz fino a 3.5 GHz con Turbo Boost), una GPU Nvidia GeForce GTX 860M con 4 GB dedicati e 16 GB di memoria RAM. Una configurazione sicuramente non eccezionale, ma comunque discreta. Nota dolente comune a tutte le versioni previste, l’adozione di banchi di memoria PC3-12800 DDR3L SDRAM 1600 MHz a singolo canale; una scelta che rischia di rappresentare il limite maggiore alle prestazioni di questa macchina. Una più moderna memoria dual channel sarebbe stata preferibile.

Per quanto riguarda il resto dell’hardware, ci troviamo di fronte ad una dotazione ampiamente standard: 2 porte USB 3.0, 1 USB 2.0, un lettore di schede di memoria, una scheda Gigabit ethernet, una porta HDMI 1.4, jack Audio 3.5”, Bluetooth 4.0 L.E. e Wi-Fi ac. Interessante in ottica gaming l’integrazione di due speaker JBL con Dolby® Advanced Audio V2. Lo spazio di archiviazione prevede due soluzioni: una più costosa Full SSD da 512 GB ed una ibrida realizzata da Lenovo appositamente per questo modello, con una combo 1TB 5400 RPM+8GB SSD. La seconda soluzione comporta presumibilmente l’installazione dei file di sistema nella porzione di memoria SSD, in modo da velocizzare l’avvio del sistema e le operazioni di base. Una soluzione intelligente per massimizzare il rapporto prestazioni-costo.
La batteria integrata è da 54 Wh, una dimensione non eccezionale, che rischia di determinare un’autonomia appena sufficiente durante il gioco.
A bordo troviamo ovviamente Windows 8.1, sistema operativo che più di altri beneficia del touch screen integrato.

Design

Le dimensioni del portatile sono di 387x263x23 mm. Se larghezza e lunghezza sono in buona parte ancorate alle dimensioni del display, particolarmente accurato appare il lavoro fatto da Lenovo nel contenimento dello spessore. Due centimetri sono davvero pochi, considerato la potenza dell’hardware integrato e la presenza del touchscreen. Discorso diverso per quanto riguarda il peso, quantificato in 2,6 Kg, che ha certamente risentito in maniera negativa dell’integrazione dello schermo touch. Probabile inoltre che la dimensione della batteria sia stata limitata proprio in conseguenza dei suddetti problemi di peso; è facile capire come, con una unità da 70-80 Wh, il peso del laptop avrebbe facilmente avvicinato il muro dei 3 Kg. Un valore davvero eccessivo, per un moderno portatile da 15,6”. Passando a considerazioni di natura prettamente estetica, le plastiche con cui è realizzato il corpo del portatile presentano una linea semplice ma curata, che fa largo uso del contrasto tra rosso e nero per evidenziare le sue forme, in particolar modo per quanto riguarda la retroilluminazione della tastiera e le griglie di altoparlanti e ventole. Questa alternanza cromatica, unita allo spessore ridotto, restituisce un aspetto all’altezza dei migliori dispositivi concorrenti.

Lenovo Y50 Touch Lenovo rinfresca la sua proposta gaming da 15,6” con un leggero restyling hardware e l’aggiunta del touch screen. Un novità gradita soprattutto per quanti non disdegnano di tanto in tanto una partita a giochi casual di genesi mobile, un tipo di videogame che faticosamente prescinde dall’interfaccia touch. Peccato che questa introduzione abbia influito in maniera oltremodo negativa sul peso e di riflesso sulle dimensioni della batteria. Le specifiche generali del sistema inoltre non convincono fino in fondo, anche a causa della GPU, performante ma non certo di ultimissima generazione. In ultima analisi, non ci troviamo certamente al cospetto del migliore esponente della categoria gaming laptop. L’intelligente posizionamento di prezzo e la versatilità garantita dal touchscreen, tuttavia, potrebbero garantire a questo Lenovo Y50 Touch una sua precisa collocazione e un discreto successo commerciale.