Anteprima Lenovo Zuk Z1

Lenovo Zuk Z1 si propone come uno smartphone mid range dotato di alcune caratteristiche sopra la media di categoria, come il lettore per le impronte digitali e la batteria da 4100 mAh.

anteprima Lenovo Zuk Z1
Articolo a cura di

Lenovo continua a far parlare di sé grazie allo Zuk Z1, un terminale lanciato sotto il marchio Zuk ma il cui sviluppo è stato finanziato dalla stessa Lenovo. Si tratta di uno smartphone di fascia medio-alta che non porta grandi novità nel panorama tecnologico, se non una sorta di tasto fisico multiuso, ma le rende disponibili ad un prezzo aggressivo.
Sono state prodotte due versioni di questo device, una destinata al solo mercato cinese ed un'altra specifica per la vendita internazionale; i due modelli non avranno grandi differenze, infatti sembra che l'unica diversità sostanziale sia data dal sistema operativo.
Il terminale è già disponibile in Cina, dove ha riscosso un buon successo di pubblico, mentre per la variante internazionale la commercializzazione inizierà tra settembre e ottobre, a un prezzo che potrebbe aggirarsi intorno ai 299 euro; attualmente, per quanto riguarda il mercato cinese, il dispositivo è disponibile all'acquisto dal sito ufficiale del brand.

Caratteristiche tecniche

La scheda tecnica del nuovo Lenovo mostra uno smartphone dotato di un display da 5.5 pollici con risoluzione Full HD; proseguendo nella lettura delle specifiche, incontriamo un processore quad-core Qualcomm Snapdragon 801 da 2.5 GHz supportato da una GPU Adreno 330, 3 GB di memoria RAM e 64 GB destinati allo storage interno.
Il comprato fotografico integra un sensore Sony IMX214 da 13 megapixel completo di stabilizzatore ottico e una fotocamera secondaria con sensore OmniVision da ben 8 megapixel.
Il device conta la presenza di uno scanner biometrico che consente di rilevare le impronte digitali, posto sul tasto "home"; questo lettore di impronte digitali è però diverso dagli altri, infatti si chiama "U-Touch" e permette di tornare indietro facendo un solo tap, facendo pressione invece lo smartphone va alla schermata "home", con doppio tap si aprono le applicazioni recenti e con uno swipe si può scorrere orizzontalmente tra le app.
Ad alimentare il tutto è stata scelta un'ottima batteria da 4100mAh, che dovrebbe essere in grado di garantire una buona autonomia allo smartphone. La connettività comprende il supporto dual SIM e alle reti 4G LTE, oltre a un'utilissima porta USB-C che supporta l'output audio.
La versione internazionale del device sarà in possesso del sistema operativo Cyanogen OS, una scelta coraggiosa ma che farà la felicità degli appassionati; il modello dedicato alla Cina ha invece installata l'interfaccia grafia ZUI su Android 5.1.1.
Il design è molto semplice e minimal ma risulta comunque curato, con spigoli molto arrotondati e scocca liscia monocromatica.

Lenovo Zuk Z1 Lenovo introduce nel mercato uno smartphone dotato di un hardware non molto entusiasmante e forse anche un po' sottotono. Molto interessante invece il sensore dedicato alla lettura delle impronte digitali, che diviene anche una sorta di tasto fisico molto utile. Dal punto di vista del design, Lenovo poteva forse impegnarsi maggiormente poiché esteticamente il prodotto risulta anonimo e privo di personalità, ma il prezzo di vendita contenuto non ha consentito di spingere troppo l'acceleratore su questo aspetto, come anche sul processore, valido ma con qualche anno sulle spalle.