Anteprima LG Watch Urbane 2: il primo Android Wear con LTE

Il nuovo smartwatch di LG è il primo Android Wear dotato di SIM e connettività 4G, che gli permette di essere completamente indipendente dallo smartphone principale, il tutto racchiuso in una elegante cassa in acciaio.

anteprima LG Watch Urbane 2: il primo Android Wear con LTE
Articolo a cura di
Davide Leoni Davide Leoni I videogiochi entrano nella sua vita alla fine degli anni ’80, ai tempi del primo incontro con Super Mario Bros, e ancora oggi ne fanno stabilmente parte, dopo più di 20 anni. Pregi e difetti: riesce a terminare Super Mario Bros 3 in meno di otto minuti ma non ha mai finito Final Fight con un credito... ci sta ancora provando. Lo potete seguire su Facebook e su Google Plus

LG ha da poco presentato il Watch Urbane 2, il primo smartwatch basato su Android Wear totalmente indipendente, capace cioè di funzionare anche senza un telefono di appoggio. Questo permette di "abbandonare" temporaneamente lo smartphone senza però rinunciare alla possibilità di effettuare e ricevere chiamate, inviare messaggi e rispondere alle email, oltre a consultare i social network e dare uno sguardo alle ultime novità dalla rete.

Telefono da polso

La seconda edizione di Urbane si caratterizza per un design elegante e al tempo stesso sportivo e dinamico, con un tocco classico derivato dall'orologeria di lusso tradizionale. Lo schermo circolare da 1.38 pollici può contare sulla risoluzione più elevata mai vista in uno smartwatch, 480x480 pixel, con una densità pari a 348 ppi. La cassa è realizzata in acciaio e presenta una lavorazione decisamente fine e particolarmente curata, il diametro è di 44.5 mm, purtroppo non sono previste (almeno per il momento) altre misure, questo vuol dire che Urbane 2 dovrà adattarsi ai polsi di ragazzi, donne e uomini adulti, senza distinzioni. Tanti produttori (tra cui Apple) offrono almeno due dimensioni per la cassa, esattamente come accade con i "veri" orologi; non è strano, infatti, per una maison, offrire lo stesso modello in più formati, LG ha preferito però non seguire questa strada, limitandosi a produrre una sola variante del suo Urbane 2nd. Il cinturino è realizzato in TPSiV, materiale ipoallergenico (molto utilizzato anche in medicina e chirurgia) e particolarmente resistente. Nessuna notizia riguardo alla possibile commercializzazione di cinturini alternativi prodotti in altro materiale (pelle o cuoio) inoltre non è previsto l'arrivo di un bracciale, cosa questa che potrebbe scontentare chi sta cercando un dispositivo più sportivo e che riprenda lo stile dei tanti gettonati "diver", gli orologi tradizionali più venduti. Il nuovo nato di casa LG assicura una discreta autonomia: grazie alla batteria integrata da 570 mAh e alla tecnologia Power Saving, il produttore parla di due giorni pieni con una sola ricarica, la batteria si carica completamente in circa 90 minuti.
I due pulsanti laterali (posti sopra e sotto la corona centrale) permettono di muoversi agilmente tra i menu dello smartwatch, con un semplice tocco possiamo accedere alle varie funzionalità e attivare le singole applicazioni. LG ha personalizzato Android Wear non solo con piccoli ritocchi estetici ma anche aggiungendo alcune app come LG Health e funzionalità specifiche per il fitness, interessante la presenza del cardiofrequenzimetro, non sempre incluso in device di questo tipo. Per quanto riguarda la connettività, segnaliamo la presenza del Bluetooth 4.1 a basso consumo, Wi-Fi, 3G e l'LTE. Urbane 2 include anche accelerometro, bussola, giroscopio, barometro e modulo GPS. Il cuore dell'orologio è un processore Snapdragon 400 da 1.2 Ghz, una scelta mirata per ridurre i consumi, senza però rinunciare alle prestazioni. La memoria interna è pari a 4 GB, non espandibile, infine ricordiamo che lo smartwatch è certificato IP67, questo vuol dire che l'apparecchio è capace di resistere a polvere, sudore, piccoli urti, schizzi e brevi immersioni per periodi non prolungati.

Per finire, le note relative a disponibilità e prezzi: la nota dolente è che LG Watch Urbane 2nd Edition sarà inizialmente disponibile solamente in Corea e negli Stati Uniti. Il lancio in Europa, altri paesi asiatici e Medio Oriente è previsto per i primi mesi del 2016. Questo ritardo è dovuto probabilmente alla necessità di avere più tempo per stringere accordi con i vari operatori locali; non dimentichiamoci, infatti, che l'orologio è completamente indipendente, in questo caso è richiesta l'installazione di una comune nano SIM come quella già presente nei nostri smartwatch. Il prezzo non è ancora stato comunicato, secondo alcuni rumor il nuovo orologio di LG avrà un costo compreso tra i 350 e i 450 dollari, ma non ci sono conferme a sostegno di questa ipotesi, consideratelo quindi un range assolutamente indicativo e non aderente alla realtà, in attesa di maggiori dettagli. Quattro le colorazioni previste: Space Black, Opal Blue, Luxe White e Signature Brown, indubbiamente la più elegante, con cinturino marrone a squame, che riprende il motivo grafico alla base dei cinturini realizzati in pelle di alligatore. La cassa invece è disponibile nella sola tonalità acciaio.

LG Watch Urbane 2 LG Watch Urbane 2nd ha tutte le carte in regola per sfondare nel mercato degli smartwatch. Parliamo di un prodotto elegante, finemente curato e tecnicamente all’avanguardia, capace di funzionare senza alcun bisogno di essere abbinato a un telefono. Il design è ispirato all’orologeria tradizionale, per offrire un dispositivo capace di conquistare anche gli utenti più esigenti. Restano le incognite relative a disponibilità in Europa e prezzo, per saperne di più su questi aspetti dovremo probabilmente attendere i primi mesi del prossimo anno.