Anteprima Lumia 930

Il nuovo top di gamma Windows Phone arriva in Italia.

anteprima Lumia 930
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Solo qualche anno fa, in pochi avrebbero creduto alla scomparsa dei telefoni Nokia. A ben pensarci, i dispositivi del noto marchio erano ovunque e si potevano osservare tutti giorni nelle strade, come anche sugli schermi cinematografici e televisivi. L’azienda nordica ha saputo proporre, nel corso del tempo, soluzioni in grado di unire una solida qualità costruttiva a prestazioni degne di nota, senza troppi fronzoli ma dal design riconoscibile. Nonostante questo, le indiscrezioni della rete parlano chiaro: dal 2016, gli unici smartphone a essere prodotti con il nome dell’azienda finlandese saranno quelli economici, segnando di fatto la fine di un’era. Fine che però non è ancora arrivata, visto che domani farà la sua comparsa nel nostro mercato il nuovo Lumia 930, disponibile nei negozi italiani dal 4 di luglio. Questo smartphone si appresta a diventare il nuovo esponente di punta Nokia, se si esclude ovviamente il Lumia 1520, che appartiene però alla categoria dei phablet, con i suoi 6”. Il nuovo arrivato andrà a sostituire il modello 925, che ancora oggi rappresenta una valida alternativa, complice anche il prezzo aggressivo, che ha fatto felici molti consumatori, se si escludono quelli che lo hanno acquistato appena uscito. Rispetto ai modelli precedenti, il Lumia 930 porterà in dote un hardware all’avanguardia e un design rinnovato, diventando il banco di prova perfetto per il Windows Phone 8.1, l’ultimo aggiornamento del sistema operativo mobile di Microsoft.

Il telefono del rilancio

In un mondo dominato da Android e iOS, non è facile farsi spazio. Nonostante questo, Microsoft non sembra demordere, continuando ad investire risorse economiche in questo settore, in una corsa senza fine alla conquista di nuovi utenti. Il nuovo Lumia 930 nasce col preciso intento di attrarre nuova linfa vitale, confidando in un hardware che sembra progettato per garantire le massime prestazioni in ambiente Windows Phone. Gli ingegneri Nokia hanno deciso di adottare un SoC Snapdragon 800 da 2.2 Ghz per muovere il sistema, affiancato da 2 Gb di RAM e da una GPU Adreno 330. La memoria a disposizione per l’archiviazione dei dati è pari a 32 Gb, non espandibili: la quantità di spazio presente è certamente adeguata, ma l’utilizzo di una Micro Sd esterna, come avviene anche per altri terminali della casa finlandese, avrebbe permesso ai futuri acquirenti una maggiore libertà di utilizzo.
Le caratteristiche descritte fino a questo momento sembrerebbero indicare un semplice update prestazionale rispetto al precedente modello, ma la realtà è ben diversa. La vera novità è rappresentata dallo schermo, dato che Nokia ha deciso di dotare il suo nuovo prodotto di punta di un display OLED da 5” con risoluzione Full HD; la densità di pixel è pari a 441 PPI e il pannello è dotato anche della tecnologia ClearBlack. Coloro che hanno potuto apprezzare questo schermo sono rimasti colpiti molto positivamente dalla pulizia dell’immagine, di qualità quasi cristallina, testimoniando l’ottimo lavoro svolto durante le fasi di sviluppo. L’angolo di visuale è ampio, mentre la luminosità, grazie anche all’ottima gestione dell’apposito sensore, appare adeguata in ogni circostanza. Unica nota negativa riguarda l'assenza della modalità Glance, che permetteva di visualizzare informazioni sullo schermo con il terminale in stand-by.
Per quanto riguarda la connessione alla rete, essa è assicurata dalla presenza degli standatd LTE e Wi-Fi; supportati anche l’NFC e il Bluetooth 4.0, diventati ormai un obbligo per i terminali di un certo livello. La batteria integrata è da 2420 mA e il telefono supporta la modalità di ricarica wireless; da segnalare la presenza nella confezione di vendita del relativo caricatore, che finalmente non viene più trattato come un accessorio separato. A completare la dotazione hardware si possono osservare l’A-GPS, GLONASS e il sensore di prossimità, quello di luce ambientale, l’accelerometro, il giroscopio e il magnetometro.

Un discorso a parte meritano la componente fotografica e quella relativa alla qualità costruttiva generale. Per quanto riguarda la camera posteriore, il Lumia 930 è dotato di un sensore da 20 Mpix PureView con ottica Carl Zeiss e apertura focale f/2.4. Allo stato attuale, gli smartphone Nokia sono gli unici in grado di salvare le immagini scattate in formato Digital Negative, il che permette di acquisire gli scatti senza compressione, aumentandone la qualità. I video vengono invece girati a una più canonica risoluzione Full HD, ma grazie alla presenza di quattro microfoni il telefono è in grado di catturare l’audio direttamente in formato Dolby Digital multicanale. La camera anteriore invece non presenta particolari novità rispetto al passato, adottando una risoluzione di 1280x960 pixel per le immagini. Passando alla scocca, Nokia ha deciso di puntare sulla qualità, grazie all’utilizzo di materiali di pregio per il suo ultimo arrivato: la protezione del display è assicurata grazie all’utilizzo di un vetro Gorilla Glass 3, mentre la scocca è realizzata in allumino, con la backcover in policarbonato. L’aspetto generale appare interessante per le soluzioni adottate, che unite ad un design molto curato donano a questo Lumia 930 un look davvero moderno e solido. L’altro lato della medaglia vede però un peso non proprio contenuto, pari a 167 g, e uno spessore leggermente più elevato di quanto ci si poteva aspettare, di 9.8 mm.

Nato per Windows 8.1

Il Lumia 930 è il primo smartphone top di gamma sviluppato espressamente per Windows Phone 8.1, con cui dovrebbe garantire le massime prestazioni. Avendo avuto modo di provare l’ultima versione del sistema operativo Microsoft con il fratello maggiore 1520, dotato di hardware praticamene identico, è possibile affermare che la fluidità e la reattività del dispositivo si attesterà su livelli molto alti, garantendo sempre la massima velocità. Ad ogni modo, le peculiarità dell’ultimo software della casa di Redmond sono note, meglio dunque concentrarsi su un aspetto che influisce pesantemente sulla qualità di utilizzo di questo terminale, ovvero le app. Lo store Microsoft ha da poco raggiunto quota 255000 applicazioni, una cifra rilevante, soprattutto se si pensa alla situazione fino a poco tempo fa e agli sforzi compiuti per portare il numero maggiore di software possibili in questo negozio. Anche se oggi si possono trovare al suo interno quasi tutti gli applicativi più importanti, va anche detto buona parte di questi risultano spesso meno aggioranti delle controparti Android e iOS. Alcuni esempi? IMDb, la popolare app per gli amanti del cinema e delle serie tv, non viene più aggiornata dal 2012, risultando molto indietro dal punto di vista delle funzionalità rispetto alle versioni disponibili sugli altri sistemi operativi. WhatsApp, il più diffuso client di messaggistica, dopo i problemi che ne hanno costretto il ritiro temporaneo dallo store il mese scorso, ha subito un pesante update, ma l'applicazione non è ancora arrivata ai livelli della concorrenza, nonostante gli sforzi compiuti.
Questi sono solo due esempi, ma sono molte le app che soffrono di una carenza di aggiornamenti, o nei casi più fortunati di ritardi ingiustificati negli stessi, soprattutto nel caso delle applicazioni multipiattaforma. Da questo punto di vista, il tanto discusso market unico per tutte le piattaforme Microsoft potrebbe risolvere del tutto il problema, dando la possibilità agli sviluppatori di realizzare un'unica app che funzioni su diversi dispositivi, scalando ovviamente la risoluzione in base al display utilizzato. Queste app universali avrebbero un bacino d’utenza molto più elevato di quello attuale, potendo contare sui numeri congiunti degli utenti Windows, di quelli Xbox One e quelli ovviamente di Windows Phone, mentre le versioni RT sono destinate ad andare fuori mercato nel giro di pochi anni. In questo modo, gli sviluppatori sarebbero molto più attratti dalla piattaforma Microsoft, che potrebbe finalmente affermarsi a livello mondiale come alternativa valida a Google ed Apple.

Nokia Lumia 930 Il nuovo Lumia 930 sarà disponibile sul mercato italiano a partire dal 4 luglio al prezzo di 599€. Chi acquisterà il dispositivo entro il 31 luglio avrà in regalo anche un Nokia Treasure Tag Mini e una cassa portatile MD-12, due accessori dal valore totale superiore ai 50€. Parlando del Lumia 930, il telefono si presenta con una dotazione hardware di tutto rispetto e con un look e una qualità costruttiva davvero invidiabile. L’unica vera incognita rimangono le app, che forse non sono ancora all’altezza dei terminali su cui girano. Le prospettive sono però incoraggianti, grazie soprattutto all’introduzione delle applicazioni universali, che consentiranno a questa piattaforma di spiccare finalmente il volo. Fino a quel momento bisognerà fare i conti con una situazione che è sì molto migliore del passato, ma che non può ancora dirsi al passo con i diretti concorrenti.