Anteprima Meizu K52

Dopo i top di gamma, Meizu è quasi pronta a lanciare il K52, uno smartphone entry level con SoC a 64 bit.

anteprima Meizu K52
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Tra i tanti brand che si stanno affacciando al mercato degli smartphone con insistenza c'è sicuramente Meizu. Nonostante sia nata prima rispetto a Xiaomi, che in Cina spopola, Meizu è balzata agli onori delle cronache solo da qualche anno. Il tutto non solo grazie ai dispositivi di punta, come l'MX, che soprattutto in terra natia ha riscosso un successo per certi versi inaspettato, ma anche grazie a terminali entry level.
Del resto, la storia recente, caratterizzata da una situazione economica mondiale non favorevole, ci insegna che il successo di un produttore di smartphone non si misura solo tramite i top di gamma ma anche e soprattutto con i dispositivi di fascia bassa o medio-bassa, spesso in grado di spostare gli equilibri del mercato, grazie al prezzo inferiore. A tal proposito, su GFXBench è apparsa la scheda tecnica del nuovo Meizu K52, un nome che potrebbe essere provvisorio, un terminale di fascia medio bassa dalle specifiche basilari ma comunque interessanti.

Meizu K52

Basato su Android 4.4.4 KitKat, i rumors sembrano indicare che il cellulare utilizzi uno schermo da 4,6 pollici con risoluzione di 1920x1080 pixel, quindi in Full HD. Questo dato sembra essere abbastanza inverosimile, sia per quanto riguarda la fascia di prezzo in cui sarà proposto il K52, sia per quanto riguarda le dimensioni del display, visto che una risoluzione HD sarebbe più che sufficiente a garantire una buona qualità video, consentendo di abbassare il prezzo finale.
Sotto la scocca dovrebbe invece trovarsi un processore octa-core da 1,7 Ghz, composto da otto core Cortex-A53 a 64 bit. Per la precisione stiamo parlando del SoC MediaTek MT6752, che è accompagnato dal chip grafico ARM Mali-T760. Il processore può contare su ben 2 gigabyte di RAM, mentre la memoria interna è da 16 gigabyte. Non sappiamo se quest'ultima potrà essere espansa tramite microSD oppure no, in quanto la scheda tecnica trapelata non fornisce alcuna indicazione a riguardo. Come non fornisce nessuna informazione sul comparto fotografico, visto che non si conoscono le tipologie di sensori che saranno montati nella parte anteriore e posteriore del cellulare, probabilmente perché il dispositivo testato è ancora un prototipo.
Sulle altre specifiche tecniche, confermiamo la presenza dell'accelerometro, del GPS, del giroscopio, del sensore di prossimità e del Wi-Fi, mentre a quanto pare non sarà incluso il chip NFC.
Un indizio che fa presagire un possibile lancio europeo è l'assenza del supporto dual-sim. A quanto pare, infatti, il K52 includerà una sola scheda, segno che si tratterà molto probabilmente di un dispositivo indirizzato al mercato occidentale piuttosto che a quello asiatico.
Anche sull'aspetto estetico le informazioni non sono tante. Trattandosi di un cellulare di fascia bassa, però, è lecito aspettarsi una scocca in plastica unibody nel classico stile Meizu, con angoli arrotondati e scocca bombata ai lati per favorire una presa migliore, cosa confermata dalle prime immagini arrivate dalla Cina, che mostrano una scocca posteriore lucida non rimovibile.
Le uniche immagini trapelate sul web mostravano due diverse colorazioni: arancione e bianco panna, ma potrebbero anche trattarsi di immagini non autentiche. Il dispositivo, sempre negli scatti in questione, sembra molto simile all'iPhone 5c di Apple, mentre le tonalità molto forti sono vicine alla gamma Lumia di Microsoft.

Meizu K52 In attesa di scoprire le novità che ha in serbo Meizu, il K52, qualora le specifiche tecniche dovessero essere davvero queste, ci sembra un dispositivo davvero molto valido ed interessante, a parte l'aspetto estetico poco intrigante, anche se la fascia di prezzo non permette molti margini di manovra. Meizu nel 2015 avrà il difficile compito di inseguire Xiaomi, che continua a sfornare smartphone a prezzi ultra competitivi, oltre che potenti e anche belli da vedere. La sensazione è che i cinesi debbano lavorare su quest'ultimo punto se vogliono recitare una parte importante nel mercato.