Anteprima Meizu Pro 5, altissime prestazioni a prezzo contenuto

Il nuovo top di gamma dell'azienda cinese racchiude all'interno un SoC Exynos 7420, lo stesso del Samsung Galaxy S6, che permette al Meizu Pro 5 di raggiungere punteggi elevatissimi nei benchmark.

anteprima Meizu Pro 5, altissime prestazioni a prezzo contenuto
Articolo a cura di

Meizu ha deciso di presentare il nuovo Meizu Pro 5 durante una conferenza stampa molto seguita e attesa. Il dispositivo in questione è uno smartphone top di gamma che sarà disponibile in due diverse configurazioni, in modo da poter incontrare le esigenze di un pubblico più vasto.
Meizu Pro 5 è già in vendita in Cina nelle colorazioni Grey, Silver White, Gold e Rose Gold ad un prezzo di 2799 Yuan (390 euro al cambio) per la versione da 3GB di RAM e 32 GB di ROM, mentre il modello da 4GB di RAM e 64GB di ROM è acquistabile a 3099 Yuan (circa 435 euro).
Fortunatamente il device potrà essere acquistato anche dagli utenti italiani sullo store online del produttore; il prezzo e il lancio per il mercato italiano non sono ancora stati comunicati ma è certo che i clienti del nostro paese potranno godere dei vantaggi dati dalla garanzia Italia della durata di 24 mesi.

Caratteristiche tecniche

Il terminale equipaggia uno schermo da 5.7 pollici Super AMOLED con risoluzione Full HD, sotto al quale alloggia una CPU Exynos 7420 octa-core, solitamente utilizzata dai dispositivi Samsung, che garantisce alte prestazioni e temperature di utilizzo basse. Proseguendo nella lettura delle specifiche tecniche, incontriamo una GPU Mali T760MP8, inoltre, come accennato, l'utente avrà la possibilità di scegliere tra due configurazioni diverse, che prevedono 3 o 4GB di memoria RAM e 32 o 64GB di storage espandibile.
Il comparto fotografico è composto da una fotocamera posteriore Sony IMX230 da 21 megapixel con apertura f/2.2, autofocus laser e flash LED dual tone; sul lato frontale invece troviamo una fotocamera OmniVision OV5670 da 5 megapixel con apertura f/2.2. Restando nel campo della multimedialità, la scheda tecnica ci mostra la presenza di un chip audio dedicato OPA1612, che è compatibile con lo standard Hi-Fi 2.0. La connettività è completa, con supporto al dualSIM, alle reti LTE, connessione WiFi ac e Bluetooth; ma non è tutto, perché il device monta anche una porta USB Type-C. Ad alimentare lo smartphone è stata scelta una batteria da 3050 mAh con tecnologia mCharge 2.0. Le dimensioni sono buone, e sono di 156,7 x 78 x 7,5 millimetri, mentre il peso è di 166 grammi. Sul versante software, troviamo il sistema operativo Android 5.0 Lollipop, personalizzato con l'interfaccia utente Flyme 5.0.
Il design di Meizu Pro 5 è molto curato nei dettagli e richiama per certi versi il celebre iPhone 6; i bordi del device sono piacevolmente arrotondati, con una curvatura 2.5D. Il materiale metallico con il quale è stata realizzata la scocca garantirà al dispositivo una buona durata e resistenza nel tempo; nel tasto centrale è stato poi inserito un lettore di impronte digitali.
L'estetica è sì importante, ma un bel contenitore vuoto è totalmente inutile se al suo interno non vi è alcuna sostanza. Anche se i bechmark non forniscono un riscontro attendibile sulle reali prestazioni, i dati arrivati da AnTuTu mostrano un punteggio di 76.000 punti, al top della classifica. La cosa bella è che i test sotto stress hanno evidenziato temperature bassissime: dopo 5 minuti di prova con il noto benchmark le temperature non superavano i 40° sulla scocca, merito anche del display Full HD, che richiede meno risorse per funzionare.

Meizu Pro 5 Davvero sorprendente il nuovo top di gamma proposto da Meizu, specie per il processore assolutamente performante; la presenza di uno schermo non eccessivamente risoluto renderà ancora più fluido e piacevole l'utilizzo del terminale, dal momento che il processore non avrà alcun problema a lavorare con esso. Il prezzo non è di certo il classico costo di uno smartphone cinese, ma le caratteristiche tecniche lo giustificano pienamente, per un device che si pone come valida alternativa a tutti i top di gamma.