Anteprima Microsoft Band 2: lo smartband più completo sul mercato

Microsoft torna nel settore degli indossabili con Band 2, uno smartband dotato di molte funzioni e sensori, per un'offerta davvero ricca, superiore a quella disponibile in altri dispositivi dello stesso prezzo.

anteprima Microsoft Band 2: lo smartband più completo sul mercato
Articolo a cura di
Davide Leoni Davide Leoni I videogiochi entrano nella sua vita alla fine degli anni ’80, ai tempi del primo incontro con Super Mario Bros, e ancora oggi ne fanno stabilmente parte, dopo più di 20 anni. Pregi e difetti: riesce a terminare Super Mario Bros 3 in meno di otto minuti ma non ha mai finito Final Fight con un credito... ci sta ancora provando. Lo potete seguire su Facebook e su Google Plus

La prima Band di Microsoft si è rivelata un accessorio interessante ma purtroppo incapace di reggere il peso delle aspettative, a causa di un sistema operativo ancora leggermente acerbo e di una distribuzione molto limitata, che non ha permesso di renderla un competitor credibile. Con questa seconda versione, la casa di Redmond corregge il tiro migliorando l'OS (ovviamente basato su Windows 10) e aggiungendo nuove funzionalità, oltre a proporre un design rivisitato rispetto all'originale. Ancora si hanno pochi dettagli sui mercati che la riceveranno, ma sembra che questa volta l'Italia sarà presente tra i paesi scelti da Microsoft per l'arrivo di Band 2.

Il nuovo wearable di Microsoft

Iniziamo parlando del design, caratterizzato dalla presenza del display curvo (tecnologia Gorilla Glass 3, dimensioni 310x102 pixel) che dona al dispositivo un look sportivo e al tempo stesso elegante, restituendo un feeling simile a quello dei bracciali e degli orologi di lusso da donna delle maison più blasonate. Le finiture in alluminio appaiono eleganti e discrete, riprendendo in parte il design già adottato da Nike per il suo FuelBand, con corpo monocolore e chiusura color acciaio. Il bracciale è traspirante e flessibile, capace di adattarsi al polso con estrema facilità, grazie all'alta qualità del materiale utilizzato, una gomma morbida e setosa. La prima Band di Microsoft era, come detto, afflitta da alcune mancanze, ma non c'è da stupirsi, considerando che si trattava di un accessorio lanciato per saggiare il terreno in un nuovo mercato, quasi un prototipo. In questo caso, invece, le cose sono andate diversamente e i tecnici di Redmond hanno avuto tempo e budget per studiare nuove soluzioni e lanciare un prodotto assolutamente completo sotto ogni punto di vista.

Microsoft Band 2 è l'evoluzione di un progetto interessante, ora arrivato alla sua maturazione. Lo dimostra la presenza del modulo GPS, la migliorata integrazione con l'assistente vocale Cortana e le tante funzionalità di "activity tracker", in realtà esattamente le stesse già presenti nel modello base, con poche aggiunte, visto che presentava già tutto quello che si potesse volere da uno smartband. Troviamo quindi il sensore per il rilevamento del battito cardiaco e quello che misura la quantità di ossigeno nel sangue, quest'ultimo con una percentuale di errore inferiore al 2%. Si tratta di una funzionalità inedita per questi device e sicuramente non comune su una smartband di questa fascia: se si pensa alle apparecchiature utilizzate normalmente per svolgere questa funzione, è incredibile che essa sia ora disponibile in un piccolo braccialetto. Altra caratteristica degna di nota è l'inserimento del sensore che misura la temperatura della pelle; in realtà Microsoft non ha svelato altri dettagli durante la presentazione e non sappiamo se questo strumento sia da ritenersi affidabile e quali siano i parametri di funzionamento, restiamo quindi in attesa di saperne di più. Presenti anche accelerometro, giroscopio e sensore di luce ambientale, oltre al già citato modulo GPS. Un parco sensori sicuramente elevato e di ottima fattura, difficile trovare di meglio sul mercato, almeno in questo momento. Microsoft Band 2 è compatibile con iOS, Android e Windows Phone/Windows 10, da questo punto di vista non si segnalano novità sostanziali, la casa di Redmond assicura che il modulo Bluetooth non impatterà particolarmente sulla durata della batteria. Passando all'autonomia dell'accessorio, esso dovrebbe garantire circa due giornate piene di utilizzo con una sola ricarica, assolutamente niente male, considerando la presenza del display a colori. L'interfaccia è la stessa cui ormai siamo abituati (Metro di Windows) ottimizzata per le ridottissime dimensioni dello schermo. Da citare, infine, la piena compatibilità con il servizio Microsoft HealthVault, il quale permette di catalogare informazioni sanitarie di ogni tipo, tenendo sempre sotto controllo la nostra cartella clinica.
Microsoft Band 2 sarà disponibile da fine ottobre negli Stati Uniti al prezzo di 249 dollari. L'unica colorazione disponibile è quella nera, il dispositivo resiste a schizzi e polvere, pur non essendo totalmente impermeabile, vietato quindi fare il bagno in piscina o immergersi sotto il getto della doccia con il Band al polso. Al momento non ci sono notizie certe riguardo al lancio in Europa, che con ogni probabilità avverrà giusto in tempo per le festività natalizie.

Microsoft Band 2 La nuova smartband di Microsoft ha tutte le carte in regola per conquistare gli appassionati di fitness e salute. Un design elegante e sportivo allo stesso tempo, unito a un buon numero di sensori e a tante caratteristiche interessanti, come la presenza del cardiofrequenzimetro e del misuratore di ossigeno, oltre al GPS, la rendono perfetta per allenarsi. In questo senso, la concorrenza di Apple Watch è relativa, visto che l'utilizzo è molto differente, motivo per cui Band 2 potrà ricavarsi il suo spazio. Vedremo se questa volta la casa di Redmond riuscirà a fare centro in un mercato in forte espansione, che vede però la presenza di marchi già molto affermati, come Fitbit.