Anteprima Microsoft Lumia 435 e Lumia 532

Da Microsoft sono in arrivo due nuovi smartphone di fascia bassa, i Lumia 435 e Lumia 532, entrambi basati su Windows 8.1 e dalle specifiche piuttosto basilari.

anteprima Microsoft Lumia 435 e Lumia 532
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

La piattaforma Window Phone non può certo contare sulla quantità di modelli differenti presenti nel mercato Android. Se da un lato questo ha permesso di ottimizzare al meglio il software, dall’altro l’offerta verso i clienti non può competere con il robottino verde. Per questo, Microsoft ha deciso di ampliare il suo catalogo nella fascia bassa del mercato con due nuovi dispositivi, il Lumia 435 e il Lumia 532. I due terminali sembravano indirizzati solo ad alcuni mercati in un primo momento, ma alla fine la commercializzazione sarà globale.
Pensavamo fosse impossibile abbassare ancora di più le caratteristiche tecniche dei device di fascia bassa dopo il Lumia 535, invece Microsoft ha trovato il modo per diminuire ulteriormente i prezzi, che raggiungono i 69€ per il Lumia 435 e i 79€ per il 532, tasse escluse. Per l’Italia, tutto questo dovrebbe tradursi in circa 90€ per il primo e 110€ per il secondo al momento del lancio, anche se dopo qualche settimana si inizieranno a trovare a meno. Questi prezzi, se saranno accompagnati da un’esperienza d’uso anche solo soddisfacente, potrebbero portare nuovi utenti all’ecosistema Microsoft, che nel 2015 dovrà imporsi definitivamente come un serio competitor per Google ed Apple.

Lumia 435

Come tagliare i costi di un dispositivo come il Lumia 535, che presenta già delle caratteristiche basilari? La prima cosa su cui si è lavorato è stato il display, optando per un pannello TFT trasmissivo (223 PPI), invece che IPS, con una risoluzione di 800 x 480 pixel, contro i 960 x 540 pixel del 535. Sempre a proposito del display, eliminati anche il vetro Gorilla Glass 3 e la possibilità di aumentare automaticamente la saturazione e la luminosità per migliorare la leggibilità negli ambienti esterni. La CPU è una Snapdragon 200, ma in versione Dual Core da 1.2 ghz, mentre la RAM rimane da 1 Gb.
Lo smartphone viene già pubblicizzato come “Windows 10 Ready”, cosa che ci fa intendere come 1 Gb di RAM rappresenti la soluzione migliore per godere al meglio del nuovo sistema operativo. Questo non significa che i terminali con 512 mb non verranno aggiornati, visto che altrimenti l’impegno profuso da Microsoft per rendere compatibili le app con i dispositivi dotati di meno memoria andrebbe sprecato. Lo storage interno è da 8 Gb, ovviamente espandibile tramite Micro SD, con 15 Gb di spazio gratuito su One Drive.

Rivista anche la parte fotografica, che integra ora una camera posteriore da 2 Mpix con apertura f/2.7 senza autofocus e senza flash, capace di registrare video a una risoluzione di 800 x 448 pixel, mentre quella anteriore è di qualità VGA. Per quanto riguarda la connettività, il telefono integra il WCDMA fino a 42,2 Mbps ma non l’LTE e nemmeno l’NFC, considerati accessori in questa fascia di prezzo. Presenti invece il Bluetooth, il GPS + GLONASS e il Wi-Fi b/g/n. Disponibili anche i sensori di luce ambientale, l’accelerometro e il sensore di prossimità per lo spegnimento automatico dello schermo. La batteria è da 1560 mAh, niente di eccezionale ma viste le componenti utilizzate non dovrebbero esserci problemi. Le specifiche non sono certo eccezionali, ma ciò che conta in un terminale di questo tipo è il contenimento dei costi, e visto il prezzo non si può certo pretendere di più.
Passando al design, ci troviamo di fronte ad uno smartphone dalle linee molto semplici, in pieno stile Nokia, anche se lo spessore sembra leggermente troppo accentuato, viste anche le dimensioni contenute. Il telefono misura 64,7mm di larghezza, 118.1 mm in altezza per 11.7 mm di spessore, con un peso di 134.1 g. Sul mercato arriverà anche una versione dual SIM, ma non sarà disponibile in Italia.

Lumia 532

Prima di parlare delle specifiche tecniche, spendiamo due parole sulla disponibilità, per entrambi i modelli, di un ricevitore DTV integrato. L’annuncio ha destato scalpore, era da tempo che non si vedevano terminali con questa peculiarità, tipica dei cellulari importati dalla Cina di qualche anno fa. Microsoft non ha espresso in modo chiaro il funzionamento di questa caratteristica, tuttavia la cosa certa è che sarà riservata esclusivamente al Brasile, segno dell’attenzione di Redmond per i mercati emergenti.

Passando alle specifiche, le differenze con la variante 435 non sono molte anche se potrebbero cambiare l’esperienza d’uso. Il display rimane il medesimo, come anche la memoria. A cambiare è il processore, visto che all’interno è installato uno Snapdragon 200 Quad Core da 1.2 ghz. Diversa anche la camera posteriore, questa volta da 5 Mpix ma sempre senza auto focus e senza flash. Tutto il resto rimane invariato, compreso il design, anche se le misure sono leggermente diverse. Il 532 è infatti leggermente più grosso, vista la larghezza di 65.5 mm, l’altezza di 118.9 mm e lo spessore di 11.6 mm, per un peso di 136.3 g. L’autonomia dichiarata è appena superiore a quella del fratello minore, anche se sembra strano, vista la presenza di una CPU più performante.

Microsoft Lumia 435 e 532 La missione per i due nuovi arrivati in casa Microsoft è chiara: espandere il più possibile il bacino d’utenza Windows Phone. Una politica così aggressiva sui prezzi non potrebbe essere spiegata altrimenti e il fatto che a Redmond abbiano pensato alla fascia bassa, invece che rinnovare quella alta, Lumia 1520 in primis, la dice lunga sugli obbiettivi dell’azienda americana nel breve periodo. Tornando ai due terminali appena descritti, si tratta di soluzioni low cost che non attrarranno certamente gli appassionati, ma che potrebbero rappresentare una buona alternativa per chi non ha molte pretese o per chi desidera un muletto da usare tutti i giorni. Nonostante questi due device siano lontani dall'hype mediatico dei prodotti più blasonati, rappresentano comunque un tassello importante per il futuro di Windows Phone. Futuro che questa sera, dopo la conferenza Microsoft, sarà un pochino più chiaro.