Anteprima Nokia X2

Nokia X2: lo smartphone Android che strizza l'occhio a Windows Phone.

anteprima Nokia X2
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Sono trascorsi circa sei mesi dalla presentazione dei primi dispositivi Nokia con a bordo Android, un evento che in molti consideravano impossibile fino a pocho tempo fa. In questo lasso temporale, la divisione mobile della compagnia finlandese è entrata a tutti gli effetti a far parte di Microsoft, e tra non molto assumerà il nome di “Microsoft Mobile”, almeno per la commercializzazione dei terminali top di gamma. Ad ogni modo, dall’inizio dell’anno la strategia non sembra essere cambiata e nel segmento Android la casa finlandese punta ancora una volta alla fascia bassa con il Nokia X2, un device che sembra realizzato su misura per i mercati emergenti, più che per quelli occidentali.
Prima di passare all'analisi del terminale, bisogna precisare che la versione di Android presente nel dispositivo non è quella che è possibile trovare nei classici smartphone con a bordo il sistema operativo di Google, quanto una variante che non include alcun servizio offerto dalla casa di Mountain View, come il Play Store. La scelta potrebbe sembrare azzardata, ma Microsoft sa bene che il vantaggio raggiunto da Big G nel settore della telefonia non potrà mai assottigliarsi, se la stessa Microsoft iniziasse ad offrire ai propri clienti i servizi del colosso dei motori di ricerca.

Il low cost secondo Nokia

Dal punto di vista Hardware, Nokia X2 rientra appieno nella categoria dei device low cost, con tutti i pregi e i difetti del caso. Il processore scelto è prodotto da Qualcomm ed è uno Snapdragon 200 dual core, con frequenza di clock fissata ad 1,2 Ghz e GPU Adreno 302. Niente di particolarmente potente o innovativo, anche se un giudizio in merito potrà essere fatto solo analizzando l'ottimizzazione software e la fluidità generale del sistema. La memoria RAM è stata aumentata rispetto alla precedente generazione, passando da 512 a 1 Gb, una quantità non elevata ma comunque adeguata alla fascia di prezzo. Una nota negativa arriva invece dalla memoria interna, dato che saranno disponibili solo 4 Gb per archiviare le proprie applicazioni, anche se lo slot Micro Sd può aumentare lo spazio a disposizione fino a 32 Gb. Buone sono invece le possibilità offerte dalla batteria, da 1800 mAh e rimovibile, consentendo di cambiarla al volo nei momenti di bisogno, oppure di sostituirla con altri modelli, magari di capacità superiore.

Il display, pur conservando la stessa risoluzione del predecessore, ha ora una diagonale più ampia, passando a 4,3” contro i 4” precedenti. Lo schermo è di tipo LCD ed è dotato di tecnologia ClearBlack, che consente un’ottima visualizzazione anche all’aperto e sotto i raggi del sole. Purtroppo, l’aumento delle dimensioni non ha portato con se una definizione più elevata, mantenendo la risoluzione del pannello fissa a 800x480. Ciò significa che il Nokia X2 ha una densità di pixel di circa 217 PPI, più bassa rispetto al predecessore, in quanto va spalmata su una superficie maggiore. Passi avanti sono invece stati fatti nel comparto fotografico, visto che il nuovo arrivato di casa Nokia è dotato di una fotocamera frontale VGA e di una posteriore da 5 megapixel, con tanto di flash ed autofocus, che offriranno una resa visiva migliore rispetto al passato.
Pieno supporto è stato dato allo standard 3G e HSDPA, con velocità di download fino a 21,1 Mbps; presenti anche i moduli WiFi e Bluetooh 4.0. Nokia X2 è inoltre un device Dual SIM, a conferma dell'attenzione riposta da Microsoft verso i mercati emergenti, in cui questa caratteristica è praticamente obbligatoria per avere qualche chance di successo.

Design e software

L'aumento della diagonale del display ha portato ad un aumento delle dimensioni del dispositivo, che ora sono di 121,7 x 68,3 x 11,1 mm, per 150 g di peso. Per quanto riguarda l'aspetto estetico, ciò che salta subito all'occhio è il colore forte della scocca, realizzata in plastica lucida, disponibile nelle varianti verde, arancio, nero, giallo, bianco e grigio opaco. Il design è allo stesso tempo elegante ma anche giovanile: dalle foto emerse in rete subito dopo l'annuncio ufficiale, il Nokia X2 non sembra il classico cellulare a basso costo, mostrando una qualità costruttiva invidiabile per la fascia di prezzo in cui è collocato.
Un'altra modifica riguarda i pulsanti fisici, quello funzione e quello Home, quest'ultimo assente nel modello precedente. Il tasto funzione offre due possibilità di utilizzo: se premuto una volta permetterà ai possessori di tornare alla schermata precedente, mentre con un tocco prolungato sarà possibile accedere alle funzioni multitasking. L'X2 è anche dotato della funzione App List, che espande ulteriormente le possibilità offerte dal multitasking, dando un rapido accesso alle applicazioni più utilizzate.
La personalizzazione è alla base di tutto lo sviluppo di questo device e Nokia ha lavorato duramente per portare su Android un’interfaccia grafica che ricorda molto da vicino lo stile Windows Phone. La schermata home è l’esempio perfetto per descrivere questo concetto, visto che le applicazioni vengono rappresentate attraverso dei blocchi quadrati, molto simili alle tiles del sistema operativo Microsoft. La componente grafica di questa versione Android targata Nokia è comunque personalizzabile, grazie a Color Picker, che consente di modificare i colori delle piastrelle.

Per quanto riguarda le applicazioni invece, gli utenti troveranno Skype, che include per altro un mese di conversazioni gratuite, Outlook, OneDrive (con storage interno di 15 gigabyte) e Xbox Games, oltre ovviamente a HERE Maps e MixRadio, una sorta di Spotify in salsa finlandese. Proprio queste ultime due app rappresentano sicuramente un valore aggiunto, soprattutto nel caso di Here Maps, una delle soluzioni per la navigazione satellitare meglio sviluppate, che consente anche il download delle mappe. Anche se il Nokia Store interno non è ricco come il Play Store di Android, bisogna dire che include tutti i client più usati, come LINE, WeChat, Facebook, Facebook Messenger e Path, che incrementeranno ulteriormente la qualità dell'esperienza utente e renderanno il cellulare al passo con i tempi e con le mode del momento. Assente invece Whatsapp, anche se è possibile installarlo in maniera del tutto legale utilizzando dei market alternativi.
Una menzione particolare merita il browser scelto da Nokia per questo X2, che monta a bordo di default Opera Mobile. La scelta non è casuale, in quanto frutto di una collaborazione ad ampio raggio tra le due società, come dichiarato dal CEO di Opera Lars Bollesen, che ha affermato: “Abbiamo lavorato a stretto contatto con Microsoft Mobile e crediamo in questo progetto. Vogliamo assicurarci che gli utenti, senza spendere troppi soldi, possano godere di un'esperienza di navigazione ottimale”. Opera Mobile è uno dei browser per il comparto mobile più utilizzati del mercato, ed include anche le funzioni Speed Dial, che permette agli utenti di creare segnalibri in modo semplice e veloce, e Discover, un aggregatore di argomenti che raccoglie in maniera immediata i contenuti dello stesso tipo.
Il Nokia X2 sarà disponibile nei negozi a partire dal mese di luglio a 99€ tasse escluse, un prezzo che lo pone al di sotto di molti prodotti concorrenti, anche se il carico fiscale avrà il suo peso nel nostro paese.

Nokia X2 Da quanto si è potuto vedere fino a questo momento, Nokia X2 ha tutte le carte in regola per essere un buon device a basso costo. Ciò che non convince appieno è invece il tempismo della presentazione: la prima generazione di dispositivi Android di casa Nokia è arrivata sul mercato solo sei mesi fa, senza dimenticare che Microsoft, con un recente annuncio, ha deciso di non aggiornarli alla nuova versione della piattaforma. Come detto però qualche riga sopra, il target di questo nuovo terminale è rappresentato principalmente dai mercati emergenti, su cui Microsoft punta molto, visto che saranno sempre più importanti in futuro. In quest'ottica, l'utilizzo di un sistema operativo spogliato dei servizi Google lascia intendere come il vero obbiettivo di questo Nokia X2 sia la diffusione dei servizi software offerti dall'azienda di Redmond, creando così un legame con gli utenti più difficile da cancellare.