Anteprima Oppo 1105

Il nuovo smartphone di fascia bassa con SoC Snapdragon 410 a 64 bit.

anteprima Oppo 1105
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Oppo, il produttore di smartphone cinese, è noto al grande pubblico per aver introdotto nella propria linea di dispositivi di fascia alta (la gamma N) un nuovo concetto per il comparto fotografico, vale a dire la fotocamera rotabile, che riesce a fare sia da lente posteriore che frontale. Tuttavia, come la maggior parte delle società, anche Oppo è perfettamente conscia del fatto che d'importanza vitale per il proprio fatturato è il segmento di fascia bassa, soprattutto nei mercati, come quello cinese, in cui i clienti non sono disposti a spendere cifre esorbitanti per dei cellulari. Samsung, nonostante gli ultimi mesi non certo positivi, ha costruito la propria fortuna anche intorno alla fascia medio-bassa del mercato e con il lancio di molti (forse addirittura troppi) dispositivi si è presa lo scettro del settore.
Oppo, nel tentativo di rafforzare la propria presenza nei negozi ed in generale nei listini delle varie catene di distribuzione, ha introdotto il 1105, un cellulare entry-level che, come vedremo nei paragrafi successivi, può tranquillamente dire la sua in quanto include delle caratteristiche tecniche molto interessanti, nonostante il prezzo non proprio competitivo.

Caratteristiche tecniche

L'Oppo 1105 ha uno schermo IPS da 4,5 pollici con una risoluzione è di 854x480 pixel, quindi quanto basta per visualizzare immagini e contenuti con una qualità per lo meno accettabile. Le novità più importanti però arrivano da quello che c'è sotto la scocca, ed in particolare dal processore. La CPU scelta dal produttore è infatti targata Qualcomm, per la precisione il modello è lo Snapdragon 410, un chip quad-core con frequenza di clock da 1,2 Ghz, basato su architettura a 64-bit.
Si tratta di un chip annunciato nel dicembre dello scorso anno, che passerà alla storia come il primo a 64 bit prodotto da Qualcomm. Lo Snapdragon 410 è realizzato con un processo produttivo a 28 nanometri e comprende quattro core Cortex-A53. Il SoC include la GPU Adreno 306 e supporta la connettività 4G LTE, il Bluetooth, il WiFi, l’NFC e il GPS. Nell'Oppo 1105 la società ha montato 1 gigabyte di RAM, mentre la memoria interna è di 16 gigabyte. Il comparto fotografico invece non vede la presenza della fotocamera girevole: nonostante sia uno dei cavalli di battaglia di Oppo, infatti, nel 1105 troviamo due lenti distinte. Nella parte posteriore il sensore è da 5 megapixel ed è dotato di flash LED, mentre quello frontale è da 2 Mpix. La scelta di non puntare su un comparto fotografico più performante è stata fatta per cercare di ridurre il più possibile i costi di produzione. La batteria è da 1800 mAh, quanto basta per garantire comunque un'autonomia accettabile. Il comparto software è caratterizzato da Android KitKat con la seconda versione dell'interfaccia grafica proprietaria ColorOS. Trattandosi di un dispositivo nuovo, appare probabile un futuro aggiornamento ad Android Lollipop, visto che ha tutte le caratteristiche tecniche necessarie per poter supportare la nuova versione del robottino verde.

Design

Dal punto di vista del design, l'Oppo 1105 è uno smartphone molto compatto, non estremamente ingombrante e che può essere trasportato tranquillamente anche in tasca: trattandosi di uno smartphone e non di un phablet, infatti, non richiede molto spazio. Oppo ha deciso di utilizzare i tasti fisici per la nav bar, preferendoli a quelli visualizzati sullo schermo, una buona notizia, anche se la loro assenza avrebbe consentito una riduzione dei costi. La scocca ovviamente è in policarbonato, ma a giudicare dalle fotografie diffuse sul web risulta comunque molto elegante e bella da vedere. Le cornici intorno allo schermo però fanno storcere e non poco il naso, visto che risultano ancora più evidenti nella versione chiara del cellulare.

Oppo 1105 Attualmente non sono disponibili molte informazioni sul lancio di questo dispositivo in Europa. Siamo però a conoscenza del fatto che arriverà in Cina al costo di 1299 Yuan, l'equivalente di 170 Euro, un prezzo per certi versi molto elevato se si conta che proprio nel mercato casalingo Oppo dovrà guardarsi dall'agguerrita concorrenza dei produttori locali e di Xiaomi. Dal punto di vista delle specifiche tecniche, però, il dispositivo non è da bocciare completamente. La sensazione è che Oppo debba attuare un'attenta e ponderata strategia di marketing per questo cellulare visto che il prezzo non è dei più bassi e le caratteristiche hardware non sembrano poter attrarre più di tanto l’utenza cinese e internazionale.