Anteprima Oppo R1C

Oppo presenta R1C, un dispositivo dalle linee eleganti con display in vetro zaffiro.

anteprima Oppo R1C
Articolo a cura di

Dallo scorso 20 Gennaio è in vendita un nuovo dispositivo prodotto da Oppo, l'R1C, uno smartphone che ha un costo di 403 Dollari e che si differenzia dalla massa per la presenza di una scocca ultra sottile (solo 6,85 millimetri) e per il rivestimento dello schermo in cristallo Zaffiro, che ha davvero sorpreso, vista la riluttanza di molte aziende ad includere questa protezione nei propri smartphone. Il costo non è certo a buon mercato e nemmeno Apple è riuscita ad implementarlo nei nuovi iPhone 6 ed iPhone 6 Plus. Una scelta che potrebbe non essere solo economica, visto che questa tecnologia possiede sì una resistenza fuori dal comune, ma anche qualche problemino con le fonti luminose. L'indice di riflettanza dei vetri utilizzati negli attuali smartphone è del 4%, mentre quella del vetro zaffiro è dell'8%, non un'enormità ma potrebbe comunque influire nell'utilizzo all'aperto dei dispositivi che lo utilizzano.

Oppo R1C

Lo schermo dell'Oppo R1C è stato scelto per fornire il giusto compromesso tra qualità e costi. Siamo infatti di fronte ad un cellulare con display da 5 pollici, con risoluzione di 1280x720 pixel e densità di 294ppi, caratteristiche non certo all'avanguardia ma che si compensano con un design davvero molto curato ed elegante, che lo mettono alla pari con i top di gamma più famosi. Anche a livello di dimensioni non siamo di fronte ad un cellulare eccessivamente ingombrante, anzi, le linee sono davvero azzeccate, anche se qualche rimando ai prodotti Apple è evidente, mentre i 130 grammi del peso sono spalmati su una superficie di 140,6x70,1x6,85 millimetri.
Prima di passare al comparto hardware, ovvero quello che riguarda il processore, il chip grafico e la RAM, andiamo ad analizzare quello fotografico, davvero molto interessante. Il sensore presente nella parte posteriore è targato Sony, l'IMX214, uno dei più utilizzati dai produttori grazie ai suoi 13 megapixel ed apertura f/2.0. Il tutto è arricchito da Autofocus, Touch to Focus, Face Detection e Geo Tagging. La fotocamera frontale è da 5 megapixel, quanto basta per scattare dei buoni selfie. Il processore che troviamo sotto l'appariscente scocca è uno Snapdragon 615 targato Qualcomm. Si tratta di un chip octa core da 1500 Mhz a 64-bit, il che lascia presagire un futuro aggiornamento ad Android 5.0, dal momento che come sistema operativo di default Oppo ha scelto la versione 4.4 KitKat del robottino verde, accompagnato dalla build 2.0.1 dell'interfaccia proprietaria ColorOS.

L'ottimo SoC è accompagnato dal chip grafico Adreno 405 e da ben 2 gigabyte di memoria RAM. Quello che sorprende maggiormente è la presenza di specifiche generali decisamente buone, in uno smartphone che, ricordiamolo, non va a collocarsi nella fascia alta del mercato. Se contiamo che i rumor emersi di recente parlano di 3 gigabyte di RAM per il Galaxy S6 di Samsung e l'M9 di HTC, tale dato assume ancora più importanza e rende ancora più giustizia ad un dispositivo che ci ha sorpreso in maniera molto positiva.
La memoria interna è da 16 gigabyte, che ovviamente non sono effettivi in quanto sia il sistema operativo che l'interfaccia grafica rosicchieranno, come da protocollo, qualche gigabyte. Tuttavia, a disposizione ci sarà uno slot per espandere la memoria tramite microSD o microSDHC fino ad un massimo di 128 gigabyte.
Altra caratteristica degna di nota è rappresentata dal supporto Dual SIM, divenuto ormai obbligatorio nei paesi asiatici.
A livello di connettività, invece, troviamo il supporto all'LTE (supporta le bande 39, 40, 41 e 38), oltre al GPS, al Bluetooth 4.0, USB 2.0, NFC e WiFi. Completa il tutto una batteria da 2420 mAh, un amperaggio probabilmente basso per molti, ma che dovrebbe consentire di arrivare a fine giornata senza troppi problemi.

Oppo R1C Oppo R1C sembra avere tutte le caratteristiche per ritagliarsi una posizione di mercato importante, almeno in Asia. Il cellulare, dal punto di vista estetico, è un vero e proprio gioiellino: lo schermo con rivestimento in vetro zaffiro, i soli 6,85 millimetri di spessore ed una scocca davvero riuscita, ma con qualche rimando ad Apple di troppo, lo rendono davvero un cellulare bello da vedere ed allo stesso tempo anche abbastanza potente dal punto di vista hardware. Certo, sul cellulare vediamo una grossa etichetta con scritto “403 Dollari” sopra, duecento in meno di quelli richiesti da altri produttori per portare a casa i dispositivi top di gamma. Siamo certi del fatto che un ottimo design possa davvero convincere i clienti a virare su questo smartphone? Probabilmente la risposta è no, ma un taglio al costo potrebbe davvero dare un boost importante alle vendite di questo R1C.

Altri contenuti per Oppo R1C