Anteprima Origin Omega Steam Machine

La Omega è una Steam Machine versatile ai massimi livelli. L’utente può persino scegliere il cabinet che preferisce, inoltre la lista dei componenti installabili è davvero lunga, andando incontro alle esigenze dei giocatori più esigenti.

anteprima Origin Omega Steam Machine
Articolo a cura di
Daniele Vergara Daniele Vergara viene alla vita con un chip Intel 486 impiantato nel cervello, a mo' di coprocessore. E' più che entusiasta di tutto ciò che riguarda la tecnologia intera e i videogames, con un occhio di riguardo verso l'hardware PC e l'overclocking. D'inverno ama snowboardare, macinando km e km di piste. Lo trovate su Facebook, Twitter e Google+.

Origin PC è una società statunitense nota in tutto il globo dagli appassionati, visto che nell'assemblare computer per conto dei clienti sa decisamente il fatto suo. Nonostante il suo pezzo forte siano i PC desktop, l'azienda si è tirata su le maniche e ha cercato di depositare tutta l'esperienza maturata nella sua gamma di Steam Machines. L'offerta di Origin PC è davvero unica e vanta una modularità che nessuno dei suoi competitor possiede: basti pensare che questo concetto si applica persino al cabinet, che è addirittura disponibile in cinque variabili possibili, di dimensioni piuttosto diverse. La Omega è ornata da alcune caratteristiche particolari e funzionali, che vedremo nell'articolo. L'ottimo supporto 24/7 di Origin PC è poi una garanzia e rappresenta un buon valore aggiunto al mix, senza contare il fatto che la lista dei componenti installabili è già completa e disponibile sul sito ufficiale. Insomma, le premesse sono davvero allettanti.

Le cinque facce di Omega

I cinque case della Origin PC Omega posseggono strutture e forme tutto sommato simili, e la differenza la fa soprattutto il volume occupato. Uno di questi è nient'altro che il classico cabinet già utilizzato dalla Steam Machine di Alternate.de e dalla Digital Storm Eclipse, ma per ovvie ragioni quello della Omega porta sul frontale il logo rosso dell'azienda, che si distingue dallo sfondo nero del case. Tutti gli altri case condividono lo stesso stile minimale, con pochi fronzoli. Un modello sembra avere il frontale in alluminio spazzolato, ma tutti e quattro possiedono un bay da 5.25 pollici per ospitare un lettore/masterizzare DVD o Bluray. Questo, a primo acchito, sembra insolito e poco utile per una Steam Machine, ma in realtà vedremo che anche questo componente ha il suo perché.
La ventilazione sembra ben progettata su tutti e cinque i modelli, con almeno una o più ventole Origin PC High-Performance Ultra SIlent. Sul lato anteriore tutti i case esibiscono il tasto di accensione, il bottone di reset, due porte USB 3.0 e due input audio per eventuale headset e microfono. La connettività sul retro invece varia da modello a modello, ma in generale è garantita la presenza di altre quattro porte USB 3.0 ed altrettante USB 2.0, tre ingressi da 3,5mm per l'audio, almeno una porta LAN ethernet, HDMI e DisplayPort.
Il cabinet è selezionabile dall'utente, ma alcuni sono decisamente troppo piccoli per ospitare determinati form factor, per cui appare chiaro che sarà presente almeno il limite della motherboard scelta.
Anche se di default sono rigorosamente in nero opaco, tutti i case saranno esteriormente personalizzabili, e l'utente sarà in grado di decidere come farli decorare dagli artisti di Origin PC.

Tanti componenti e funzionalità

La lista dei componenti installabili è davvero immensa, e spazia da modelli low-end a configurazioni totalmente eccessive, anche per un computer desktop.
I processori disponibili sono solo due e si tratta delle due nuove proposte Skylake, l'Intel Core i5-6600K e i7-6700K; per questo, le schede madri collocabili nel cabinet sono esclusivamente dotate di chipset Z170: si parte da una Mini-ITX EVGA Z170 Stinger, per poi passare alla microATX ASUS ROG Maximus VIII Gene, fino ad arrivare al form factor ATX con soluzioni quali la ASUS ROG Maximus VIII Hero, la ASUS Z170-Deluxe e la MSI Z170A Krait Gaming. Opzionalmente, si può raffreddare la CPU con un dissipatore a liquido Origin Frostbyte 120, di cui però non conosciamo le potenzialità.
Sul comparto grafico la Omega mostra i muscoli: il minimo installabile è una singola NVIDIA GeForce GTX 950, ma alla massima potenza questa Steam Machine esprime ben tre NVIDIA GeForce GTX Titan X in SLI. Semplicemente spaventoso e fin troppo oltre per una console da salotto.
Per la RAM, Origin PC si è totalmente affidata alle DDR4: si comincia da due moduli Kingston da 4GB ciascuno (2x4GB) a 2400MHz, per giungere fino a 32GB di Corsair Dominator Platinum da 3000MHz (4x8GB).
Si possono installare fino a tre unità di storage (probabilmente però in dipendenza dallo spazio garantito dal case preferito), per tutti i gusti: hard disk meccanici, SSD tradizionali e finanche ultimissimi SSD con interfaccia M.2. La capacità totale disponibile può arrivare fino all'incredibile valore di 32TB.
L'alimentatore può andare da un SilverStone serie SFX da 450W fino ad un Corsair RM850. Bisogna però porre una certa attenzione in questa scelta, per soddisfare le richieste energetiche dei componenti installati.
Nello slot da 5.25" sul frontale si possono far inserire svariate tipologie di unità, come un masterizzatore CD/DVD da 24x o un lettore Blu-ray da 16x.
Ovviamente non abbiamo citato tutti i pezzi disponibili, e potete consultare l'enorme lista sul sito ufficiale della società statunitense.
Una delle pecurialità di questa Origin PC Omega è la predisposizione al dual-boot. Alla prova dei fatti, questa macchina possiede già due sistemi operativi installati, ovvero SteamOS ma anche Windows 8.1 o 10. All'avvio verrà chiesto all'utente quale sistema operativo utilizzare, così avrà anche la capacità di usufruire del'OS Microsoft per compiti non ludici. E questo sarà agevolato dalla cosidetta "Mouse Emulation", grazie alla quale il controller diverrà utilizzabile come mouse tramite gli stick analogici. Lo scopo del lettore CD/DVD/Blu-ray potrebbe essere quello di concedere l'opportunità installare software su Windows 10, il che è ben gradito.

Origin Omega Steam Machine La Origin PC Omega è una Steam Machine assolutamente versatile, e per certi versi si unisce alla Falcon Northwest Tiki nella fascia high-end. E’ la prima volta che vediamo un’azienda proporre la scelta del cabinet, ed effettivamente non ci avevamo pensato ma è una pensata molto saggia. Non solo quindi tantissimi componenti disponibili - che vanno scelti pezzo per pezzo - ma anche elasticità sulle dimensioni ed esclusività tramite la pittura personalizzata. Il dual-boot è una feature che moltissimi utenti troveranno utile, e la Mouse Emulation la supporta a dovere. I prezzi partono da 899$ per terminare a più di 5000$. Il costo entry-level non è basso, ma la qualità si paga e questa Omega sembra offrirla.