Anteprima PuzzlePhone: caratteristiche ufficiali e prezzo

Appena arrivato sulla celebre piattaforma di crowdfunding, lo smartphone modulare finlandese scopre le sue carte per raccogliere i fondi necessari al suo arrivo sui mercati internazionali.

anteprima PuzzlePhone: caratteristiche ufficiali e prezzo
Articolo a cura di

Qualche giorno fa abbiamo parlato delle ultime novità riguardanti PuzzlePhone, lo smartphone modulare progettato dalla compagnia finlandese Circular Devices. Un cellulare composto da soli tre moduli, denominati Brain, Spine ed Heart. Brain ha al suo interno tutte le componenti hardware fondamentali, in particolare la CPU, la GPU, la RAM, la memoria interna e la fotocamera. Spine è la struttura principale dello smartphone, ospita il display ed è in grado di accogliere gli altri due moduli. Heart è costituito in gran parte dalla batteria, con la possibilità di aggiungere ulteriori funzionalità hardware come pulsanti fisici, di emergenza e molto altro ancora. In questo modulo troviamo, inoltre, l'antenna e la porta USB.
PuzzlePhone ha da poco debuttato sulla piattaforma di raccolta fondi Indiegogo, analizziamo quindi in dettaglio tutte le sue caratteristiche tecniche, appena diffuse dalla casa madre.

Design, caratteristiche tecniche e primo prototipo

Con il debutto su Indiegogo è stato confermato il design finale di questo cellulare componibile. Nonostante la sua particolare architettura, l'aspetto del PuzzlePhone è abbastanza classico, essendo realizzato in una colorazione nera con una fascia metallica sul lato posteriore. L'interno dei moduli è, invece, in un'appariscente tinta rossa.
Le specifiche diffuse sono quelle base, ma vista la natura modulare del PuzzlePhone, queste potranno essere ampliate successivamente, una volta arrivato sul mercato.
Il modello presentato su Indiegogo integra uno schermo da 5 pollici LCD con risoluzione 1920x1080 ( Full HD), all'interno del modulo Spine. Circular Devices non ha fornito, invece, precise informazioni sul SoC presente in Brain. Questo, infatti, ospiterà un non ben precisato processore ARM a 64 bit, octa core, affiancato da 3 GB di RAM.
Il PuzzlePhone è equipaggiato con una fotocamera posteriore da 12 megapixel con Flash Led e da un sensore anteriore da 5 Megapixel. La batteria è da 2800 mAh, alloggiata nel modulo Heart. Per quanto riguarda la connettività, a bordo troviamo un modem 2G/3G/4G/LTE Cat4/6, una porta USB 3.0/2.0 Type-C, l'NFC ed il Bluetooth (BLE) in versione 4.2 . Infine è presente il WiFI 802.11 a/b/g/n/ac , accompagnato dal GPS. Troviamo, inoltre, i classici sensori dei comuni smartphone, come l'accelerometro, il giroscopio, il sensore di prossimità e di luce ambientale.
Sono previste tre diverse versioni con una memoria integrata di 16/32/64 GB. Il PuzzlePhone ha dimensioni di 69 mm X 137 mm X 8.9 mm, con un peso di 170 gr, mentre il sistema operativo è Android 6.0 Marshmallow o una versione superiore, tutto dipende dalla data di uscita.
E' già possibile pre-ordinare questo smartphone attraverso la piattaforma di crowdfunding Indiegogo. Le prime 250 unità, con 16 GB di memoria integrata, sono vendute a 299 Euro. E' possibile acquistare la versione da 32 GB a 399 Euro ( 500 unità) con banda posteriore in metallo. E' infine prevista anche una Limited Edition, con finiture color rame e con 64 GB di memoria, a 699 Euro. Le consegne sono previste tra settembre e ottobre del prossimo anno. Il prezzo sul mercato per la versione da 32 GB, una volta termina la campagna di crowdfunding, sarà di 599 Euro.
Qualche giorno fa il team di sviluppo del PuzzlePhone ha mostrato il primo prototipo funzionante di questo smartphone modulare. Si tratta di un "dimostratore", una versione preliminare realizzata per testare il funzionamento del collegamento tra i vari moduli. Allo stato attuale, siamo purtroppo ancora ad uno stadio iniziale di sviluppo visto che questo prototipo utilizza componenti derivati direttamente da altri cellulari.

PuzzlePhone I prodotti che utilizzano le nuove tecnologie modulari stanno, finalmente, presentando le loro caratteristiche tecniche finali, ma sarà necessario attendere ancora molto tempo prima di vederli arrivare nei negozi. In questo nuova nicchia di mercato l’Europa gioca un ruolo di primo piano, infatti, sia Blocks sia Circular Devices hanno sede nel nostro continente. In particolare ricordiamo che questa piccola start-up realizzerà anche il processo di produzione in Europa. E’ difficile, per ora, dare uno giudizio sulle specifiche tecniche del PuzzlePhone, non conoscendo il nome del SoC che verrà utilizzato all’interno del modulo Brain. Il suo prezzo sul mercato sarà vicino a quello dei modelli top di gamma, quindi ci aspettiamo un processore ad alte prestazioni. Dobbiamo comunque ricordare che l’architettura modulare offrirà significativi risparmi durante la lunga vita di questo prodotto, potendo aggiornare, nel tempo, alcune delle sue componenti. Infine, riteniamo ottima la scelta di utilizzare solo 3 moduli ed un design molto simile a quello di un classico smartphone. Circular Devices vuole raccogliere su Indiegogo 250.000 dollari, non ci resta, quindi, che attendere poco più di un mese per conoscere le sorti di questo innovativo smartphone modulare.