Anteprima RevoBot: un piccolo e avanzato sistema di trasporto personale

I sistemi personali di trasporto alternativi sono un settore in forte crescita, e RevoBot punta a fornire la sua personale variazione sul tema, grazie alle dimensioni contenute e ai tempi di ricarica brevi.

anteprima RevoBot: un piccolo e avanzato sistema di trasporto personale
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Muoversi in città, almeno nel nostro paese, diventa ogni giorno più complicato. Il traffico nelle grandi metropoli è in continuo aumento e i sistemi di trasporto pubblico sono spesso inefficienti e incapaci di sostenere l'enorme afflusso di viaggiatori. Gli utenti, quindi, sono sempre alla ricerca di soluzioni alternative per spostarsi in modo agevole ed economico, possibilmente nel rispetto dell'ambiente. Nel corso degli anni le aziende che operano nel campo della mobilità e della tecnologia hanno provato a sviluppare diverse soluzioni innovative in grado di aiutarci negli spostamenti quotidiani.
Oggi vi presentiamo RevoBot, un nuovo sistema di trasporto personale dalle dimensioni ridotte e dalla buona autonomia.

Tutta questione di equilibrio

Questo particolare veicolo riprende alcuni concetti già visti sul Segway ma con dimensioni decisamente più contenute. Il Segway è un mezzo di trasporto a trazione elettrica per la locomozione individuale, tecnologicamente molto evoluto. Presentato nel 2001, oggi il Segway è utilizzato in tutto il mondo sia come mezzo di trasporto privato, sia in ambito aziendale e perfino dalle forze dell'ordine (è anche in dotazione alla Polizia di Stato). Impiegando avanzate soluzioni meccaniche ed elettroniche il Segway riesce a muoversi con molta facilità grazie anche ad un intuitivo sistema di controllo. E' comunque un mezzo abbastanza ingombrante a causa delle dimensioni delle ruote e della presenza del piantone dello sterzo.
Il team di sviluppo del RevoBot è riuscito, invece, a realizzare un veicolo decisamente più piccolo dotato di interessanti novità tecnologiche. Come il Segway, è costituito da una piattaforma con le due ruote disposte alle estremità. La prima cosa che si nota e che lo differenzia sostanzialmente da quest'ultimo è l'assenza del piantone dello sterzo.
Non ci sono pedali o manubrio, il RevoBot è pilotabile spostando semplicemente il proprio peso nella direzione in cui vogliamo andare, inclinandosi avanti o indietro. Per girare, ad esempio, a sinistra, basta puntare leggermente verso il basso il piede destro ed immediatamente il RevoBot andrà nella direzione desiderata. L'azienda produttrice garantisce che chiunque sarà in grado di pilotarlo, e che saranno necessari solo 10/15 minuti di tempo per familiarizzare con questo particolare sistema di guida.
Grazie alle sue piccole dimensioni (solo 580 X 185 X 175 mm) e al peso non troppo elevato (10 kg) potremo trasportare questo veicolo dove desideriamo. Ad esempio può essere facilmente riposto in uno zaino o caricato in auto senza troppi sforzi. Il RevoBot è alimentato da due motori elettrici con una potenza di 350 W ciascuno. Al suo interno è ospitata una batteria agli ioni di litio realizzata da Samsung da 36v/4,4a. Grazie ad essa questo mezzo di trasporto può raggiungere una velocità massima di 12 Km/h e percorrere una distanza di quasi 20 km. La batteria interna richiede un tempo di ricarica di sole 2 ore.
Il RevoBot è dotato di 2 ruote da 8 pollici in grado di sostenere un occupante dal peso massimo di 104 chili circa, ha un'altezza dal suolo di 110 mm ed è inoltre in grado di percorrere strade con un'inclinazione massima di 15 gradi. All'interno della sua piccola scocca trova spazio anche uno speaker Bluetooth per l'ascolto della musica proveniente dallo smartphone. Il RevoBot sarà facilmente individuabile, anche di notte, grazie alla presenza di una serie di LED colorati disposti sui parafanghi.

Questo particolare mezzo di trasporto sarà ordinabile in varie combinazioni di colori. L'acquirente potrà scegliere tra la versione nera con la base d'appoggio di colore rosso, o in alternativa i modelli in bianco o blu con base d'appoggio scura. Infine, sarà anche disponibile una versione speciale, in edizione limitata, realizzata in fibra di carbonio. I primi esemplari di RevoBot sono stati venduti ad un prezzo di 585 euro. Oggi è possibile ordinarlo, tramite la piattaforma di raccolta fondi Indiegogo, ad un prezzo di 665 dollari. Per ora la campagna di finanziamento sta procedendo molto bene, in sole 35 ore sono stati trovati i fondi necessari al completamento della fase di sviluppo, con più di 90.000 dollari raccolti.
L'azienda ha già realizzato i primi prototipi funzionanti ed i primi esemplari dovrebbero essere disponibili a partire da metà settembre.

RevoBot Il RevoBot è sicuramente un mezzo di trasporto fuori dal comune. Le sue prestazioni sono, complessivamente, molto buone. Grazie ai 20 chilometri di autonomia e alla velocità massima di 12 km/h può essere usato, senza problemi, per brevi spostamenti utilizzando le piste ciclabili. Giunti a destinazione potremo effettuare una ricarica completa in sole 2 ore mentre siamo, ad esempio, al lavoro. Inoltre, il sistema di guida sembra molto facile e divertente, per un prodotto dalla ampie potenzialità future.