Anteprima Samsung Galaxy Mega 2

Il phablet Samsung torna a sul mercato con un hardware migliorato, ma basterà a convincere l'utenza?

anteprima Samsung Galaxy Mega 2
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Il 13 aprile del 2013 Samsung presentò ufficialmente il Galaxy Mega, un dispositivo dalle dimensioni fuori dalla norma prodotto in due versioni, una con schermo da 6.3” e una da 5.8”. Il prodotto ebbe un impatto discordante nel pubblico; esso è infatti troppo piccolo per essere un tablet ma troppo grande per essere un phablet, almeno nella variante da 6.3", collocandosi in una terra di mezzo tra le due categorie di prodotto. Nonostante i dubbi dell’utenza, Samsung ha deciso di realizzare un nuovo modello di questa linea, per ora non ancora disponibile in Europa. Il Galaxy Mega 2 avrà il duro compito di conquistare una fetta maggiore del mercato, che nel frattempo si è maggiormente abituato a soluzioni di dimensioni maggiori. Per andare maggiormente incontro alle esigenze del pubblico mondiale, Samsung ha pensato di commercializzare un’unica variante del terminale, aggiornando per di più buona parte del comparto hardware del vecchio modello. Meglio dunque passare all’analisi del nuovo prodotto, che consente di farsi un’idea migliore su quanto offerto.

Caratteristiche tecniche

Il modello più particolare di Galaxy Mega era quello con lo schermo da 6.3”. Anche se la scelta di Samsung poteva sembrare azzardata, bisogna considerare che in Asia gli utenti sembrano prediligere soluzioni dotate di display generosi. Il motivo di questa differenza con il pubblico europeo va ricercato nella duttilità di questi dispositivi, che permettono di unire i pregi di uno smartphone con le capacità multimediali di un tablet. Ciò permette di non dover acquistare due prodotti separati, con un conseguente risparmio economico, particolare che rendeva il Mega molto attraente nei mercati emergenti, ma meno in occidente.
Con il Galaxy Mega 2, Samsung ha deciso di mettere sul mercato una sola variante, anche se le dimensioni generose sono comunque state mantenute, strizzando però l’occhio alla “portabilità”. L’aggettivo tuttavia mal si addice al display da 6.0” TFT utilizzato sul terminale; la risoluzione del pannello è di 1280x720 pixel, non eccezionale, soprattutto in rapporto alla superficie dello schermo. Il SoC utilizzato è un Exynos 4415 quad-core, formato da quattro core Cortex A9 da 1,4 GHz e coadiuvato da una GPU Mali 400. Anche da questo punto di vista, Samsung ha optato per una soluzione di medio-basso livello, confermando la natura relativamente economica del nuovo arrivato.


Discreta la memoria RAM installata, che ammonta a 1.5 Gb, mentre per l’archiviazione sono disponibili 8 Gb, espandibili tramite Micro SD. La parte fotografica è caratterizzata dalla presenza di un sensore da 12 Mpix, capace di registrare video in Full HD a 30 FPS. Sul fronte connettività, il Mega 2 offre il supporto alle reti LTE, oltre al classico Wi-Fi; presenti anche il Bluetooth 4.0 LE, GPS + GLONASS e una porta infrarossi, con cui governare i dispositivi elettronici domestici. La batteria utilizzata è un modello da 2800 mAh, mentre le dimensioni del terminale sono di 84.9 mm in larghezza, 163.6 mm in altezza e 8.6 mm in spessore, per un peso di 194 g. La linea ricorda molto quella classica dei terminali Samsung, per cui i fan non rimarranno certamente delusi.

Software e commercializzazione

Il sistema operativo utilizzato per il nuovo arrivato è Android 4.4.4. L’interfaccia implementata in questo Mega 2 è la stessa presente sull’S5, con alcune funzionalità in meno. L’assenza del lettore di impronte digitali e quella del cardiofrequenzimetro non consentono infatti di accedere alle caratteristiche avanzate pensate da Samsung per i suoi terminali fascia alta. Presente invece la funzione esclusiva “Easy Side Panel”, che permette di spostare i pulsanti di navigazione sullo schermo nella parte sinistra o destra del display, in modo da facilitare l’utilizzo del terminale con una sola mano.
Il dispositivo è attualmente disponibile solo in alcuni mercati asiatici, mentre per il mercato europeo non si sa ancora nulla a riguardo. La scelta fatta da Samsung appare comprensibile, soprattutto alla luce dei dati di vendita, che consentono a questo Galaxy Mega 2 di avere maggiori possibilità a oriente.

Samsung Galaxy Mega 2 Il Samsung Galaxy Mega 2 presenta diverse incognite. In primo luogo l'hardware di cui è dotato non è certamente all'ultimo grido; le dimensioni poi riducono ulteriormente il bacino d'utenza. Il prezzo di lancio in Thailandia inoltre non lascia presumere niente di buono, visto che viene venduto a circa 300€. Certamente i prezzi di lancio non rispecchiano quasi mai il reale esborso necessario per l'acquisto di un prodotto, ma finché quelli del Mega 2 non scenderanno la soluzione Samsung rischia di venire superata dalla concorrenza. Ancora non è stata ufficializzata la presenza del terminale nei mercati europei e americani, anche se il suo arrivo nel nostro territorio appare probabile.

Altri contenuti per Samsung Galaxy Mega 2