MWC 2016

Anteprima Samsung Galaxy S7: gli ultimi rumors sul nuovo top di gamma

Quest'anno potrebbero essere quattro le varianti di Galaxy S7 ad arrivare sul mercato, con la probabile presentazione ufficiale fissata al Mobile World Congress di Barcellona di febbraio.

anteprima Samsung Galaxy S7: gli ultimi rumors sul nuovo top di gamma
Articolo a cura di

Samsung è stata una delle aziende protagoniste del CES 2016 di Las Vegas, grazie all'annuncio di un grande numero di nuovi prodotti, sia legati al mondo della tecnologia domestica e dell'Internet of Things, come lavatrici, frigoriferi e televisioni, sia a quello dell'informatica con tablet 2 in 1 e laptop. Le speranze di vedere svelato qualcosa di nuovo sul fronte smartphone erano ben poche e come volevasi dimostrare l'attesa per i prossimi top di gamma della linea Galaxy deve essere prolungata almeno fino a fine febbraio, quando ci sarà il keynote Samsung al Mobile World Congress 2016 di Barcellona. A poco più di un mese da questo evento, utenti e stampa sono in fibrillazione e a placare questo stato di impazienza non contribuiscono le numerose indiscrezioni, che da qualche settimana si fanno sempre più dettagliate. Vediamo cosa si sta preparando a lanciare Samsung nella fascia top del mercato smartphone del 2016.

La nuova linea Galaxy

Quando Samsung ha svelato la linea Galaxy S6 tutti hanno elogiato la scelta del colosso coreano di abbandonare materiali plastici in favore di alluminio e vetro. Il lavoro dei designer asiatici è stato molto apprezzato, nonostante alcuni dettagli che richiamavano chiaramente l'iPhone 6. Molto criticata però è stata la scelta di rimuovere la micro SD e di non permettere la rimozione della batteria. L'adozione dello schermo Edge invece, ha dimostrato che il gigante asiatico è ancora in grado di innovare e di recitare un ruolo di primo piano nel mercato.
Dopo le numerose novità introdotte lo scorso anno però, la sensazione di tutti è che la linea Galaxy S7 ed S7 Edge non dovrebbe presentare rivoluzioni, quantomeno estetiche, di grande impatto. Dai rumor che provengono dalla Corea, pare che gli S7 ad essere presentati saranno ben quattro: Galaxy S7, Galaxy S7 Plus, Galaxy S7 Edge e Galaxy S7 Edge Plus, con dimensioni che vanno dai 5.2 pollici di S7 e S7 Edge ai 5.5 pollici di S7 Plus e S7 Edge Plus. In verità il nuovo modello S7 Plus potrebbe anche riservare qualche sorpresa e distanziarsi di parecchio rispetto agli altri terminali, presentando un display da ben 6 pollici. In questo senso i rumor sembrano davvero incerti. Ciò che rimane una quasi certezza è il lancio di tutti e quattro, come ha dichiarato @evleaks, il cacciatore di leak tecnologici che ha azzeccato spesso le mosse di Samsung.
Sul fronte design, come anticipato, pare che non ci saranno grandi cambiamenti. Gli unici elementi ad essere modificati dovrebbero essere il materiale di costruzione della scocca e il tipo di vetro per la protezione del telefono. Samsung avrebbe intenzione di utilizzare una nuova lega di magnesio, più forte e resistente a cadute e graffi della precedente, per la scocca dell'S7. Inoltre sostituirebbe il Gorilla Glass con un tipo di vetro fabbricato in casa, il Turtle Glass, da molti ritenuto migliore.
I display dei Galaxy S6 sono forse il meglio sul mercato. Splendidi schermi Super AMOLED QHD da 557ppi che difficilmente potranno essere migliorati in termini di resa dei colori e luminosità generale. Tuttavia Samsung potrebbe introdurre in una fantomatica edizione "Premium", in arrivo a settembre 2016, con un display UHD 4K, imitando Sony e il suo Xperia Z5 Premium da 806ppi. Al momento conferme non ce ne sono, ma sarebbe davvero una mossa interessante, almeno per il marketing. Una delle funzioni legate al display che Samsung potrebbe introdurre sugli S7 è quella relativa alla rilevazione della pressione in stile 3D Touch di Apple. Anche Huawei ha proposto un terminale dotato di questa tecnologia (Mate S) e Samsung, secondo alcuni rumors trapelati ad inizio gennaio, vorrebbe implementarla sui propri smartphone di punta.

Passiamo al comparto hardware interno. Mentre nel 2015 Samsung ha preferito fare da sola, adottando esclusivamente il potente chip octa-core Exynos 7 prodotto in casa al posto del Qualcomm Snapdragon 810, con l'S7 pare che la collaborazione con Qualcomm possa ritornare ad essere più viva che mai e il chip quad-core a 64-bit Snapdragon 820 potrebbe affiancare la soluzione interna basata su Exynos 8890. Sarà Samsung poi, a decidere a quale mercato destinare una versione e a quale l'altra. Secondo Reuters alla Cina e agli Stati Uniti sarà destinato il chip Qualcomm, al resto del mondo, Europa compresa, quello Exynos. In quanto alla memoria RAM che affiancherà questi chip estremamente performanti, di sicuro Samsung riproporrà i 4 GB di RAM visti sul Note 5 nel 2015.
A quanto pare anche sui terminali della linea S7 non ci sarà possibilità di rimuovere la batteria, anche se il Wall Street Journal è convinto che con soli 30 minuti di ricarica l'autonomia del dispositivo sarà di un'intera giornata. Una cosa simile è avvenuta con gli S6, visto che con soli 10 minuti di ricarica wireless lo si può utilizzare per 4 ore circa. Da migliorare la potenza della batteria stessa. Quella degli S6 non ha ricevuto un buon feedback e i 2550 mAh sembrano davvero pochi per un terminale del calibro dell'S7.
Altra novità preannunciata sarà il connettore USB Type-C, già comparso su alcuni terminali del 2015, come i due nuovi Nexus o il OnePlus 2, e sempre più indicato per svolgere diverse funzioni, a partire dalla semplice ricarica fino allo scambio dati e all'output video.
Il comparto fotografico dei Galaxy S6 è stato eletto come il migliore della categoria. Tuttavia a livello di design lascia leggermente a desiderare. Il sensore fotografico posteriore è grande e sporge dalla superficie della back cover, stonando con la "grazia" di tutto il resto della scocca. Quindi, se sul fronte della qualità fotografica non ci dovrebbero essere rivoluzioni, sul quello estetico la società asiatica potrebbe azzardare qualcosa di più.
Abbiamo già detto che sui Galaxy S6 Samsung ha eliminato lo slot per estendere la memoria interna. Ebbene, a gran richiesta, pare che sulla nuova generazione questo slot farà ritorno, permettendo a tutti di scattare foto o riprendere video in 4K senza dover continuamente trasferire i contenuti multimediali sul proprio PC o sul cloud.

Grazie a Microsoft e alle feature incluse in Windows 10 abbiamo visto esordire sul mercato i primi dispositivi dotati di scanner dell'iride per lo sblocco del telefono. Samsung potrebbe fare lo stesso sugli S7, sostituendo o integrando lo scanner per la rilevazione delle impronte digitali. Già nel 2014, Lee Young Hee, dirigente di Samsung Mobile, disse che "Gli ingegneri stanno studiando la possibilità di introdurre uno scanner dell'iride, ma nessuno può dire quando sarà pronto". Il Galaxy S7 sarà il prescelto?
Uno dei rumor più sicuri inerenti il Galaxy S7, in tutte le sue declinazioni, sembra essere quello della data di rilascio. In un evento organizzato dal carrier cinese China Mobile, una slide mostrata inavvertitamente al pubblico indicava la finestra temporale febbraio-aprile 2016 per il rilascio dell'S7. Se la cosa si avverasse e i vari Galaxy S7 venissero davvero rilasciati sul mercato alla fine di febbraio, Samsung lancerebbe il proprio top di gamma ben sette mesi prima rispetto ad Apple. Una mossa che potrebbe permettergli di rosicchiare qualcosa all'eterno rivale rispetto agli anni precedenti.