Samsung Galaxy S8 Active: più robusto e cattivo, ma non arriverà in Italia

A breve Samsung dovrebbe svelare il nuovo Galaxy S8 Active, uno smartphone rugged che non arriverà mai in Italia.

anteprima Samsung Galaxy S8 Active: più robusto e cattivo, ma non arriverà in Italia
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

La linea Active di Samsung ha da sempre una folta schiera di appassionati. Si tratta di dispositivi rugged ma dalle specifiche spinte, che riprendo quelle del top di gamma del momento dell'azienda coreana. Nel tempo sono arrivate quindi varianti rugged del Galaxy S4, S5, di S6 e di S7, non poteva quindi mancare anche una versione più solida e resistente del Galaxy S8. Del resto, un dispositivo come questo, fatto per buona parte in vetro, non resisterebbe molto in un ambiente difficile, in cui le condizioni operative mal si addicono ai sinuosi bordi curvi di S8. Per questo ci pensa la serie Active, la cui unica nota stonata è sempre la stessa: l'esclusiva per l'operatore americano AT&T, che precluderebbe l'arrivo del terminale in Europa.

Un vero top di gamma, ma più resistente

Samsung Galaxy S8 Active, seppur non ancora confermato ufficialmente, è già comparso su GeekBench, mostrando una scheda tecnica che dovrebbe riprendere in pieno quella della versione USA di S8. Abbiamo quindi un SoC Snapdragon 835, il meglio attualmente sul mercato, che sfrutta una GPU Adreno 540; troviamo poi 4 GB di RAM, 64 GB di memoria interna e un comparto fotografico che riprende in pieno quanto visto nel modello originale. Il sensore principale è da 12 Megapixel con apertura f/1.7, mentre quello secondario è da 8 Megapixel. Molto completa la connettività, che dovrebbe comprendere Wi-Fi ac, Bluetooth 5.0, GPS, NFC LTE, porta USB Type C per la ricarica rapida e jack audio da 3.5 mm. Non mancano ovviamente anche il lettore di impronte digitali e lo scanner dell'iride. Dove sarà posizionato però il lettore di impronte? Dalle prime immagini diffuse online molto probabilmente sul retro, ma speriamo in posizione centrale, non decentrata come su S8 standard. Il motivo di questo cambiamento è lo schermo, che per l'occasione presenta cornici più accentuate rispetto al modello standard e l'assenza di bordi curvi ai lati. Una scelta comprensibile e necessaria per aumentare la robustezza del device, che riesce comunque ad offrire un ottimo schermo Super AMOLED da 5.8 pollici con risoluzione di 2960x1440 pixel. A farne le spese sono anche i tre pulsanti fisici frontali, da sempre segno distintivo di questa linea di prodotti, ora eliminati.
A livello estetico, le linee non dovrebbero essere molto diverse da quelle dei modelli precedenti, almeno per quanto riguarda backcover e bordi laterali, che dovrebbero mantenere la trama camouflage vista in passato.

Ovviamente, il Samsung Galaxy S8 Active offrirà ai suoi acquirenti tutti gli standard di resistenza agli urti che ci si aspetta da un telefono rugged, compresa la certificazione MIL-STD-810G, sigla dietro al quale si celano una serie di test sulla resistenza del terminale, un tempo applicati ai dispositivi destinati all'uso militare, che lo mettono alla prova negli ambiti più disparati, dalla resistenza ai liquidi passando per quella al calore. Nulla si sa per ora sulla batteria, altro elemento che sarà certamente modificato, e che potrebbe arrivare a ben 4000 mAh in questa variante estrema di S8.