Anteprima Samsung Galaxy View: il tablet/TV da 18 pollici

Samsung punta tutto sulle dimensioni generose con il nuovo Galaxy View, un tablet con un display da ben 18.4" Full HD e un hardware di medio livello, nato per la fruizione di contenuti multimediali.

anteprima Samsung Galaxy View: il tablet/TV da 18 pollici
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

I tablet tradizionali non godono di un periodo particolarmente positivo. I phablet riescono spesso a soppiantarli in molti dei compiti tipici in cui vengono utilizzati, come la navigazione web o la visione di filmati, che risultano godibili anche su schermi di dimensioni inferiori. Non è facile dunque lanciare nuovi prodotti con caratteristiche uniche, che riescano a colpire semplicemente perché sono diverse dal solito. Qualche mese fa Apple ha detto la sua sulla nuova generazione di tablet con iPad Pro, un dispositivo da 12.9" che dalle immagini viste finora sembrava aver raggiunto il limite in quanto a dimensioni sopportabili. Ora è venuto il momento di Samsung, che ha portato l'asticella delle dimensioni a un livello superiore. In effetti, le misure del nuovo Galaxy View sono fuori dalla norma, anche se la destinazione d'uso sembra essere diversa da quella tradizionalmente associata ai tablet, più legata ai contenuti multimediali e alla visione di filmati, che rappresentano la vera ragion d'essere del prodotto.

Android TV

Se ve lo state chiedendo, Samsung Galaxy View non utilizza il sistema operativo di Google pensato per le televisioni. A tutti gli effetti però, il tablet coreano è un TV con a bordo Android 5.1.1 Lollipop, senza però la connessione per l'antenna. Lo schermo da 18.4" con risoluzione Full HD può essere sfruttato per vedere Netflix o i numerosi servizi di streaming offerti dal web, come YouTube.
Le linee scelte da Samsung sono pensate per agevolare la visione di contenuti multimediali, visto il supporto collocato nella parte posteriore, che può essere orientato per avere accesso a una maniglia per il trasporto del tablet all'interno dello spazio domestico. L'estetica è originale, anche se i materiali non sembrano essere proprio di prim'ordine nei primi hands on pubblicati in rete. Ad ogni modo, le dimensioni del display permettono di avere per le mani non solo una vera e propria TV portatile, ma anche un hardware completo con a bordo Android, da sfruttare per app e anche per il gaming. Le specifiche purtroppo non disegnano un top di gamma, quanto un dispositivo di fascia media. A muovere il sistema operativo è una CPU Exynos 7580, formata da otto core Cortex A53 e supportata da una GPU Mali-T720. Si tratta dello stesso processore installato sul Galaxy S5 Neo, uno smartphone discreto ma lanciato a un prezzo tropo alto per entrare nelle grazie degli utenti più attenti al rapporto qualità prezzo. A bordo troviamo anche 2 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, espandibile con Micro SD.

L'unica fotocamera installa e quella anteriore, da 2.1 Megapixel, in modo da poter utilizzare il tablet anche per le videochiamate. Visto l'utilizzo prettamente domestico del Galaxy View, appare strana la scelta della presenza del modulo SIM, con supporto all'LTE, ma non manca nemmeno il Wi-Fi ac. Una possibilità in più comunque, che non fa mai male. Il tutto è alimentato da una batteria da 5700 mAh, che dovrebbe garantire 8 ore di riproduzione video, resi più godibili da due speaker da 4 W, per un audio al di sopra della media. Tutto questo ha un impatto piuttosto incisivo sulle dimensioni, che sono di 451,8 x 275,8 x 11,9 millimetri, per un peso complessivo di ben 2,65 Kg.

Samsung Galaxy View L’approccio scelto da Samsung per questo tablet è interessante, perché riesce a differenziare questo prodotto dagli altri, anche se questo lo confina all’interesse di una nicchia di mercato. Peccato per le specifiche, perché l’ampio pannello si sarebbe potuto sfruttare davvero bene con una CPU più potente e magari una risoluzione QHD, inutile negli smartphone ma che su queste dimensioni ci sarebbe stata davvero bene. Probabilmente la scelta è stata fatta per contenere i prezzi, che non sono ancora stati comunicati. Proprio il prezzo sarà l’elemento fondamentale per capire meglio le potenzialità di questo tablet: una cifra troppo elevata potrebbe far desistere gli utenti interessati, visto che le alternative, anche se più piccole, non mancano.