Anteprima Samsung Z3

Samsung continua lo sviluppo del suo OS mobile, che a breve dovrebbe contare un nuovo smartphone compatibile, lo Z3, il primo a portare su Tizen un display HD e un hardware di medio-basso livello.

anteprima Samsung Z3
Articolo a cura di

Dalle lontane terre asiatiche è in arrivo Samsung Z3, il successore di Samsung Z1, famoso per essere stato il primo smartphone Tizen, che però fece la sua comparsa solamente in alcuni mercati (India, Bangladesh e Nepal). All'interno di questi paesi riuscì a ritagliarsi uno spazio tutto suo, ponendosi in diretta concorrenza con i vari device low cost basati su Windows Phone e Android e divenendo lo smartphone più venduto in Bangladesh durante il primo trimestre del 2015. Samsung sembra voler replicare il successo ottenuto con lo Z1, proponendo ora un secondo smarpthone Tizen di fascia bassa, con specifiche leggermente migliori.
Il device verrà presentato nel corso del Tizen Developer Summit e sembra che verrà commercializzato in molti più paesi, oltre che in India, Bangladesh e Nepal. Attualmente non siamo a conoscenza della data o del periodo preciso del lancio, si sa solamente che esso avverrà durante la seconda metà dell'anno corrente.
Il prezzo consigliato alla vendita non è ancora stato reso noto, ma non dovrebbe essere troppo diverso da quello con cui è stato proposto Samsung Z1, che era di circa 80€.

Caratteristiche tecniche

Samsung Z3 è equipaggiato con un display da 5 pollici AMOLED con risoluzione pari a 1280x720 (HD) e un processore quad-core Spreadtrum SC7730S a 1.3 GHz. Il resto della scheda tecnica vede la presenza di 1.5 GHz di memoria RAM e di 8 GB di memoria interna espandibile tramite microSD. A seguire vi è una fotocamera posteriore da 8 megapixel con autofocus e flash LED, mentre frontalmente è posto un sensore da 5 megapixel, quasi d'obbligo su uno smartphone destinato anche all'oriente, dove il selfie è diventato quasi uno stile di vita. Dal momento che esso sarà destinato anche ad alcuni paesi asiatici, il dispositivo è dotato di supporto DualSIM. L'intero asset farà affidamento su una batteria da 2600 mAh che dovrebbe essere in grado di garantire una buona autonomia. Lo Z3 ha dimensioni pari a 141.5 millimetri in altezza, 70 millimetri in larghezza, 9.5 mm in spessore e pesa 140 grammi. Il sistema operativo impiegato è ovviamente Tizen nella nuova versione 3.0 che sicuramente porterà alcune novità a livello software.

Tizen

Per chi non ne fosse a conoscenza, Tizen è un sistema operativo open-source sviluppato da Samsung e pensato per essere utilizzato su svariate tipologie di device, come ad esempio smartphone, tablet e televisori.
È facile immaginare come l'obiettivo della società coreana sia quello di liberarsi di Android, adottando solamente il proprio sistema operativo; ciò donerebbe maggiore valore ai device, evitando che essi siano solamente alcuni dei tanti prodotti Android, mettendo così da parte Google.
Il primo smartphone Tizen è stato il Samsung Z1, lanciato questo gennaio in India per poi arrivare anche in altri paesi orientali. Qui ha ricevuto grande assenso, grazie anche alla grande richiesta di smartphone economici in questa parte del mondo; ciò ha sicuramente aumentato la fama del sistema operativo, facendo comprendere quanto Tizen sia importante per rafforzare la divisione mobile di Samsung, almeno in futuro.
Secondo alcune fonti piuttosto affidabili, Samsung sembrerebbe intenzionata ad introdurre diversi device basati su Tizen, tra cui figureranno smartphone di diversi prezzi. Questo sistema operativo non verrà quindi più associato esclusivamente a prodotti low cost, ma sarà impiegato anche in terminali più costosi, offrendo così all'utenza un'ampia gamma di dispositivi nel corso del tempo.

Samsung Z3 La curiosità attorno a questo dispositivo è tanta, e non si focalizza tanto sulle specifiche tecniche, quanto piuttosto sul software; Samsung propone la nuova versione del suo Tizen, auspicando di ottenere il successo avuto con Z1 e tentando ancora una volta l'esperimento di distacco da Android. Le caratteristiche dello smartphone sono buone per un device di fascia bassa e, unite ad un buon software, potrebbero regalare un'esperienza d'uso soddisfacente; condivisibile anche la scelta della batteria, che si rivela essere piuttosto capiente per un terminale di fascia bassa. Ora non ci resta che attendere il lancio del dispositivo ed osservare come si evolverà il lento allontanamento dei dispositivi Samsung dal buon vecchio Android.