IFA 2014

Anteprima Sony Xperia Z3

Design rinnovato e Remote Play: Sony prepara l'assalto a Samsung e a LG.

anteprima Sony Xperia Z3
Articolo a cura di

Lo scorso aprile, Sony lanciò Xperia Z2; a distanza di solo qualche mese, all'IFA di Berlino, è stato presentato il suo successore, Sony Xperia Z3.
Di primo acchito i due dispositivi sembrano molto simili tra di loro, ma in realtà sono state apportate diverse modifiche, a partire dal design, che ha puntato sulle minori dimensioni della scocca e delle cornici, rendendo questo nuovo smartphone più maneggevole e bello da vedere. Non bastasse questo, le prestazioni della batteria sembrano incredibilmente migliorate, mentre alcune interessanti funzionalità software apriranno nuove strade ai futuri possessori del top di gamma Sony.
Nemmeno 24 ore dopo la conferenza tenutasi all'IFA, Sony ha inserito l'intera gamma Xperia Z3 all'interno del suo negozio online ufficiale, aprendo i preordini per questi dispositivi; Xperia Z3 è quindi preordinabile già ora al costo di 699€ ma non è ancora stata specificata la data di lancio (e quindi di consegna), anche se il terminale dovrebbe essere disponibile per la fine di settembre.

Caratteristiche tecniche

Il dispositivo presenta uno schermo da 5.2 pollici con una risoluzione FullHD 1920x1080 (424ppi), un processore quad-core Snapdragon 801 da 2.5 GHz ed è accompagnato da 3 GB di RAM e da una GPU Adreno 330. Saranno disponibili due modelli di questo smartphone: uno avrà 16 GB di storage interno, mentre l'altro ne avrà ben 32, in entrambi i casi comunque lo spazio di archiviazione potrà essere aumentato grazie ad una MicroSD. Nei paesi asiatici sarà messa in commercio anche una versione Dual-SIM, dal momento che questa caratteristica è diventata molto popolare e richiesta nelle nazioni orientali; non è da escludere ovviamente che la presenza del dual-SIM si estenda anche ad altri luoghi, anche se appare piuttosto improbabile l'arrivo di questa variante in Europa.
Lo schermo è stato migliorato rispetto allo Z2, tanto che ora è più luminoso del 20%, aumentando la resa del pannello sotto la luce del sole.

Il comparto fotografico promette davvero bene. È stata installata una fotocamera da 20.7 Megapixel con una nuova lente da 25mm, che permette di avere un ampio angolo di acquisizione. La caratteristica principale della fotocamera è rappresentata dal sensore con una sensibilità alla luce ISO 12800, un valore molto alto, soprattutto se confrontato con altri telefoni, senza dimenticare la possibilità di registrare video in 4K (1080p). Sony ha lavorato anche a livello software per garantire un'ottima resa fotografica, infatti ha incluso delle applicazioni che permettono di tirar fuori il meglio da questa unità ottica. La fotocamera anteriore invece presenta un discreto sensore da 2.2 Megapixel, in grado di svolgere video chiamate e selfie di buona qualità.
Presente il supporto per la connettività 4G e NFC, oltre a quello per Wi-Fi, 3G e Bluetooth 4.0.
Come il resto della famiglia Xperia Z3, anche questo device utilizza il sistema operativo Android 4.4.4 KitKat.

DESIGN

Il design è uno dei punti di forza di Sony Xperia Z3. Gli ingegneri Sony sono riusciti a conciliare perfettamente un'ottima estetica con la qualità dei materiali: la scocca è stata realizzata in alluminio, integrando al resto del corpo del vetro temprato. Gli angoli sono stati smussati e le cornici sono state migliorate, rendendo il tutto più piacevole al tatto e alla vista.
Il peso è di 152 grammi, quindi 11 grammi in meno rispetto a Z2, che garantisce una presa più stabile e in generale un miglior confort; anche le dimensioni sono state ridotte, infatti il nuovo top di gamma della casa giapponese misura 146 x 72 x 7.3mm.
Per rendere più duraturo il dispositivo, Sony ha deciso di aggiungere delle protezioni in gomma agli angoli. L'idea potrebbe fare storcere il naso a chi pensa che questi possano rovinare in qualche modo le linee eleganti del terminale, ma non c'è da avere alcun timore sull'estetica, poiché queste protezioni non diminuiscono la bellezza del dispositivo, anzi, riescono ad essere in armonia con il resto del device, prevenendo inoltre i danni causati da cadute accidentali.

Xperia Z3, come gli altri membri della serie Z3, è stato progettato per essere sia waterproof che resistente alla polvere, e questo rappresenta un grande vantaggio, che incrementa la longevità del terminale; sicuramente, la presenza della certificazione IP68 permette un utilizzo più spensierato dello smartphone, che può essere impiegato per guardare video, giocare, o altro a bordo piscina oppure in spiaggia, senza rischiare di compromettere il funzionamento del dispositivo.
Lo smartphone sarà lanciato in quattro diverse colorazioni, che potranno accontentare tutti i gusti: bianco, nero, argento-verde e bronzo.

DUE GIORNI DI AUTONOMIA?

Durante la presentazione di Xperia Z3, Sony ha annunciato che i cellulari di questa serie avranno una batteria che durerà circa due giorni, facendo un uso normale del dispositivo e utilizzando la modalità Stamina.
La batteria è da 3100 mAh, contro i 3200 mAh del predecessore, ma il display è maggiormente luminoso rispetto a quello dei modelli precedenti e il clock del processore è stato aumentato a 2.5 ghz, quindi come può Z3 avere una maggiore autonomia? La società giapponese ha ottimizzato alcune caratteristiche dello smartphone proprio per garantire una migliore durata della batteria, infatti la CPU, oltre ad essere più performante, è stata progettata per risparmiare energia, mentre lo schermo è stato sviluppato con un occhio di riguardo verso i consumi. Le prime recensioni sembrano confermare la migliore durata della batteria rispetto a Z2, pur senza arrivare ai due giorni dichiarati senza rinunciare a qualcosa in termini di funzionalità.

UNO SMARTPHONE PER MUSICA E GIOCHI

Xperia Z3 potrebbe rappresentare un oggetto davvero molto interessante per chi è appassionato di musica e di videogiochi, poiché Sony ha introdotto delle nuove funzionalità in questa gamma di smartphone.
Per quanto riguarda il comparto audio, i terminali Xperia sono tra i dispositivi Android che hanno sempre sorpreso per la qualità del suono. L'engine DSEE HX consente di incrementare la qualità dei propri file audio in bassa risoluzione (Mp3 o ACC), lavorando e concentrandosi sulle alte frequenze; questa feature è disponibile come opzione tra le impostazioni dell'applicazione "Walkman".

La cosa forse più interessante ad essere stata proposta durante la conferenza di Sony riguarda il mondo dei videogiocatori, infatti è stato esteso il servizio Remote Play ai dispositivi della serie Z3; ciò permette agli utenti di divertirsi con i giochi presenti su PS4 utilizzando lo smartphone o il tablet Z3. Per fare questo basta solo collegare i dispositivi alla console tramite connettività Wi-Fi Direct ed utilizzare il controller DualShock 4.
Questa interessante feature potrebbe essere estesa anche alla serie Xperia Z2 ma Sony per ora non ha ancora dichiarato nulla a riguardo.

Sony Xperia Z3 Xperia Z3 potrebbe rappresentare una carta davvero vincente per Sony: bello da vedere, ha un comparto hardware di tutto rispetto, ed a ciò si aggiunge, a detta di Sony, un'autonomia a dir poco favolosa. Si sono visti degli ottimi miglioramenti rispetto a Xperia Z2, e questo dimostra che la società nipponica cerca sempre di migliorare i propri dispositivi, ascoltando le critiche che le vengono mosse di volta in volta. Di certo, Sony ha proposto un dispositivo con di qualità davvero alta, avente delle caratteristiche uniche ed innovative. Se questo smartphone riuscirà a mantenere le promesse, potrebbe realmente essere un successo per Sony. Non ci resta che attendere il lancio e vedere come si comporterà durante l'uso quotidiano.