Anteprima Xiaomi Yi

Xiaomi lancia la sfida a GoPro con una action cam dal prezzo contenuto, che nasconde però specifiche tecniche molto interessanti, che faranno gola agli appassionati.

anteprima Xiaomi Yi
Articolo a cura di

La casa cinese Xiaomi entra nel mondo delle action cam, presentando Xiaomi Yi Sport Cam. Pur non partecipando al MWC di Barcellona, l’azienda è riuscita a far parlare molto di sé in questi giorni, mettendo in dubbio la potenza assoluta di GoPro nel settore. Questa new entry, della già ampia gamma di prodotti Xiaomi, al momento è in vendita solo in Cina, ma tramite importatori non sarà difficile farla arrivare in Europa. Nel vecchio continente sono presenti già da tempo modelli di action cam d'importazione, ma spesso la loro qualità è risultata non eccezionale. Sulla carta però, il nuovo prodotto Xiaomi ha tutto quello che serve per ottenere il successo, anche a livello internazionale.

Caratteristiche tecniche

La videocamera è disponibile in due colorazioni: bianca e verde jungle. All’interno della confezione troviamo il cavo USB per la ricarica e la batteria, rimovibile. Nell’edizione “Travel” è disponibile anche qualche accessorio, come il classico monopiede, comodo per le registrazioni amatoriali. Non è presente invece un case di protezione adatto all’action cam, che può raggiungere una profondità di 40 metri. Quello che ha davvero colpito di questa nuova uscita è il rapporto qualità prezzo. Yi registra infatti in Full HD a 60 frame al secondo, a differenza della Hero che invece registra a soli 30fps; ma è il prezzo il punto forte. Si parla infatti di 64 dollari, che al cambio sono circa 57 euro, mentre l’entry level GoPro costa 125 euro (più del doppio).
Le dimensioni sono simili a quelle di una GoPro (60.4x42x21.1mm) con un peso di 72 grammi, contro i 111 della Hero, pur avendo una batteria più capiente. Yi Sport Cam monta un processore Ambarella A7LS e con un sensore Sony Exmor R BSI CMOS da 16Mpix. La lente grandangolo da 155° permette una registrazione a 1080p 60/48/30/24fps, 960p a 60/48fps e 720p a 120fps, ottima per gli slow motion. Oltre al un sistema di 3D noise reduction, l’action cam offre connettività Wi-Fi fino a 100m e Bluetooth 4.0, che permettono il controllo tramite app e il trasferimento di foto e video, compresa la condivisione sui social network. La batteria è da 1010mAh e supporta la ricarica rapida.

Yi funziona in quattro modalità differenti: una dedicata alla registrazione video, una alle foto, una per il time lapse (che va dai 0.5s ai 60s) ed una per le timed photo. Oltre all’obiettivo, che acquisisce immagini a una risoluzione massima di 4608x3456 pixels, la videocamera ha al suo interno un microfono stereo ed un ingresso per la memoria Micro SD fino a 64GB. La scocca, realizzata in ABS ed in compositi del metallo, presenta sul lato frontale l’obiettivo ed un grosso bottone di accensione circondato da un cerchio luminoso, che ha anche la funzione di cambio di modalità. Lateralmente sembra esserci il pulsante di attivazione della connettività WiFi, sulla parte inferiore ci sono gli agganci per i vari supporti, mentre su quello superiore si trova il pulsante di inizio registrazione ed un microfono. Sulla superficie posteriore è invece fissato lo scomparto per la batteria.

Xiaomi Yi Con questa nuova uscita Xiaomi vuole entrare in un mondo molto affollato di clienti, ma dominato quasi completamente da GoPro. Grazie al prezzo davvero ridotto, se paragonato anche solo a quello della entry level Hero, probabilmente riuscirà a sconvolgere questo settore. In molti infatti desistono dall’acquisto di un’action cam per via del prezzo elevato. Le caratteristiche tecniche sono paragonabili ad una via di mezzo tra Hero ed Hero 3 Silver. Dal punto di vista estetico, Yi risulta più esuberante, grazie ai colori particolari, a differenza del classico colore GoPro. Una cosa è certa: se le prove sul campo dimostreranno anche una buona qualità fotografica effettiva, allora il successo di questo prodotto sarà scontato.