Android O 8.0 Developer Preview 3: alla prova il prossimo OS di Google

Abbiamo testato anche la terza Developer Preview di Android O, che introduce novità ma solo marginali, seppur gradite.

provato Android O 8.0 Developer Preview 3: alla prova il prossimo OS di Google
Articolo a cura di
Andrea Zanettin Andrea Zanettin segue da sempre con passione tutto ciò che riguarda la tecnologia: qualsiasi cosa abbia un chip stuzzica la sua curiosità. Sviluppa anche applicazioni per vari sistemi operativi (sia su ambiente desktop che mobile). Potete seguirlo su Twitter, Instagram, Facebook e Google+.

Google sta procedendo spedita verso il rilascio della prossima "major release" del suo sistema operativo mobile, Android O. Abbiamo già avuto modo di mettere mano alle prime due versioni preliminari (Developer Preview 1 e Developer Preview 2) ma le novità non finiscono qui. Infatti la società californiana ha reso disponibile, tramite il suo programma Beta, l'aggiornamento OTA corrispondente alla terza Developer Preview. Come di consueto, abbiamo testato approfonditamente il tutto sul nostro fidato Nexus 5X, con cui abbiamo esaminato il "comportamento" di quest'ultima versione del robottino verde, arrivato oramai alla sua ottava "incarnazione".

Notifiche con tema personalizzato in base all'app

Gli sviluppatori, con il nuovo aggiornamento, potranno ora personalizzare il "tema" delle notifiche relative alla propria app in modo da rendere più "colorate" queste ultime. In particolare, per ora, le app con cui è possibile provare questa funzionalità sono YouTube, Play Music e Spotify. Nell'app di streaming audio di Google, ad esempio, il "tema" della notifica varierà in base alla canzone che stiamo ascoltando.

Rimosse alcune voci dal sintetizzatore interfaccia utente di sistema e il File Manager

Nelle scorse Developer Preview, Google aveva "sperimentato" alcune funzionalità relative al sintetizzatore interfaccia utente di sistema (accessibili al percorso Impostazioni -> Sistema -> Sintetizzatore interfaccia utente di sistema) che, però, erano risultate alquanto "problematiche". Per questo motivo, la società di Mountain View ha deciso di far sparire, ad esempio, la voce relativa alla "personalizzazione" del Picture-in-Picture, lasciando solamente quelle relative alla barra di stato e al "Non disturbare". Oltre a questo, l'icona relativa al File Manager introdotta dalle scorse versioni preliminari sembra essere stata eliminata del tutto dall'App Drawer.

Piccolo "redesign" per Google Camera

Con questa terza Developer Preview, Google Camera arriva alla versione 4.4.012 e porta con sé delle piccole novità nell'interfaccia grafica. Infatti, sono stati aggiunti dei pulsanti ben visibili per effettuare lo "switch" tra la modalità videocamera e quella fotocamera. Ora, dunque, avete un altro modo per passare velocemente tra le due senza effettuare il classico "swipe". Inoltre, eseguire un doppio tap porterà ora uno zoom "automatico" del 50%.


API di livello 26

Nel momento del rilascio di questo aggiornamento, Google ha ufficializzato che Android O avrà le API di livello 26. Gli sviluppatori, dunque, possono pubblicare già da ora le proprie applicazioni aventi come target la prossima "major release" del robottino verde.

Nuovo "look" per l'app Orologio

Anche l'app Orologio si aggiorna ed arriva così alla versione 5.1, che introduce una nuova icona e uno sfondo più "dark". Insomma, "migliorie" di poco conto.

Notifica per app in background e nuove info per la modalità "silenziosa"

La terza Developer Preview introduce una nuova notifica persistente che ci "ricorda" quali applicazioni sono in esecuzione in background. Questa funzionalità è molto utile per prevenire problemi di battery drain. Oltre a questo, sono state aggiunte alcune informazioni riguardanti la modalità "silenziosa" del nostro smartphone che compaiono quando attiviamo quest'ultima.

Aggiunta animazione per la schermata della batteria

Seguendo il percorso Impostazioni -> Batteria, possiamo ora vedere un'animazione che "riempirà" il simbolo della batteria dallo 0% fino al "livello corrente". Aggiunta poco rilevante ma comunque piacevole alla vista.

Prestazioni

Per quanto riguarda le prestazioni, la terza Developer Preview riconferma l'incredibile stabilità della precedente "iterazione". Il sistema operativo è, infatti, molto stabile e abbiamo riscontrato solamente un "crash" inaspettato durante il corso delle nostre intense giornate. Per il resto, non abbiamo avuto altro problema. Oltre a questo, il battery drain sembra praticamente scomparso e la nuova notifica persistente riguardante le app in background aiuta di certo ad individuare cosa potrebbe causare questo inconveniente.

Android Oreo La terza Developer Preview di Android O conferma i passi da gigante fatti da Google in ambito di ottimizzazione del software, dimostrando che le promesse fatte dal colosso di Mountain View non sono solo chiacchiere. Le novità introdotte, tuttavia, non sono proprio di “primo piano” questa volta. Nonostante questo, l’animazione relativa alla schermata della batteria, il nuovo “look” dell’app Orologio e, sopratutto, i nuovi “temi” personalizzati delle notifiche sono aggiunte sicuramente gradite. In fondo, anche l’occhio vuole la sua parte.