Contatti Fidati: l'app di Google per uscire dalle situazioni di emergenza

Contatti Fidati è un'app da utilizzare in casi di emergenza, per avvisare i propri cari di una situazione di pericolo in modo semplice e veloce.

provato Contatti Fidati: l'app di Google per uscire dalle situazioni di emergenza
Articolo a cura di

Nelle situazioni di emergenza, lo smartphone può spesso rivelarsi uno strumento decisamente utile. Gli utenti in pericolo possono infatti servirsene per chiamare una persona fidata o, ancora, per inviare la propria posizione ad un potenziale soccorritore. Tuttavia, suddette operazioni potrebbero risultare tutt'altro che semplici da compiere in circostanze sgradevoli e, proprio per questo motivo, Google ha ben pensato di sviluppare Contatti Fidati, applicazione in grado di tutelare la sicurezza dei suoi utilizzatori. L'app, attualmente disponibile per il download gratuito sul Play Store, apre una linea diretta di condivisione tra l'utente e i suoi cari, facilitando l'invio di informazioni chiave per l'incolumità della propria persona.

L'applicazione Contatti Fidati è piuttosto intuitiva e semplice da utilizzare, favorendo in tal modo un intervento repentino in situazioni di emergenza. Al primo avvio è possibile elencare i propri familiari e conoscenti più stretti, a cui potrete inviare messaggi d'aiuto in caso di necessità. Per inoltrare una richiesta di soccorso sarà infatti sufficiente premere un apposito tasto ben evidenziato nell'applicazione: così facendo, Contatti Fidati recapiterà agli utenti precedentemente selezionati una speciale notifica che consentirà loro di visualizzare la vostra posizione. A questo potrete inoltre aggiungere uno specifico messaggio contenente ulteriori informazioni riguardanti la vostra situazione, agevolando in tal modo i soccorsi. I contatti potranno interagire con voi direttamente dall'applicazione, chiamandovi o inviandovi messaggi rapidi.
Allo stesso modo, ognuno dei vostri contatti potrà richiedere la vostra posizione ogni qualvolta lo desideri: se tutto è a posto, potrete rifiutare la richiesta e tutelare la vostra privacy ma, nel caso in cui siate impossibilitati a rispondere, la vostra posizione verrà automaticamente condivisa dopo cinque minuti di inattività. Ciò avverrà anche se risulterete offline o se avrete la batteria scarica.

Infatti, Contatti Fidati memorizza periodicamente i vostri spostamenti nella memoria del dispositivo, in modo da condividerli con i potenziali soccorritori una volta pervenuta la loro richiesta. L'applicazione sviluppata da Google garantisce inoltre un elevato grado di sicurezza permettendo ai propri contatti di visualizzare l'attuale stato del vostro smartphone, includendo diverse informazioni riguardanti l'ultima connessione al servizio e la percentuale di carica del dispositivo.
In situazioni di emergenza è altresì possibile guidare a distanza uno dei vostri cari verso casa o, in alternativa, condurlo verso un punto sicuro, fornendogli le giuste indicazioni e supportandolo durante il tragitto. Contatti Fidati offre poi una rapida panoramica degli spostamenti da voi effettuati nell'ultimo periodo, consentendo così ai vostri cari di intervenire tempestivamente al verificarsi di imprevisti o situazioni spiacevoli. Ovviamente, ogni utente può decidere di ignorare le richieste provenienti da determinati contatti o, ancora, di impedire che venga visualizzata la cronologia relativa ai propri spostamenti. Infine, è possibile disattivare completamente Contatti Fidati tramite l'apposito menu presente nell'applicazione.
In un mondo sempre più connesso in cui la tecnologia è ormai divenuta parte integrante della nostra quotidianità, l'ultima applicazione sviluppata da Google potrebbe tuttavia suscitare diverse polemiche. La privacy degli utenti potrebbe infatti essere messa a dura prova dall'abuso di Contatti Fidati ad opera di genitori troppo apprensivi o di partner eccessivamente gelosi, intenzionati a monitorare ogni minimo spostamento del proprio caro. Tuttavia, Contatti Fidati rappresenta un valido strumento atto a tutelare la propria incolumità, rilevandosi spesso di fondamentale importanza nelle situazioni più rischiose. Spetta perciò all'utente utilizzarla con parsimonia ed evitare di abusarne, condividendo la propria posizione con persone fidate e realmente interessate alla sicurezza altrui.