Provato Facebook Lite

Maggiore velocità e più leggerezza per la versione "lite" del noto Social Network.

provato Facebook Lite
Articolo a cura di
Valerio Frau Valerio Frau É in realtà un'applicazione per iOS e Android. Potete trovarlo su App Store, Play Store ma anche su Twitter e Google+

Facebook è senza dubbio "The Social Network", così come definito nell’ottimo film del regista americano David Fincher. Tra i vari cloni e modelli alternativi, quello creato da Zuckerberg rimane il social network più diffuso del mondo, nonché quello che ha effettivamente portato all’attenzione dell’opinione pubblica questo tipo di piattaforme sociali. Una realtà che seppur nata sui personal computer ha trovato, anche grazie al repentino progresso del settore, naturale sfogo nel mondo degli smartphone e dei tablet. Sfruttando la portabilità e le connessioni cellulari a banda larga infatti, Facebook è riuscito a penetrare in maniera ancora più decisa e profonda nel nostro quotidiano, trasformandosi in una risorsa accessibile in ogni momento della nostra giornata. Veicolo del social più social su questi terminali è (per il 99% degli utenti) l’app ufficiale, che per quanto concerne i tre principali sistemi operativi mobili è sviluppata direttamente da Facebook Inc. Un’app per sua natura complessa, dovendo gestire quasi tutte le numerose funzionalità della sua controparte web, la cui riuscita, nonostante i numerosi e continui aggiornamenti, è tutt’ora non perfetta (su Android e Windows Phone soprattutto).
In particolare, come sanno bene i molti di voi che l’hanno utilizzato, il software in versione Android si rivela particolarmente pesante in termini d'impatto sulla memoria di sistema e sulla batteria, due aspetti davvero compromettenti per i terminali di fascia bassa, in cui l’app risulta di difficile utilizzo. Proprio per venire incontro alle numerose lamentele ricevute in tal senso dall’utenza, gli sviluppatori di Menlo Park hanno rilasciato una nuova versione dell’app, denominata Facebook Lite, una nuova versione di Facebook per Android che ha la missione di rendere accessibile il social anche ad utenti in possesso di telefoni poco prestanti.

Interfaccia Utente

Prima di scendere nel dettaglio di questa prova, come nota a margine, è giusto precisare che l’app in questione non è al momento scaricabile dal Play Store nostrano. Facebook Lite è disponibile nel solo market U.S.A, ma è facilmente installabile reperendo tramite internet il pacchetto apk specifico. L’applicazione è comunque già localizzata in italiano quindi, una volta definiti gli ultimi necessari ritocchi, dovrebbe arrivare rapidamente anche nello store italiano.
Una volta installata e lanciata, ci viene mostrata la classica pagina di immissione dell’account. Già da questa prima schermata è possibile notare la profonda differenza grafica fra la versione standard dell’applicazione e questa lite. Una differenza che appare ancora più marcata una volta effettuato il login, entrando nell’applicazione vera e propria.

L’aspetto di Facebook Lite è necessariamente più sobrio, con colori meno marcati ed elementi graficamente meno corposi della sua controparte originale (e di conseguenza più facili da gestire). In generale la grafica ricorda molto da vicino quello dell’app in versione Windows Phone, con un uso di elementi grafici dal profilo squadrato che nell’insieme restituiscono un aspetto a prima vista poco curato ma comunque razionale.
Dal punto di vista strutturale invece, l’interfaccia rimane simile alle ultime versioni della classica Facebook App, con una serie di tab dedicate a Timeline, Amici, Messaggi e Notifiche, selezionabili nella parte superiore. Il compromesso estetico perpetuato, necessario ad alleggerire il software, ha dato vita ad uno stile molto spigoloso ma piacevole, tanto che per alcuni utenti potrebbe risultare perfino preferibile ad una certa pastosità della versione originale.

Funzionalità ed esperienza d’uso

Scendendo nel dettaglio d’utilizzo, per prima cosa bisogna sottolineare che Facebook lite presenta funzionalità complete, che permettono di gestire compiutamente il profilo. Le sezioni presenti sono le stesse dell’app standard; la gestione della timeline, dei gruppi, dei messaggi e la ricezione delle notifiche funzionano nel medesimo modo. Il cambiamento maggiore quindi, oltre a quanto detto nel paragrafo precedente sul piano estetico, riguarda elementi profondi alla base del programma. Partiamo dal peso sulla memoria di sistema: mentre l’app originale porta con sé un servizio che si inserisce all’avvio del sistema da oltre 70 MB (che durante il normale utilizzo possono superare anche i 200), la versione Lite ha eliminato questo componente, ed in assoluto non arriverà a pesare più di una quindicina di MegaByte sulla RAM (una modifica che, è giusto sottolineare, si rispecchia in un tempo di apertura nettamente maggiore).
Inferiore di molto anche lo spazio necessario all’installazione, appena 1,74 MB (contro gli oltre 140 del normale Facebook per Android). Un aspetto fondamentale per i terminali di fascia bassa, generalmente dotati di poca memoria interna, che diventa ancora più importante tenendo conto che l’app in questione non può essere trasferita su una eventuale memoria SD esterna.


L’esperienza d’uso, sebbene sia chiaro come il software necessiti di qualche ulteriore aggiustamento (in particolare il sistema delle notifiche non è impeccabile), è già buona. Se su terminali di fascia alta la fluidità di Facebook e Facebook Lite rimane comparabile, scendendo su devices dalle specifiche inferiori l’app standard comincia diventare pastosa e piena di piccoli lag mentre la versione lite gira ancora in maniera discretamente fluida. Va detto che l’app lite non fa comunque miracoli e nonostante la corposa “dieta” cui è stata sottoposta, rimane comunque poco funzionale su terminali di bassissima fascia o con qualche anno sulle spalle.
I programmatori hanno optato per un compromesso al rialzo: sacrificando qualche ulteriore elemento grafico, si sarebbe potuto ottenere qualcosina di più, limitando però troppo questa versione. Una scelta di progettazione opinabile, ma chiara. Ultimo aspetto importante e positivo di questa nuova versione è il consumo di batteria, che grazie al taglio dei servizi in background, è ridotto di un buon 33% rispetto alla versione originale.

Facebook Lite Facebook Lite ci ha convinto. La riduzione del peso generale dell’applicazione sul sistema è notevole e rende l’app più adatta in particolare ai devices della fascia bassa del mercato. La grafica, nonostante le restrizioni applicate, risulta godibile anche rispetto all'originale ed i vantaggi in termini di funzionamento ed esperienza d’uso giustificano ampiamente il compromesso. Questa versione Lite rappresenta un’iniziativa intelligente, intrapresa con l’idea di garantire al maggior numero di utenti possibile una user experience semplice e gratificante. Una proposta condivisibile e pienamente riuscita, che speriamo veda presto l’arrivo del software anche nel Play Store italiano. Un’app consigliata a tutti gli utenti del social network, anche quelli in possesso di smartphone all’ultimo grido. In fondo, perché non risparmiare un po’ di preziosa batteria?