Recensione Asus Echelon

Le nuove cuffie di Asus per il gaming su personal computer sono un prodotto di buona qualità e dal design molto particolare.

INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Con un universo gaming fortemente incentrato sul multiplayer e sull'esperienza online, un sempre crescente numero di aziende sviluppa e produce cuffie e auricolari espressamente concepiti per il gioco in rete. All'esigenza di comunicazione dell'hardcore gamer di oggi, si aggiunge la necessità di poter giocare in notturna senza disturbare parenti, coinquilini e consorti. Anche Asus si lancia nel mondo delle cuffie per il gaming, con il modello Echelon pensato esclusivamente per i giocatori PC e per un pubblico in cerca di un dispositivo comodo e performante.

DESIGN E APPEAL

Sebbene la performance sia l'elemento principale di un acquisto ponderato e oculato, non possiamo negare che design e l'aspetto estetico siano elementi davvero importanti, quasi fondamentali al giorno d'oggi: girando per negozi o per la rete, non è insolito che la nostra attenzione venga catturata da un prodotto per il solo aspetto esteriore o per i suoi colori. Le nuove cuffie Echelon di Asus si distinguono bene in questo senso, con un design davvero accativante ed una colorazione urban-camo che strizza l'occhio al mondo militare e agli shooter, categoria ludica per la quale è pensato e costruito il nuovo dispositivo audio di Asus. Le Echelon sono realizzate in plastica ABS e polimeri leggeri, con giunture e innesti in alluminio per mantenere il dispositivo di output il più comodo e confortevole possibile: il feedback restituito dai materiali adottati per la costruzione è decisamente positivo. I padiglioni auricolari sono abbastanza grandi da avvolgere completamente le orecchie e non arrecar fastidio, pensando soprattutto ai (numerosi) possessori di occhiali o agli utenti più sensibili alle cuffie di grosse dimensioni. A lato dei padiglioni troviamo delle decorazioni in metallo tipo fibbia che aggiungono un tocco di classe al tutto, sempre facendo riferimento al mondo militare e del gaming. Le imbottiture sono molto soffici e ricoperte da un sottile strato di pelle sintetica, aggiungendo ulteriore morbidezza e confort. Il microfono è integrato nel padiglione sinistro e si può rotolare e srotolare all'occorrenza, per non averlo di fronte alla bocca quando non è necessario. Sul cavo telato della lunghezza di 2,5 m, si trova il regolatore del volume e il pulsante per spegnere e accendere il microfono, dotato come da prassi, di una comoda clip per agganciare lo stesso all'abito.

PROVA SUL CAMPO

Prima di inoltrarci nella parte tecnica e nella prova su strada occorre fare una dovuta precisazione: diversamente da tante altre cuffie pensate per l'utilizzo gaming, le Echelon di Asus non sono attive, ovvero non sono alimentate né amplificate. Questo si traduce in un suono molto pulito ma non particolarmente potente, specialmente su tonalità basse non piene e vibranti come quelle dei modelli alimentati tramite cavo USB. Il discorso è naturalmente relativo, visto che si basa sulle esigenze di ogni singolo utente: noi che non usiamo mai i dispositivi audio ad un volume eccessivamente alto, ci siamo trovati davvero benissimo, anche grazie ad una fedeltà audio davvero notevole. Le nuove Echelon dispongono di speaker al neodimio da 50 mm, in grado di regalare 100 dB di potenza audio. La risposta in frequenza è di 20 ~ 20000 Hz con un'impedenza di 32 Ohm circa. Tornando a quanto detto poco sopra, un modello amplificato riesce a raggiungere solitamente i 120 dB di picco, ma ciò non toglie che salendo di potenza c'è un maggior rischio di distorcere il suono, oltre che di arrecare danni all'udito (la soglia del dolore è 130 dB). Il microfono è bi-direzionale, per una ricezione del segnale audio sempre ottimale. Anche in questo caso i risultati delle nostre prove si sono dimostrati sempre positivi, con un'ottima qualità audio sia in ambito gaming che con i più comuni software di comunicazione audio, come Skype, TeamSpeak e Ventrilo. Sebbene le cuffie siano pensate per la piattaforma PC e per l'uso gaming, abbiamo avuto modo di provare le stesse con un più ampio ventaglio di hardware, a partire dalle console portatili fino a smartphone e lettori MP3. Per quanto concerne il test principale abbiamo provato le Echelon con i più recenti titoli del catalogo PC, come Bioshock Infinite, Crysis 3, Dead Space 3, Sim City e Starcraft II, ottenendo sempre un ottimo feedback con un audio pieno e coinvolgente; a questo si aggiunge una prova con PlayStation Vita (Persona 4 Golden e Need for Speed Most Wanted) e con Samsung Galaxy Note II, con un'ottima risposta anche in queste situazioni, sebbene gli auricolari si prestino ancora meglio per i dispositivi portatili, più che altro per la gestione delle tonalità basse e per questioni di isolamento acustico.

Asus Echelon Le nuove cuffie di Asus si confermano come una delle migliori scelte attualmente disponibili per il mercato PC, pur considerando la natura stereo delle stesse. Se non avete particolari esigenze e non intendete approcciare il gioco competitivo o l'e-sport, vi consigliamo di considerare l'acquisto di un paio di più comode cuffie stereo, piuttosto che di un modello con suono 3D a sei od otto canali, generalmente molto pesanti e più "difficili"da indossare durante lunghe sessioni di gioco. Certo i circa 90 € necessari per portarsi a casa il nuovo hardware di Asus non sono proprio popolari, ma comunque in linea con i prezzi dell'attuale mercato, nonché un costo del tutto giustificato dai materiali e dall'ottima costruzione del dispositivo. Unico neo delle Echeleon è un volume controller piccino e forse un po' troppo scomodo per un rapido intervento durante una concitata sessione di gioco all'FPS di turno.

8.5