Asus ROG Pugio: un mouse versatile e modulare, per mancini e destrorsi

Asus ROG Pugio è un mouse gaming che fa della versatilità il suo punto di forza, grazie anche alla scocca modulare.

recensione Asus ROG Pugio: un mouse versatile e modulare, per mancini e destrorsi
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

La parola d'ordine per gli ultimi mouse presentati da Asus è certamente modularità. Oggi prendiamo in esame una periferica piuttosto semplice nel design ma allo stesso tempo capace di plasmarsi in base alle necessità dell'utente, il ROG Pugio, a cui seguirà a breve anche la recensione dello Strix Evolve (dopo lo Strix Impact), che porta il concetto di modularità su un livello più alto. Anche il Pugio però, seppur in modo meno marcato, riesce ad offrire agli utenti una grande versatilità, configurandosi come un'ottima alternativa sia per mancini che per destrorsi. Non bastasse questo, la periferica dell'azienda taiwanese offre un sistema di illuminazione molto ben strutturato e un'esperienza d'uso positiva, ad un prezzo piuttosto equilibrato.

Tutto quello che serve e anche di più

Il mouse ROG Pugio viene venduto in un'elegante confezione dalle tonalità scure e con i colori tipici della gamma ROG. La scatola prevede anche un'apertura a scrigno tenuta chiusa con del velcro che permette così di vedere il prodotto prima di comprarlo. Per essere un mouse che punta sulla semplicità il bundle è decisamente ricco e comprende, oltre alla periferica, il classico manuale d'uso, un adesivo con il logo ROG, una sacca per il trasporto e un piccolo contenitore in plastica. Prima di parlare del suo contenuto andiamo ad analizzare il design scelto per questo Pugio, che nasconde più di qualche sorpresa. Asus ha utilizzato del policarbonato di ottima qualità per la realizzazione di questo mouse, che una volta toccato con mano trasmette da subito un'eccellente sensazione di solidità. La forma simmetrica è stata scelta appositamente per essere fruibile sia con la mano destra che con quella sinistra, di fatto le due metà della periferica sono speculari. Nella parte superiore si possono notare, oltre ai due tasti principali, anche la rotellina, sotto cui è collocato un ulteriore tasto, e un pratico selettore dei DPI. La parte posteriore invece si sviluppa in modo particolarmente tagliato, andando a formare una linea piuttosto particolare, da tenere in considerazione in fase di acquisto in base al tipo di presa che si utilizza. Parte posteriore che è caratterizzata anche dal logo ROG, illuminato grazie al sistema Aura, e da un'ulteriore striscia LED, molto evidente con la periferica accesa. Come detto in precedenza i due lati del mouse sono speculari e offrono due pulsanti e una superficie gommata per aumentare il grip. Proprio nei tasti laterali si trova una delle particolarità che distingue il Pugio dalla massa. Questi possono essere infatti rimossi e sostituiti con degli inserti in policarbonato contenuti nel piccolo astuccio fornito in dotazione.

La periferica può essere quindi utilizzata sfruttando quattro tasti laterali, oppure solamente due sul lato destro o sinistro a seconda della mano che impugna il mouse, oppure ancora senza tasti laterali. La versatilità del Pugio è dunque piuttosto evidente, per un mouse in grado di adattarsi molto bene a differenti contesti d'uso. La periferica si connette al computer attraverso un cavo telato di ottima qualità con la parte finale placcata oro. Non dimentichiamo inoltre che insieme agli inserti in policarbonato Asus fornisce anche due switch di ricambio per i tasti principali che si possono installare senza fare alcuna saldatura.

Caratteristiche tecniche, software ed esperienza d'uso

Il ROG Pugio offre un sensore da 7200 DPI (PixArt PMW 3330) da 150 IPS, capace di supportare un'accelerazione di 30 g. Gli switch sotto ai tasti principali possono resistere a 50 milioni di click e, se questo non bastasse, possono essere sostituiti facilmente, per una durata nel tempo che va ben oltre quella di utilizzo tipica delle periferiche da gioco. Il software chiamato a gestire il tutto è il ROG Armoury, una suite davvero completa e ben sviluppata, che permette di personalizzare al meglio la periferica. Si possono ad esempio impostare funzioni specifiche per ogni tasto salvando poi le impostazioni in diversi profili. La sezione del software dedicata alle prestazioni invece permette di impostare DPI, polling rate e accelerazione, ed è disponibile anche un'apposita utility per tarare il mouse in base alla superficie di utilizzo. Ma le opzioni non sono certo finite qui, visto che è presente una ricca sezione dedicata all'illuminazione, configurabile in tre diverse zone con 16,8 milioni di colori e diversi effetti visivi. Ricordiamo che il Pugio è compatibile anche con il sistema Aura Sync, che permette di sincronizzare l'illuminazione di tutte le periferiche Asus installate. ROG Armory presenta anche una sezione dedicata alle macro e una alle statistiche generali di utilizzo, per un software molto completo e con tutte le opzioni richieste dai gamer.

Uso quotidiano

Passando alla pratica, la nostra esperienza con il Pugio è stata positiva, a partire dal touch and feel, con materiali di eccellente fattura al tatto e un'ergonomia ottima, a patto di utilizzare una presa Claw o Fingertip grip. Il motivo è nella forma della scocca posteriore, molto tagliata, che non consente un comodo appoggio per il palmo della mano. Non si tratta di un difetto ma di una scelta precisa di Asus, che ha creato il Pugio per giocatori che prediligono determinate prese. Reattività e velocità di utilizzo sono ottime, così come anche l'illuminazione, molto precisa e totalmente configurabile. Ovviamente il numero limitato di tasti lo rende adatto principalmente a titoli sparatutto ed action, vero campo di battaglia per una periferica come questa, che si è comportata molto bene con tutti i giochi provati, da Ghost Recon: Wildlands a Prey.

Asus ROG Pugio Il ROG Pugio è un mouse versatile e ben realizzato, adatto principalmente agli sparatutto e ai titoli action, ma che si comporta in modo eccellente anche in ambiente Windows, dove però il suo sensore da 7200 DPI è sovradimensionato per il tipo di utilizzo. Ottimo il bundle e anche il pack di vendita è molto curato, per un prodotto sviluppato molto bene da ROG. Il prezzo di 89€ può sembrare alto per una periferica che fa della semplicità e della versatilità la sua ragion d’essere, ma la cura riposta nel suo sviluppo è palese e la presenza nel pack degli switch aggiuntivi consentirà di utilizzarla per molto tempo con in propri titoli preferiti.

8