Bose QuietComfort 35 Recensione: il suono del silenzio

Le Bose QuietComfort 35 sono delle cuffie con cancellazione attiva del rumore, in grado di isolare l'ascoltatore dal mondo esterno.

recensione Bose QuietComfort 35 Recensione: il suono del silenzio
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

L'ambiente urbano può essere molto rumoroso. Soprattutto nelle grandi città, dove l'inquinamento acustico si fa più pressante, ci sono situazioni in cui i suoni superano anche di molto la soglia del fastidio. Per ovviare a questi inconvenienti e fornire una soluzione semplice a questo problema basta spesso inforcare un paio di cuffie e coprire tutto con la musica, ma anche questo può non bastare. Ecco perché sul mercato sono disponibili cuffie con cancellazione del rumore, prodotti in grado attenuare, anche di molto, i suoni provenienti dell'ambiente esterno. Le Bose QuietComfort 35 sono un perfetto esempio di questa tecnologia, grazie alla sua ottima capacità di limitare i suoni provenienti dal mondo esterno. Queste cuffie si sono rivelate delle ottime compagne di viaggio, soprattutto in coppia con iPhone 7, visto che siamo di fronte a un prodotto completamente wireless, in grado di funzionare anche senza il jack da 3.5 mm.

Pack di vendita, design

Bose QC35 sono vendute all'interno di un pack di vendita sobrio ma completo, dotato di tutti gli accessori necessari al funzionamento del prodotto. All'interno troviamo infatti un utile astuccio porta cuffie, un po' ingombrante ma di qualità, che nasconde le cuffie stesse, il cavo jack per l'utilizzo in modalità wired, un cavo USB Micro USB per la ricarica, un adattatore con due jack da 3.5 mm per sistemi di intrattenimento in volo e i libretti di istruzioni e garanzia. Il primo contatto con le cuffie crea un forte déjà vu, visto che il design scelto ricorda molto il precedente modello, le QC25. I materiali sono al tatto ottimi e trasmettono un'ottima sensazione di qualità. I padiglioni e l'archetto sono ricoperti di nylon rinforzato in fibra di vetro, mentre all'interno dell'archetto troviamo l'acciaio inossidabile, che mette al sicuro le cuffie da danni anche dopo un lungo periodo di tempo. A contatto con l'orecchio e nella parte superiore dell'archetto Bose ha piazzato della pelle sintetica, molto morbida, mentre i padiglioni auricolari sono imbottiti con dei granuli di silicone per aumentare la riduzione passiva del rumore. A fare da cuscinetto tra il capo e l'archetto troviamo invece dell'Alcantara, che fa capire l'attenzione riposta dall'azienda americana nei materiali e, in generale, nella realizzazione del prodotto. Cuffie alla mano il peso, di 0.31 Kg, si fa sentire, ma una volta indossate sembra quasi di non averle. Rispetto al modello precedente il peso è aumentato ma rimane comunque molto contenuto, inoltre questo ha permesso di integrare una batteria per l'alimentazione del dispositivo, decisamente più comoda della pila AAA utilizzata in precedenza. I padiglioni sono ovviamente chiusi, per favorire la riduzione del rumore, e di tipo over ear, e sulla loro superficie troviamo diversi elementi importanti. Su quello destro è presente il tasto di accensione, che serve anche per effettuare il pairing con un dispositivo Bluetooth (purtroppo senza codec aptX), oltre al jack Micro USB e ai controlli per la riproduzione musicale. Il padiglione sinistro presenta invece esclusivamente il jack da 3.5mm, per utilizzare le cuffie anche con il cavo.

Bose Connect e sistema di riduzione del rumore

Le Bose QC35 sono state pensate per un utilizzo in mobilità, del resto la cancellazione del rumore è una tecnologia piuttosto inutile all'interno dell'ambiente domestico. Chiaro quindi che l'azienda americana si è concentrata sugli smartphone come sorgente principale per la musica riprodotta, ecco perché troviamo un'app dedicata alla gestione delle cuffie, disponibile per Android e iOS. Il nostro test è stato effettuato con iPhone 7 e iOS. In realtà le funzioni dell'app non sono poi molte e permettono una gestione molto basilare del prodotto. Da qui si possono infatti controllare i dispositivi associati, aggiornare il firmware o scegliere la lingua delle istruzioni vocali. Queste sono disponibili anche in italiano e all'accensione delle cuffie indicano lo stato della carica e il nome del dispositivo connesso. Il sistema di cancellazione del rumore funziona attraverso dei microfoni piazzati all'interno e all'esterno dei padiglioni, che captano i rumori ambientali e li inviano a dei chip proprietari, in grado di generare un segnale opposto che ne causa l'annullamento.

Esperienza d'uso

Bose ha fatto un ottimo lavoro con le QC35, riscendo a creare delle cuffie che immergono completamente l'ascoltatore nella scena sonora. Il perno dell'esperienza d'ascolto verte ovviamente sulla riduzione del rumore, a tratti davvero eccezionale. Inforcare le QC35 è piuttosto strano: una volta accese si ha quasi una sensazione di vuoto. Sembra quasi di trovarsi in alta montagna, con la neve ad attutire i suoni e a rendere tutto più "ovattato". Non tutti i suoni vengono completamente tagliati fuori; la tecnologia studiata da Bose si concentra soprattutto sulle frequenze alte e basse e sui suoni continui. Il massimo risultato lo si ottiene sul treno o in aereo, il cui rumore viene completamente cancellato. Le voci invece riescono a passare, almeno in parte, pur non consentendo di comprendere cosa dice l'interlocutore, a meno che esso non alzi molto il volume della conversazione. Purtroppo, la soppressione del rumore non è disattivabile né regolabile con le cuffie in modalità wireless, una scelta che potrebbe non piacere a tutti: ad esempio, utilizzandole in casa questa feature non è necessaria. Con il cavo invece basta semplicemente tenerle spente per ovviare al problema. Ricordiamo che il consumo della batteria avviene anche in modalità wired, con un'autonomia di circa 40 ore, mentre senza cavo Bose garantisce 20 ore di riproduzione, stime anche superate durante le nostre prove.
Sul fronte della qualità audio, non siamo certo al cospetto di cuffie per audiofili, ma la resa finale è davvero eccellente e riprende in pieno il tipico sound di Bose. Lo spettro sonoro è riprodotto in modo piuttosto equilibrato, senza enfatizzare troppo le frequenze alte e basse, lasciando spazio anche a quelle medie. Anche al massimo volume il suono non distorce mai, merito dell'equalizzazione in tempo reale applicata in base al volume di ascolto. Va detto però che difficilmente sentirete il bisogno di portare queste cuffie al limite. La soppressione dei rumori esterni permette un ascolto perfetto anche a un volume medio. Diverso il discorso quando si utilizza il cavo: in questo caso il volume massimo è inferiore, ma in generale è tutta la scena sonora a perdere, testimoniando come questa sia un'opzione da usare solo in casi di emergenza.

Per quanto riguarda l'ergonomia siamo ai massimi livelli. La pelle sintetica è molto morbida e non infastidisce mai l'ascoltatore, anche in presenza di occhiali da vista, mentre l'archetto non si sente praticamente in testa. Anche se non sono cuffie progettate per questo scopo, sconsigliamo l'utilizzo delle QC35 durante l'attività sportiva. Se con un utilizzo normale non abbiamo riscontrato problemi, in presenza di movimenti più concitati le cuffie tendono a cadere facilmente, un piccolo compromesso per garantire il massimo comfort durante l'utilizzo quotidiano.

Bose QuietComfort 35 Le cuffie Bose QC35 fanno esattamente quello per cui sono state pensate: portano l’ascoltatore in un piccolo mondo parallelo fatto di silenzio. In viaggio, non è raro inforcarle anche senza musica, solo per prendere una piccola pausa dai rumori ambientali, di molto attenutati anche in questo caso. Attivando la riproduzione musicale l’effetto è ancora più sorprendente, eliminando quasi del tutto i suoni esterni. Attenzione durante l’uso però, perché l’udito è un senso importante e tagliarlo fuori potrebbe portare a spiacevoli incidenti. In definitiva, le Bose QC35 sono ampiamente promosse e, pur non essendo un prodotto per audiofili, convincono su tutta la linea. Unico neo, come sempre quando si parla di Bose, è il prezzo, di 379.95€, di certo alto per il pubblico normale ma abbordabile per l’utenza business, vero target di riferimento per un prodotto di questo tipo.

8.5