Recensione HTC Incredible S

HTC Incredible S è un device completo e funzionale per tutti gli amanti di Android, con caratteristiche tecniche interessanti e un buon design.

Articolo a cura di

Specializzata nel soddisfare gli utenti con terminali performanti sin dal lontano 1997,HTC è divenuta negli ultimi anni una delle aziende di riferimento per qualità ed affidabilità nel settore mobile. A testimoniarlo ci sono le incredibili tappe evolutive all'insegna del successo con pda e smartphones d'alta ingegneria, affiancati da interfacce utente sempre all'avanguardia e capaci di stimolare l'interesse sia del tecnofilo più esuberante che degli odierni businessman stacanovisti.
Da pioniera degli "androidi" già con il primo Google Phone, HTC ha sempre affrontato le proprie scelte, mostrando ai suoi competitors ed al pubblico quanto fossero importanti risolutezza e coraggio per affermare un brand ed un'idea che lo alimenti costantemente, senza che il mare del mercato finisca per inghiottirlo. Ed è tenendosi stretta questo ragguardevole bagaglio che la compagnia taiwanese ha deciso di sviluppare la gamma smartphones 2011 comprendente il nuovo HTC Incredible S, uno dei discendenti dallo splendido Desire Hd che tanti consensi ha raccolto nell'ultimo quarto dello scorso anno.

"I mean I'm different" (Michael Jackson nel video di Thriller - R.I.P.)

Il nuovo arrivato non può che essere un terminale candy bar full touch con schermo da 4", non può non avere l'ultima versione di android ossia Gingerbread 2.3, tanto meno possono mancare multi touch, registrazione video hd, wifi b/g/n, 8Gb di memoria interna, lettore SD, DLNA, HSDPA 14,4 Mbps e tutti gli ultimi ritrovati in ambito mobile; ciò nonostante Incredible S è differente. Possiede carattere, e ciò non lo esime dal fatto che sia rocambolescamente disdegnato o apprezzato. Non ha il dual core, ma monta 768MB di Ram; tutti si battono per superare la soglia degli 8 mm di spessore mentre questo si ferma ad 11,7 ed in compenso è robusto, con una bombatura stilizzata sul retro, in gomma finissima, piacevole al tatto e comoda. Gli unici tasti fisici sono quello di avvio sul bordo superiore accanto al jack da 3,5" ed il tasto volume sul lato sinistro; essenziale e raffinata come scelta, forse un po' seccante se invece ci si trovi a dover premere il tasto di accensione per poi sbloccare lo schermo con una sola mano. Altrettanto opinabile il posizionamento della micro usb (versione 2.0) sul bordo sinistro in basso, a favore dell'impugnatura in orizzontale durante la carica ed abbastanza controproducente di contro per l'uso in macchina, quando magari il telefono è collegato all' accendi sigari e ci si vuole armeggiare per pochi istanti a mano singola. Per il resto ci sono i classici tasti capacitivi di moda su tutti i recenti smartphone android, insieme alle canoniche icone cerca, indietro, opzione ed home, sempre delineate da led bianchi, questa volta perfino "rotanti" anche se solo verso il lato sinistro.

S per Sense

Incredible S è un nome che punta molto in alto, e spesso questo riserva qualche rischio di troppo, specialmente se il prezzo consigliato incomincia a debordare dalla classe di appartenenza, ossia quella del centone sotto i top di gamma. 500 Euro incominciano ad essere un bel gruzzoletto, che permette ad esempio di riservarsi un primo dual core come il primogenito Dual di Lg, oppure può essere una fascia di prezzo soventemente scavalcata, se si  considera la vicinanza ai modelli di punta. Questi elementi potrebbero fungere da deterrente per un probabile acquirente, ma è invece rassicurante constatare come non sempre il più forte debba necessariamente essere il migliore. Incredible S, infatti, con il suo mono core Scorpion Snapdragon da 1Ghz e la sua Gpu Adreno 205 riesce tranquillamente a rivaleggiare con gli ultimi ritrovati grazie all'integrazione perfetta tra hardware e software. La cosiddetta usabilità quindi è ai massimi livelli, e trasuda da tutti quei piccoli accorgimenti che rendono unica l'esperienza HTC. In una parola: Sense UI. Questa nuova User Interface è il vero fulcro del terminale in questione e non ci deluderà mai: che si tratti di leggere un messaggio, navigare sul web, visualizzare contenuti multimediali o chattare con gli amici, Incredible S gestirà il tutto con rapidità, completezza e perfino stile. Inconsueto e simpatico è ad esempio il tasto a forma di pennello sulla dock dell'interfaccia, in basso a destra. Non è cosa comune occupare uno spazio così importante solo per la modifica del tema del telefono, visto che sarà sempre un'opzione richiamabile dalle impostazioni. Ma l'attenzione al particolare è la chiave di lettura della nuova Sense. Tramite la registrazione all' HTC Hub e Likes presenti nella lista applicazioni, sarà possibile scaricare gratuitamente tonnellate di temi, sfondi, suoni e persino profili pre confezzionati oltre a quelli già presenti sul telefono. State viaggiando? Bene Htc Incredible S sarà capace di cambiare aspetto per l'occasione fornendo in primo piano delle homescreens farcite di App specifiche per gli spostamenti come navigatore, orologi doppi e meteo, mentre a scalare riempirà le restanti pagine di altri widget utili per intrattenersi come musica e social network. Siete a lavoro? Non c'è problema. Non sarà necessario riorganizzare il telefono, basta solo richiamare il profilo lavoro per ritrovarsi di fronte alla propria scrivania portatile così come la desiderate. E come se non bastasse le modifiche che apporterete a suddetti profili saranno salvate automaticamente a partire dallo sfondo delle homescreens fino alla posizione esatta delle icone. In questo modo ogni momento della giornata, che sia lavoro, svago, sport o qualsiasi altra attività potrà essere accompagnato da un'altrettanta personalizzazione rapida del terminale, che ci permetterà di sfruttare al meglio le potenzialità del sistema, ulteriormente amplificate dalla vasta scelta di widget made in HTC, davvero ben realizzati ed accattivanti nelle animazioni, forse leggermente meno rifinite di quelle presenti ad esempio sull'ultimo Sensation; ma tutto sommato poco importa visto che scorrere i messaggi, le foto, il Friend Stream per i post da social network o la geolocalizzazzione istantanea sarà semplicissimo e non presenterà alcun impuntamento. Molto utili inoltre per le principali applicazioni come "Internet", "Galleria"o "Posta" la barra ad icone che compare in basso al posto del dock per evidenziare le ozioni disponibili e ridurre non di poco l'effetto disorientamento tipico di android, così come la personalizzazione di Htc del menù delle notifiche, che mette più in risalto le applicazioni recenti, richiamabili peraltro anche con la pressione continua del tasto home, soggiacenti alla mancanza di un vero e proprio Task manager per la gestione delle attività. Preziose non di meno alcune applicazioni precaricate nel telefono come "Locations", un set di mappe integrate col navigatore che ci garantirà una consultazione fulminea senza richiesta di connessione dati, le utility "Specchio" e "Torcia" che sfruttano la camera frontale da 1.3 megapixel ed il doppio flash led di quella posteriore, "Lettore" per consultare eBooks e "Trasferisci Dati" che ci procura in un attimo i contatti contenuti in telefoni precedenti grazie alla connesione bluetooth.

Credibilmente Incredibile

La dotazione, fino a questo punto, sembra davvero importante ed a questo proposito mancano ancora analisi dettagliate di schermo, fotocamera ed autoparlanti che purtroppo, ma ragionevolmente, nascondono delle riserve da evidenziare, altrimenti si finirebbe per trasfigurare quello che resta indubbiamente un ottimo telefono.
Il display è un WVGA dai colori molto fedeli e naturali, ma non possiede abbastanza contrasto essendo un Super LCD senza la tecnologia IPS o quella Super Amoled e ciò comporta una certa difficoltà soprattutto all'aperto sotto il sole, ed inoltre anche se l'assemblaggio è molto accurato, il vetro dello schermo trattiene troppo facilmente lo sporco che si addensa in incrostazioni che urtano con la sensibilità del touchscreen. La fotocamera, munita di doppio flash led, possiede un' ottica di ampio diametro, molto luminosa per essere montata su un telefono e sorprendente per la resa delle sfumature e dei dettagli, ma che purtroppo soffre per una certa lentezza nella ripresa dei filmati sino alla risoluzione di 720p, compressi per giunta in 3pg con almeno un buona campionatura audio stereo in AAC H.264. Vero tallone d'Achille sembra essere poi la qualità degli autoparlanti che offrono un'ottima definizione, annebbiata però da distorsioni sulle alte frequenze e da un leggero fruscio di fondo.
Menzione a parte merita l'utile led di stato sotto la griglia dell'autoparlante frontale e la batteria, da 1450 mAh, che stupisce per la durata in conversazione da ben 480 minuti e che discretamente arriva anche a spingere il terminale fino oltre la scontata giornata di utilizzo.
Non così incredibile risulta essere l'apparato telefonico, a causa del già citato problema degli autoparlanti ed alla velocità non proprio fulminea del riaggancio del segnale in 3g, la cui ricezione resta però sempre nella norma concedendoci sessioni online fluide anche il Flash Player attivo. La rubrica è sempre integrata con i diversi servizi di messaggistica ottimizzati da Htc e ciò rende l'esperienza Android possibilmente ancor più coesa, anche se l'integrazione dell'icona "cerca" direttamente all'interno della lista dei contatti avrebbe agevolato non di poco le scorribande tra i menù. Le tastiere poi sono forbite di tasti freccia per spostarsi più velocemente con il cursore, dotato come in iphone anche della lente di ingrandimento, che però alle volte diventa ingestibile per via di una scorretta calibrazione. Il feedback comunque si attesta su livelli molto alti e di rado ci capiterà di rallentare per un errore di digitazione.



Si ringrazia Euronics per aver fornito il materiale per la recensione.


HTC Incredible S Htc Incredible S è uno dei migliori telefoni venuti fuori dall'ultimo cascame di chip della scorsa generazione, ribattezzato con gli accorgimenti della nuova. Fotocamera da 8 megapixel, HSDPA da 14 Mbps e navigatore sono solo alcune delle funzioni incluse nel pacchetto, che scintilla soprattutto grazie alla solida interfaccia Sense: immediata, reattiva e ricercata. Ma sarà tutto oro quel che luccica? 500 Euro non saranno un po' troppi per un single core con tanta ram? E' una questione di esigenze personali. Fatto sta che HTC Incedible S resta sempre un ottimo smartphone, in grado di accompagnarci in ogni momento della giornata al massimo delle prestazioni, facendoci dimenticare da quanti core viene mosso il suo nobile sistema.

8