Huawei P10 Plus: smartphone di qualità dal design classico

Da Huawei arriva un ottimo smartphone che si differenzia per vari aspetti, oltre allo schermo, dal suo fratello minore P10.

recensione Huawei P10 Plus: smartphone di qualità dal design classico
Articolo a cura di

Anche quest'anno Huawei propone due smartphone di fascia alta per la sua linea P. Device che si differenziano non solo per la risoluzione e le dimensioni del display (Full HD da 5,1 pollici per il P10 e 5,5 QHD per il Plus), ma anche per una diversa batteria (3200 VS 3750 mAh) e per la presenza della porta infrarossi sul modello più grande. Inoltre varia anche la memoria con 2 GB di RAM e 64 GB di storage in più sul Plus; modello che monta anche un comparto fotografico leggermente migliorato vantando anche la certificazione IPX3 per la resistenza agli spruzzi d'acqua. Scopriamo, quindi, nel dettaglio tutte le caratteristiche del nuovo Huawei P10 Plus partendo dal suo design.

Huawei P10 Plus, design elegante ma poco innovativo

Il nuovo top di gamma del colosso cinese si presenta con un design curato in ogni minimo dettaglio, con forme però ormai sorpassate se si pensa, ad esempio, al Galaxy S8 di Samsung, con cornici in alto ed in basso dalle generose dimensioni, almeno per gli standard attuali. La costruzione è di ottimo livello con la monoscocca in alluminio ed un inserto in vetro sulla parte posteriore sotto cui sono alloggiate le due fotocamere. Buona l'ergonomia nonostante lo schermo da 5.5 pollici grazie ai bordi arrotondati e alla possibilità di ridurre l'interfaccia utente per l'utilizzo con una sola mano, per un device che però può risultare un po' scivoloso.
Occupiamoci ora di misure e colori; le dimensioni del P10 Plus sono di 153.5 x 74.2 x 6,98 mm per un peso di circa 165 g con varie colorazioni e finiture disponibili tra cui l'elegante Graphite Black, oggetto della nostra prova. Sul lato destro sono presenti i tasti per la regolazione del volume ed il tasto di accensione/blocco, leggermente zigrinato e contornato di rosso, con il cassettino estraibile per nano SIM e microSD posizionato a sinistra. Sulla parte inferiore, oltre al microfono principale ed allo speaker, troviamo la porta USB Type-C, con supporto OTG, ed il jack audio da 3.5mm. Infine sulla parte superiore sono stati inseriti il secondo microfono ed un sensore ad infrarossi per utilizzare lo smartphone come telecomando universale.
Sotto lo schermo è ora presente il sensore per il riconoscimento delle impronte, sempre veloce e preciso, che può essere anche impiegato per comandare lo smartphone in alternativa ai classici tasti funzione software di Android. Non dimentichiamo, infine, all'anteriore un piccolo LED di notifica RGB.

Caratteristiche tecniche con prestazioni al top

Iniziamo l'analisi delle caratteristiche tecniche di Huawei P10 Plus partendo dallo schermo, che a differenza del P9 Plus è ora di tipo IPS-NEO e non più AMOLED, ma con una risoluzione migliore, Quad HD 2560 x 1440, con una densità di 540ppi. Display protetto da un vetro Gorilla Glass 5 che risulta però poco oleofobico, con le impronte ben visibili anche al posteriore.
Il P10 Plus è spinto da un potente SoC HiSilicon Kirin 960, un octa-core con GPU Mali-G71 MP8; processore impiegato anche su Honor 8 Pro con 4 core Cortex A73 a 2.4 GHz e 4 A53 da 1.8 GHz, affiancato da ben 6GB di RAM e 128GB di memoria espandibile di tipo UFS 2.1, di cui circa poco meno di 20GB occupati da file di sistema. Ricordiamo però che alcuni Huawei P10 e P10 Plus montano memorie con prestazioni inferiori, equiparabili allo standard eMMC 5.1.
Passiamo ora al comparto fotografico sviluppato in collaborazione con Leica con due fotocamere sul retro dotate di stabilizzatore ottico, lenti SUMMILUX-H asferiche f/1.8 (non presenti sul P10), sensore laser per la messa a fuoco e doppio flash LED. Il sensore RGB ha una risoluzione di 12 megapixel, mentre quello monocromatico è da 20 MP. Il software dello smartphone integra i dati delle due fotocamere consentendo di scattare foto da 20 megapixel a colori. In generale questo tipo di configurazione permette di effettuare uno zoom 2x ibrido senza perdita di definizione ed inoltre è anche possibile scattare foto con effetto di sfocatura variabile. Ricordiamo però l'assenza dello zoom digitale quando si scatta a 20 MP.
Passando alla connettività non mancano l'LTE Cat.12, il WiFi a/b/g/n/ac dual band, Bluetooth solo 4.2, NFC, e GPS con supporto alla rete di satelliti Galileo.
La batteria è da 3750mAh ai polimeri di litio con SuperCharge che consente di raggiungere il 50% di ricarica in circa 30 minuti con il caricabatterie in dotazione (5V/2A, 4.5V/5A, 5V/4.5A), che permette una carica completa in un‘ora e 40 minuti circa. Ricordiamo infine la capsula auricolare che svolge anche la funzione di secondo altoparlante (solo per le alte frequenze e a volume ridotto), offrendo così un suono stereo, ed il DTS attivabile utilizzando le cuffie. Auricolari di discreta qualità presenti nella confezione insieme ad una cover trasparente in plastica ed una pellicola protettiva già pre-applicata sullo schermo.

Software: Android 7 con interfaccia Emui 5.1

A livello software, il P10 Plus monta Android 7.0 Nougat, con interfaccia proprietaria Emotion UI 5.1 e diverse app già preinstallate (da Facebook a TripAdvisor). Ricordiamo inoltre il simpatico software Quick di GoPro per la creazione di video in automatico utilizzando le foto scattate dallo smartphone. Il sistema operativo del P10 Plus, come da tradizione del brand cinese, è ampiamente personalizzabile dall'utente utilizzando i numerosi temi disponibili, ricco di funzionalità e con la possibilità di abilitare anche l'app drawer. Tra le varie funzioni utili ricordiamo ad esempio la user interface semplificata, il passaggio intelligente tra Wi-Fi e rete mobile e la possibilità di duplicare gli account utente su Facebook e Whatsapp.
Non manca il "tasto menù veloce" con varie scorciatoie e le gesture tramite le nocche (per effettuare screenshot o avviare il multi-windows). Ricordiamo anche le numerose impostazioni di risparmio energetico e la nota utility "Gestione telefono" per l'ottimizzazione dello smartphone, con antivirus incluso. Infine non manca l'applicativo per il fitness di Huawei "Benessere" con contapassi integrato, non sempre molto preciso, e il filtro anti molestie presente per chiamate e messaggi.

Esperienza d'uso

Nell'uso quotidiano il P10 Plus si è sempre dimostrato molto fluido con un rapido avvio delle applicazioni; ottime le performance su Chrome e nei giochi più pesanti come Asphalt Xtreme. Per quanto riguarda i benchmark, su AnTuTu questo smartphone totalizza 131588 punti, mentre su Geekbench fa registrare 1863 punti in single core e 5987 in multi core. Nessun problema per quanto riguarda la memoria interna del nostro sample, con una velocità di lettura attorno a 600 MB/s e scrittura di 140 MB/s.
Passando al display, si tratta di un LCD di ottimo livello con ampi angoli di visione, una luminosità elevata, una buona leggibilità alla luce del Sole ed un'estesa gamma cromatica. Non manca la possibilità di regolare la temperatura colore e attivare la funzione per ridurre l'affaticamento visivo.
Nessun problema dal comparto telefonico con una buona resa di entrambi gli speaker che funzionano anche in modalità stereo. Concludiamo con la batteria non removibile che riesce a garantire un'autonomia di un giorno con un uso intensivo dello smartphone (con quasi 5 ore di schermo acceso) senza utilizzare le ottime funzionalità di risparmio energetico disponibili; con un uso più attento si arriva anche a due giorni. Infine il prezzo, il P10 Plus è acquistabile ad un prezzo di listino di 829 euro, ma è già reperibile online intorno ai 630 euro.

Prestazioni delle fotocamere

Giudizio molto positivo anche dal comparto fotografico sviluppato in collaborazione con Leica. Gli scatti con questo smartphone (ne trovate altri nella gallery) risultano infatti molto dettagliati con colori naturali e con una veloce messa a fuoco. Ottime le fotografie in bianco e nero e le macro.
Di buon livello anche le foto in condizioni di bassa illuminazione grazie all'apertura f/1.8 ; segnaliamo però qualche perdita di dettaglio e una gestione della luce non sempre realistica da parte del software della fotocamera, con le immagini che appaiono in alcuni casi eccessivamente luminose. Per quanto riguarda la regolazione della sfocatura dopo lo scatto, questa risulta ben riuscita nella maggior parte dei casi con la possibilità anche di applicare dei simpatici filtri. Buono il giudizio sulla camera anteriore dotata di apertura f/1.9 e autofocus, con qualche problema però nella gestione delle alte luci.
Passiamo ai video con risultati molto positivi, ma non allo stesso livello delle foto. Video con una risoluzione anche 4K a 30fps e Full HD a 60fps, ma con una stabilizzazione non sempre perfetta. Occupiamoci ora dell'interfaccia della fotocamera che riprende la stessa impostazione di altri prodotti Huawei. Attraverso uno swipe verso destra è possibile accedere alle varie modalità di scatto, tra cui l'HDR non automatico, Panorama, Notturno, Bianco e nero e Yummy per scattare foto al cibo. Nella schermata principale è possibile attivare la modalità Pro per la regolazione dei vari parametri di scatto (disponibile anche il formato Raw) oltre all'Apertura ampia, per sfocare lo sfondo anche nei video, la modalità ritratto (con effetto sfocatura anche per la camera frontale), setting colori e filtri in tempo reale.

Huawei P10 Huawei propone per il 2017 uno smartphone top di gamma dalle ottime prestazioni in tutti i comparti e con un prezzo in rapida discesa. Un device ben costruito, dall’ottimo hardware e con un sistema operativo ricco di funzionalità. Il produttore cinese, a differenza dei suoi diretti concorrenti coreani, ha scelto un’impostazione più tradizionale sia nel design, con ampi bordi superiori ed inferiori, sia nello schermo (purtroppo non Amoled e poco oleofobico) con un pratico sensore per le impronte frontale utile anche a comandare lo smartphone. Soluzioni che puntano in generale sull’usabilità e meno sull’innovazione più spinta. Peccato per la mancanza della certificazione IP68 e per l'assenza sul mercato italiano della versione Dual Sim.

8.6