Recensione Logitech z200

Una soluzione audio economica, per delle performance di grande qualità.

INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di
Alessandro Sordelli inizia la sua avventura videoludica ereditando un leggendario Commodore 64 a cassette magnetiche, computer che gli apre le porte ai giochi di ruolo e tutto ciò che è fantascienza. Pur nutrendo da sempre un particolare amore per la piattaforma PC, non disdegna il panorama console. E' in giro su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Quando si parla di periferiche audio in ambito videoludico - o prettamente informatico - si è soliti arginare il discorso alle periferiche personal, ovvero alle cuffie e auricolari, senza pensare che l'utente medio passa molto più tempo a giocare, ascoltare musica e guardare film con un normale impianto audio stereo. I dispositivi auricolari sono infatti scomodi alla lunga, a causa dell'eventuale presenza di cavi, per via del peso, della discreta difficoltà nel calibrare le equalizzazioni, offrendo un approccio certamente meno naturale rispetto a quello dell'audio magnetodinamico casalingo. In ambito PC, Logitech vanta una certa esperienza negli impianti di diffusione sonora, proponendo una gamma di prodotti adatta ad ogni esigenza ed utilizzo. Gli speaker stereo z200 di cui vi parliamo oggi sono tra i più piccini della famiglia svizzera, ma sembrano non invidiar nulla a prodotti ben più costosi e blasonati. Vediamo cosa hanno da offrire questi altoparlanti stereo ad un pubblico amante del gaming e del multimediale.

MATERIALI E ASSEMBLAGGIO

Molto sobrie nella forma, le z200 riescono a mettere in mostra un design interessante e azzeccato, certamente adatto alle più svariate soluzioni d'arredamento. Angoli e spigoli non sono vivi ma arrotondati, assecondando così la forma circolare degli speaker montati sulla scocca in plastica. Le dimensioni sono considerevoli per un prodotto di questa fascia: 241,2 mm x 90 mm x 124,07 mm, pesanti, massicce e robuste al tatto. Ogni satellite monta due trasduttori da 63mm, di cui uno attivo e uno passivo, in grado di erogare 5W RMS e 10 di picco (valori nominali). Il cavo è lungo 180cm, così da adattarsi anche alle soluzioni più estreme e particolari. Sul satellite di destra è presente la manopola per la regolazione del volume (che accende e spegne la periferica), output jack 3,5mm per le cuffie e input analogo per la connessione di un lettore MP3 o similare. Sul lato troviamo anche la rotellina di controllo dei toni, grazie al quale possiamo regolare i bassi e aggiungere profondità al suono. Il sample giunto negli uffici di Everyeye è bianco, ma Logitech offre anche un più classico e sobrio modello nero, in plastica lucida come da tradizione della casa di Romanel-sur-Morges.

TEST DEL SONORO

Come diffusori audio di fascia medio/bassa, gli z200 Logitech offrono una qualità sonora di buon livello, priva di particolari sbavature. Le tonalità basse sono piene e sufficientemente potenti (soprattutto considerando l'assenza di altoparlanti woofer), così come i toni medi; sulle alte frequenze invece riteniamo che si potesse fare qualcosa di meglio, magari sostituendo gli altoparlanti midrange in polipropilene con qualcosa in grado di coprire una più ampia gamma di frequenze. Con gli sparatutto e i giochi d'azione, caratterizzati da un comparto audio fortemente tridimensionale, siamo riusciti a trovare in z200 una valida alternativa stereo, a supporto del gioco single player e multiplayer: generi come RPG o Indie game, ne escono valorizzati per colonna sonora e sound ambientali fedelmente riprodotti. Quasi assenti i fruscii di sottofondo, mentre rileviamo distorsioni del suono solo a volumi decisamente elevati. Abbiamo effettuato dei test sonori anche con alcuni film in formato Blu Ray, constatando la buona qualità della periferica anche in ambito multimediale. Star Wars Episodio III si è dimostrato ottimo sotto ogni punto di vista, specialmente grazie all'equalizzazione davvero perfetta; meno intrigante è stato l'approccio con The Hobbit, un Viaggio Inaspettato e Matrix Reloaded, soprattutto a causa di un pattern di toni alti poco incisivo e non molto brillante.

Logitech z200 Contenuti nel costo, decisamente interessanti nelle prestazioni: gli z200 di Logitech sono un prodotto davvero interessante, che a fronte di un costo alla portata di tutti - sono infatti pochi gli speaker di buona qualità e discretamente potenti sotto ai 25-30€ di prezzo - si propongono come una valida ed efficace alternativa per un pubblico di ogni tipo, dal gamer in cerca di un sound a due canali immersivo e pulito, all'utente occasionale che vuole godere di film, video o di buona musica direttamente dal proprio computer. L'unico aspetto vincolante è certamente la dimensione, perché i 24cm di altezza rendono gli z200 degli speaker decisamente sovradimensionati rispetto ad altri prodotti dello stesso marchio o della concorrenza, un device multimediale che potrebbe non adattarsi a tutte le scrivanie o soluzioni d'ufficio.

8