Recensione Mediacom PhonePad Duo S470

Lo smartphone di Mediacom è caratterizzato da un costo contenuto e dalla buone performance, grazie anche al comparto software curato e ampiamente personalizzabile, adatto a diverse eisgenze.

recensione Mediacom PhonePad Duo S470
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Nell’ambito dell’elettronica di consumo, e ancora di più in quello degli smartphone, capita davvero di rado di mettere le mani su dispositivi sviluppati da aziende italiane, come nel caso del Mediacom PhonePad Duo S470. Si tratta di un telefono leggero ed economico, reperibile online a una cifra che si aggira intorno ai 120€, dotato di quel qualcosa in più che lo distingue dagli altri device della stessa fascia di prezzo, molto simili tra di loro per specifiche tecniche. Inutile dire che non ci troviamo di fronte a un dispositivo in grado di offrire performance comparabili a quelle di terminali dal costo più elevato, ma alla fine per un utilizzo quotidiano e senza troppe pretese, questo S470 si è rivelato uno smartphone dalle indubbie qualità, soprattutto se rapportate al costo d’acquisto. Vediamo nel dettaglio cosa ha convinto di più e cosa meno di questo entry level firmato Mediacom.

Design ed ergonomia

PhonePad Duo S470 è disponibile all’acquisto in due diversi colori, Gold e Dark Blue. Il sample di prova che abbiamo utilizzato è di colore blu, che preferiamo al forse troppo appariscente modello color oro. Le linee sono semplici ma anche abbastanza eleganti, donando al dispositivo un look curato e non troppo appariscente. La qualità costruttiva generale è buona, anche se in alcuni elementi si nota l’economicità del dispositivo, come nella back cover, realizzata con una plastica piacevole al tatto ma all’apparenza piuttosto delicata, o come nel vetro a protezione del display, che sembra raccogliere più ditate del dovuto, forse a causa della mancanza di trattamenti per limitare questa problematica. Niente di grave comunque, si tratta di piccole imperfezioni presenti in moltissimi dispositivi nella stessa fascia di prezzo, che non rovinano assolutamente l’esperienza d’uso.
Passando alla descrizione del dispositivo, alcuni elementi sono da considerarsi assolutamente inediti in questa fascia di prezzo. Nella parte frontale troviamo infatti, oltre alla capsula auricolare e alla fotocamera frontale, anche in comodo flash LED, utile per effettuare scatti in ogni condizione di luminosità. Appena sotto al display sono anche collocati tre tasti capacitativi, i soliti presenti nei terminali Android ma non sempre disponibili in questa fascia di prezzo. Nella parte posteriore invece trovano spazio, oltre al logo Mediacom centrale, la fotocamera principale, un flash LED e un microfono. Nel lato sinistro non è presente nulla da segnalare, mentre in quello destro sono disponibili il classico tasto per l’accensione del terminale e il bilanciere del volume. A proposito dell’audio, nella parte bassa del dispositivo sono collocate due griglie, una delle quali nasconde l’altoparlante mono, di qualità piuttosto bassa. Sul bordo superiore sono invece posizionati il jack audio e la presa Micro USB per la ricarica. Una volta rimossa la back cover, è possibile osservare la batteria removibile, lo slot per la micro SD e il doppio alloggiamento per SIM card.
Le dimensioni sono relativamente contenute, con un’altezza di 137 mm, una larghezza di 68 mm per uno spessore di 8.1 mm, il tutto con un peso di 137 g. Durante l’utilizzo il terminale è risultato davvero comodo, merito anche del peso contenuto, che permette una maneggiabilità elevata.

Caratteristiche tecniche

Mediacom è stata piuttosto attenta nella scelta delle componenti da utilizzare in questo terminale, che hanno portato alla realizzazione di un dispositivo non certo potentissimo ma equilibrato. Troviamo infatti una CPU Mediatek MTK6582M, un Quad Core da 1.3 ghz con GPU ARM Mali-400 MP2, coadiuvato da 1 gb di RAM e 8 Gb per la memoria interna, espandibile fino a 32 Gb mediante una comune Micro SD. Lo schermo è da 4.7” di tipo IPS con una risoluzione di 1280x720 Pixel, una risoluzione più che adeguata per un prodotto economico come questo. Il connubio CPU + schermo HD ha permesso di arrivare a 18.316 punti su AnTuTu.
Per quanto riguarda le fotocamere, sulla carta ci troviamo di fronte a un hardware di tutto rispetto, con una camera principale da 13 Megapixel e una secondaria da 5 Megapixel, entrambe dotate di flash LED. Standard invece la connettività, con supporto al Wi-Fi, al Bluetooth e al GPS, il tutto valorizzato dal supporto al dual SIM. I sensori installati sono quelli di luminosità, di prossimità e l’accelerometro, mentre la batteria ha una capacità di 1800 mAh.

Software

Molto spesso i produttori intasano i propri terminali con personalizzazioni di sistema invasive e inutili. L’approccio scelto da Mediacom rappresenta una giusta via di mezzo, in grado di accontentare tutti. Questo perché, una volta avviato il terminale, ci si rende subito conto dei molti software preinstallati, molti dei quali decisamente utili, tutti però eliminabili facilmente dall’utente, trasformando il software in una versione quasi stock di Android KitKat 4.4.2.
A ben guardare però, anche chi desidera un sistema il più originale possibile difficilmente eliminerà tutte le app, visto che molte di quelle presenti al primo avvio sono tra le più diffuse e sfruttate. Scorrendo il drawer, nella prima schermata segnaliamo la presenza dei Adobe Acrobat, di un file manger e dell’app ufficiale di Facebook, tra le più utilizzate in ambito mobile, senza dimenticare “Firewall”, che consente di filtrare le chiamate in arrivo in base al contatto. Nella seconda troviamo invece GPS Test Plus per verificare il Fix del GPS, un hub per prendere le note e l’applicazione Healt, che si rifà a quelle presenti sui top di gamma degli ultimi mesi, permettendo addirittura di rilevare la frequenza cardiaca attraverso il flash anteriore. Messo a confronto con un Fitbit Charge HR, lo scarto è di circa una decina di battiti in meno per il Mediacom, per una funzione probabilmente più appariscente che utile, anche se l’app Healt permette anche di tenere il conto dei passi effettuati durante il giorno (tramite accelerometro), delle calorie bruciate e dell’acqua bevuta. La terza pagina del drawer offre diverse app interessanti, prima fra tutte una gradita sorpresa, la tastiera SwiftKey, senza però dimenticare Skype, Viber, Spotify, Shazam e la radio FM, una funzione spesso snobbata ma sempre molto apprezzata. L’ultima pagina vede invece la presenza di WhatsApp, onnipresente in ogni smartphone, e di WPS Office. Siamo dunque di fronte a un parco software ricco, che permetterà a chi acquista il telefono di non dover perdere più tanto tempo a installare i programmi più utilizzati.
A livello di interfaccia troviamo il supporto per i temi, pochi a dire il vero, per il resto invece l’OS messo insieme da Mediacom risulta essere molto simile a quello stock, visto che di default non è possibile nemmeno ordinare le app all’interno del drawer. Interessanti le funzionalità a schermo spento, che permettono ad esempio di attivare lo smartphone con un doppio tap, oppure di entrare direttamente nella schermata del dialer disegnando una “C”, o in quella dei messaggi con una “M”, tutte scorciatoie che fanno risparmiare qualche secondo durante l’uso.
In generale, siamo di fronte a un parco software molto completo ma anche ampiamente personalizzabile, visto che tutto può essere mantenuto così com’è oppure si possono eliminare le app non desiderate.

Esperienza d'uso

Nonostante il prezzo di vendita decisamente basso, possiamo già da ora affermare che il PhonePad Duo S470 compie il suo lavoro in modo egregio. Il sistema operativo è fluido nell’utilizzo, merito anche della personalizzazione a livello di interfaccia grafica, quasi nulla, che rende l’OS leggero da gestire. La navigazione internet, utilizzando il browser stock, presenta qualche rallentamento di troppo, ma basta utilizzare Chrome e le performance raggiungono un livello decisamente soddisfacente. L’audio che fuoriesce dalla capsula auricolare è a un volume accettabile, anche se le conversazioni risultano leggermente ovattate, mentre la potenza dell’altoparlante di sistema è buona, anche se con una qualità piuttosto bassa.
Lo schermo mostra immagini pulite, anche se la luminosità non è certo una delle più alte in circolazione. Soddisfacenti gli angoli di visuale: se è vero che inclinando il dispositivo si assiste a un certo degrado dei colori, d’altro canto anche con inclinazioni piuttosto estreme le immagini vengono sempre visualizzate e rimangono pienamente comprensibili, per cui lato display non ci si può lamentare.
Per quanto riguarda il versante fotografico, l’ampio sensore da 13 Megapixel frontale scatta immagini di dimensioni ragguardevoli, anche se la qualità generale delle foto non è certo paragonabile a quella di device dotati di sensori simili per dimensioni ma di maggiore qualità. Gli scatti presentano una leggere pastosità, anche in condizione di luce favorevole, ma alla fine il risultato è accettabile, soprattutto se si pensa al costo del terminale.
Capitolo batteria: con un utilizzo medio non avrete problemi ad arrivare a fine giornata, mentre nell’uso intenso, con svariate mail, messaggi di WhatsApp, foto e qualche partita a titoli piuttosto pesanti da un punto di vista grafico, l’autonomia scende piuttosto velocemente. A proposito del gioco, il PhonePad Duo S470 ha sorpreso decisamente, visto che è riuscito a gestire senza problemi Asphalt 8, Sonic Dash e Modern Combat 5, per cui anche un pubblico giovane potrebbe pensare a questo smartphone se è in cerca di un prodotto in grado di far funzionare la maggior parte dei giochi dello store Android.

Mediacom PhonePad Duo S470 Mediacom PhonePad Duo S470 è un dispositivo adatto sia a chi cerca uno smartphone da usare tutti giorni senza troppe pretese, sia agli utenti che desiderano fare qualche partita ogni tanto ai titoli Android ma hanno un budget limitato. Lo schermo si è rivelato valido e al di sopra della media di categoria, mentre le fotocamere, pur spremendo il massimo dall'hardware a disposizione, pagano lo scotto della fascia di prezzo bassa, anche se alla fine, proprio per questo, non si possono certo pretendere foto di altissima qualità. In definitiva, il PhonePad Duo S470 è una valida e funzionale alternativa agli smartphone dei soliti grandi nomi, che spesso, a parità di usabilità, costano decisamente di più.