Recensione Mediacom PhonePad X520U

Qualità costruttiva e design sono i punti forti dello smartphone Mediacom, che tuttavia non riesce a spiccare dalla massa, visti i molti concorrenti della fascia media, sempre più ricca di alternative.

recensione Mediacom PhonePad X520U
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Mediacom è una realtà molto radicata all'interno della grande distribuzione italiana. Centri commerciali e grandi catene di elettronica sono partner molto importanti per un'azienda e sono un veicolo perfetto per far arrivare i propri prodotti ai possibili acquirenti. Acquirenti che potrebbero vedere nel PhonePad X520U una valida alternativa ai modelli più costosi, grazie anche a una linea e a una cura per il design non facile da trovare in queste fasce di prezzo. Certo, sul versante hardware non siamo di fronte al modello più evoluto disponibile in commercio, ma questo smartphone di Mediacom riesce comunque a dire la sua, con un'esperienza d'uso nella media e, in fondo, priva di veri difetti. Purtroppo, il prezzo della proposta dell'azienda italiana pone il PhonePad X520U in una posizione poco invidiabile, visto che a 199€ le alternative non mancano di certo.

Design, ergonomia e accessori

Sul fronte del design lo smartphone di Mediacom esprime il massimo delle sue potenzialità. La scocca è realizzata in metallo, con i bordi smussati e dei piccoli inserti in plastica per migliorare la ricezione. La backcover invece è in policarbonato, con una texture piuttosto particolare, che ne migliora il grip. Osservando lo smartphone, il colpo d'occhio è notevole, ma una volta preso tra le mani le sensazioni sono ancora più positive. Grazie al peso di soli 123 g, l'X520U è leggero da trasportare e da utilizzare, mentre lo spessore di 6.85 mm lo rende estremamente maneggevole. Le restanti misure sono di 141.3 mm di altezza e 70.6 mm di larghezza.
Nella parte frontale troviamo il display, la capsula auricolare, la fotocamera secondaria e i sensori di prossimità e di luce ambientale. Nonostante l'ampio spazio sotto allo schermo, non sono disponibili tasti fisici, sostituiti da un LED di stato. Sul lato destro sono collocati il tasto di accensione e il bilanciere del volume; sul bordo superiore è disponibile un jack da 3.5", in quello inferiore l'altoparlante di sistema, la porta Micro USB e un microfono. La backcover mostra il logo Mediacom al centro, con la fotocamera e il flash LED nell'angolo in alto a sinistra. Una volta rimossa la cover, è possibile osservare la batteria, lo slot per la Micro SD e il doppio alloggiamento per SIM, che supportano al massimo lo standard HSDPA, niente LTE. Piccola particolarità nella confezione di vendita: all'interno è compreso un auricolare con cavo flat, che non presenta però i gommini sostitutivi per le cuffie. Quelli installati di default sono piuttosto grandi e non consentono di indossarli in maniera ottimale, anche se questo fattore varia da utente a utente.

Caratteristiche tecniche

Mediacom X520U è basato sul SoC MediaTek MT6592m, un Octa Core A7 cloccato a 1.4 GHz. Si tratta di un processore uscito all'inizio del 2014, che nel benchmark AnTuTu ha fatto segnare un punteggio di 28.753. Il mancato supporto all'LTE, sempre più diffuso anche in Italia, testimonia come non si tratti di un modello recente, anche se le performance sono comunque buone con Android. La RAM installata è di solo 1 GB, pochi se si guarda alle alternative nella stessa fascia di prezzo, che ne includono spesso 2 GB. La memoria interna è di 16 GB, espandibili tramite una Micro SD da massimo 32 GB, per cui se avete necessità di trasportare grandi quantitativi di dati potreste essere limitati. In quanto al display, interessante l'utilizzo di un pannello OLED da 5" con risoluzione di 1280x720 pixel. Questo pannello garantisce una buona resa generale, con i colori non troppo saturi e ovviamente neri assoluti. Niente male il comparto fotografico, con una camera da 13 Megapixel posteriore dotata di flash e una da 5 Megapixel anteriore. Sul fronte connettività, troviamo l'HSDPA, il Wi-Fi b/g/n, il GPS e il Bluetooth 4.0, oltre al già citato supporto per lo standard dual SIM. Visto anche lo spessore ridotto, Mediacom ha dotato il suo terminale di una batteria da 2050 mAh, un amperaggio di certo non molto elevato.

Software

Il sistema operativo scelto dell'azienda italiana per questo smartphone è Android 4.4.2. Già annunciato l'arrivo di Lollipop, ma per ora siamo ancora fermi qui. Sul fronte app, la personalizzazione è piuttosto intensa, non tanto per le funzionalità aggiuntive quanto per la presenza di molte app installate di default. Molte di queste sono tra le più diffuse e utilizzate, come Skype, Viber, Spotify, Shazam o Whatsapp, per cui non dovremo installarle manualmente al primo avvio. Ovviamente, si possono tranquillamente rimuovere, per cui non ci sono limiti particolari sotto questo aspetto. Anche SwiftKey è già installato, fornendo una valida alternativa alla classica tastiera Android. Per la gestione dei documenti Mediacom ha scelto WPS Office ed è presente anche un pratico file manger. In generale, l'idea di fornire un terminale già pronto all'uso, senza il bisogno di installare le app maggiormente utilizzate, non è male, soprattutto per gli utenti meno esperti. Resta il fatto che cinque client di messaggistica sono forse troppi, costringendo poi l'utente a dover eliminare tutto ciò che non usa.
Tra le app proprietarie troviamo Healt, che riprende, in modo molto semplificato, i software per il monitoraggio dell'attività fisica dei terminali più costosi, controllando i passi effettuati durante il giorno (tramite accelerometro), le calorie bruciate e poco altro. App Manager permette invece di ottimizzare lo smartphone, gestendo le app in esecuzione in background, spostandole anche su Micro SD e ottimizzando la memoria interna, quest'ultima una procedura abbastanza inutile all'atto pratico. Molte della componenti che vanno a formare l'OS sono identiche a quelle stock disponibili nelle versioni pure di Android, a partire dalla galleria e passando per il drawer, mentre sono aggiunte gradite quelle che riguardano l'utilizzo del telefono a schermo spento, anche se non è possibile attivarlo con un doppio tap. Completa anche l'app per la fotocamera, anche se l'interfaccia non è delle più intuitive.

Esperienza d'uso

I pregi più evidenti di questo smartphone sono senza dubbio il design e l'ergonomia. Il peso e lo spessore ridotto, uniti al display da 5", rendono il telefono molto maneggevole e partico da usare. Nonostante il processore sia in grado di far giare bene l'OS, durante la prova qualche rallentamento è venuto fuori, complice probabilmente l'unico gigabyte di RAM a disposizione, che limita l'immagazzinamento delle app nella memoria veloce. Un vero peccato, perché con un piccolo sforzo in più Mediacom avrebbe potuto fornire un'esperienza d'uso migliore, allungando anche il ciclo di vita del prodotto. Positiva invece l'esperienza con le fotocamere e con lo schermo. Gli scatti con la camera principale non sono perfetti, ma i risultati finali sono comunque apprezzabili, specie in questa fascia di prezzo. Ottimo il display, che sfrutta al meglio le peculiarità dei pannelli OLED senza però spingere troppo sulla saturazione dei colori, che spesso rende le immagini più d'impatto ma mina la resa finale con una fedeltà sotto alla media. Sul fronte gaming non si evidenziano criticità, Asphalt 8 è perfettamente giocabile, magari non a frame rate elevati ma rimane comunque godibile, segno che l'ottimizzazione dei titoli Android è ormai molto buona, anche sulle soluzioni di medio-basso livello. Considerato il basso amperaggio della batteria, i risultati sono buoni e si riesce ad arrivare a sera senza troppi problemi, però con un utilizzo intenso vengono fuori tutti i limiti del caso, costringendo l'utilizzatore a caricare il telefono qualche ora prima della fine della giornata.

Mediacom PhonePad X520U Il Mediacom X520U è un terminale che fa dell’aspetto visivo e della maneggevolezza i suoi punti forti, che sapranno farsi valere all’interno dei punti vendita. Il prezzo purtroppo lo colloca in un segmento molto affollato, con alternative molto valide, come Motorola e i brand cinesi, pronti a dar battaglia. L’ottimizzazione software non eccezionale e la presenza di un solo gigabyte di RAM sono penalità da non sottovalutare, soprattutto per l’utenza più esperta, minoritaria ma comunque consistente, che probabilmente non vedrà di buon occhio le scelte fatte sotto il profilo hardware. Peccato, perché lo schermo e le fotocamere sono di buon livello, come anche la qualità costruttiva, tutte caratteristiche che hanno il loro peso nelle scelte d’acquisto, soprattutto nell’utenza meno smaliziata.

6.5