Recensione Microsoft Lumia 640

Caratteristiche tecniche equilibrate, design curato e ottimo rapporto qualità/prezzo: ecco il Lumia 640, il device più interessante uscito negli ultimi mesi nel panorama Windows Phone.

recensione Microsoft Lumia 640
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Gli smartphone Lumia godono di una buona fama nella fascia bassa del mercato. Non che in quella alta non ci siano alternative sia chiaro, però le performance dei modelli meno costosi fanno degli stessi un'ottima alternativa agli smartphone a basso costo basati su Android. È per questo che nell'ultimo periodo Microsoft ha puntato molto su questo segmento, lanciando una serie di smartphone basati su SoC Snapdragon 200. Abbiamo provato praticamente tutti i Lumia usciti nell'ultimo anno, e la differenza tra il processore base della linea Qualcomm e la variante 400 è evidente, pur non pregiudicando le prestazioni dei dispositivi che lo utilizzano. Resta il fatto che lo Snapdragon 400 si è rivelato decisamente a suo agio con Windows Phone, equipaggiando terminali dal costo decisamente superiore a quello delle varianti base, come il Lumia 735 e 830, e anche prodotti low cost come il Lumia 630, che ha però fatto il suo tempo, visto lo schermo poco definito. A portare nuova linfa al segmento medio-basso del line-up Microsoft ci ha pensato il Lumia 640, che grazie alla sua configurazione equilibrata è oggi la migliore alternativa ai modelli più costosi.

Design ed ergonomia

Oltre alle prestazioni, anche il fattore estetico ha subito qualche taglio di troppo negli ultimi modelli, che si assomigliano un po' tutti. Nel caso del Lumia 640 Microsoft si è impegnata maggiormente nel migliorare l'aspetto del terminale, che si presenta molto bene. Certo, le plastiche non fanno gridare al miracolo, ma l'effetto traslucido della backcover è piacevole, donando un pizzico personalità in più a questo dispositivo. Ovviamente, per sfruttare questo effetto, meglio puntare sui modelli color ciano e arancione, contro i classici bianco e nero.
Nella parte frontale, oltre al vetro Gorilla Glass 3, troviamo la capsula auricolare, il microfono e la fotocamera secondaria, sul lato destro sono invece collocati i tasti per la regolazione del volume e quello di accensione. Nel bordo inferiore è installata la presa micro USB per la ricarica, mentre in quello superiore, con una leggera bombatura in stile Note 4, è disponibile un jack da 3,5 pollici per cuffie e auricolari. Sulla backcover troviamo invece la fotocamera principale, il flash LED e l'altoparlante di sistema, che emette i suoni da una piccola apertura circolare. Una volta rimossa la copertura posteriore, facendo leva nella parte superiore del terminale, all'interno si possono osservare la batteria rimovibile e il vano per la Micro SIM, oltre all'alloggiamento per la micro SD.
Le dimensioni del terminale sono di 141,3 mm di altezza per 72,2 di lunghezza, con uno spessore di 8.8 mm e un peso di 145 gr. Anche se lo spessore non è certo il massimo, i bordi sagomati forniscono un buon grip e anche la cover in plastica trasparente non è scivolosa durante l'utilizzo. Per quanto riguarda la versione color ciano utilizzata durante la prova, segnaliamo che le ditate non restano particolarmente impresse, per cui la scocca rimane sempre in ordine.

Caratteristiche tecniche

Come anticipato, il SoC utilizzato su questo Lumia 640 è lo Snapdragon 400, cloccato a 1.2 Ghz. La RAM è di 1 Gb, come tutti gli ultimi modelli presentati, mentre la memoria interna è di 8 Gb, espandile tramite micro SD fino a 128. Compresi nel prezzo troviamo anche 30 Gb di spazio gratuito su One Drive, che non guastano mai. Rispetto ai modelli di fascia bassa, questa variante guadagna anche un display a da 5" IPS con risoluzione di 1280x720 pixel, con una definizione di 294 PPI. Non si tratta di un pannello a basso costo, vista la presenza della tecnologia ClearBlack, per una migliore resa dello schermo all'aperto, e la piena compatibilità con la schermata Glance. Per chi non la conoscesse, essa permette di visualizzare a schermo spento alcune informazioni, come l'ora e le notifiche.

Interessante anche il lavoro svolto sulle due fotocamere. Quella principale è da 8 megapixel con Flash LED e stabilizzatore ottico d'immagine, ed è compatibile con la modalità di cattura Rich Capture, disponibile solo su alcuni Lumia, che consente di variare l'esposizione delle immagini anche dopo aver scattato una foto. I video vengono registrati alla risoluzione massima di 1920x1080 a 30 fps. Quella anteriore invece arriva solo fino a 0,9 megapixel, con ottica grandangolare, ma con l'applicazione Lumia Selfie non è un problema fare qualche autoscatto con la fotocamera principale, grazie agli avvisi sonori.
Passando alle connessioni, oltre alla micro USB, pieno supporto è dato alla tecnologia LTE Cat.4 e al Wi-Fi b/g/n, oltre ovviamente al Bluetooth. Presente anche l'NFC, una tecnologia non sempre integrata in queste fasce di prezzo. Completa anche la dotazione per la navigazione, con A-GPS, A-Glonass e BeiDou, il sistema di posizionamento alternativo sviluppato dalla Cina. La batteria è da 2500 mAh e si comporta piuttosto bene con questo hardware.

Software

Vista la politica di aggiornamenti Microsoft, con update solitamente globali del parco hardware, anche se con tempi diversi, la versione installata su questo smartphone è praticamente identica alle altre in quanto a funzionalità. Quella installata in esclusiva (per ora) sul Lumia 640 però è la versione GDR 2 del sistema operativo Microsoft, che regala qualche funzionalità in più. C'è chi afferma che si tratti di una scelta legata alla prova di alcune caratteristiche che vedremo in Windows 10, e in effetti alcune cose coincidono. Come nel nuovo OS il menù delle impostazioni è stato finalmente razionalizzato. A differenza del primo però l'aspetto è rimasto identico a quello di Windows Phone 8.1, per cui abbiamo il solito, lunghissimo, menù, suddiviso però in macro-aree, come quella dedicata alle reti o quella per la personalizzazione dell'OS. Siamo ancora lontani dalla perfezione, ma è un piccolo passo avanti. Novità più succosa invece è il supporto per le periferiche esterne, come tastiere e mouse. Dai video disponibili sul web si nota come l'integrazione è già molto elevata: ad esempio, con una tastiera collegata, durante la digitazione di un messaggio di testo la tastiera virtuale non compare a schermo, semplificando l'interfaccia. Interessante la funzione "Autorizzazioni App", da cui gestire l'accesso che le varie app hanno al sistema e ai dati personali. Anche se è una cosa che potrebbe passare inosservata, si tratta di una novità gradita, vista l'invasività di certi software. Queste sono le peculiarità della versione GDR 2 di Windows Phone 8.1, per il resto rimane del tutto uguale alla GDR 1, con i suoi pregi e i suoi difetti.

Esperienza d'uso

Il sistema operativo gira davvero bene su questo smartphone. L'hardware è molto simile a quello del Lumia 830, un dispositivo dal costo molto più elevato, più curato nel design e nella fotocamera ma che rischia l'obsolescenza anticipata con l'arrivo del 640. Il rapporto qualità prezzo in effetti è nettamente in favore di quest'ultimo, visto che le prestazioni sono simili. Gli angoli di visuale del display non sono i più ampi che abbiamo visto ma si difendono comunque bene; ottima la resa del pannello, ovviamente in rapporto al prezzo. I colori sono ampiamente personalizzabili, per cui chi ama tonalità sature troverà il giusto settaggio, come anche chi desidera una palette più equilibrata. Nulla da ridire sulla resa sonora durante le chiamate, mentre stupisce il piccolo altoparlante posteriore, con un sound potente e nemmeno troppo distorto. Fluida la navigazione web, anche se alcuni siti non sembrano più digerire bene Internet Explorer, con tempi di caricamento a volte troppo lunghi. Per quanto riguarda la fotocamera, gli scatti sono discreti, anche se con poca luce vengono a galla tutti i limiti dell'hardware, che si difende comunque bene. Durante il gaming le prestazioni sono di buon livello, come del resto lo sono quelle dei terminali che utilizzano questo SoC con Windows Phone, sia con Asphalt 8 che con Sonic Dash. Terminiamo con la batteria, che si difende davvero bene, portando il telefono a fare anche un giorno e mezzo con un utilizzo medio, merito dell'hardware poco energivoro e del sistema operativo ben ottimizzato.

Microsoft Lumia 640 Il Lumia 640 è in vendita ad un prezzo ufficiale di 189€, mentre sul web è reperibile a circa 170€, anche se il prezzo potrebbe scendere ancora un pochino nei prossimi mesi. Nel pacchetto è compreso anche un anno di abbonamento ad Office Personal per un anno, che da solo costa 69€ (l'offerta è valida fino al 30 giugno). In definitiva, si tratta di uno smartphone realizzato tenendo ben presente il contenimento dei costi, senza però rinunciare troppo alle funzionalità. Il confronto con i modelli che lo precedono è abbastanza impietoso, vista la presenza dello Snapdragon 400 e di un display HD, che portano benefici evidenti nell'utilizzo quotidiano. Se cercate un terminale equilibrato, con una buona batteria, una fotocamera discreta e un display più definito delle varianti base, il Lumia 640 farà certamente al caso vostro.

8