Recensione Microsoft Screen Sharing HD-10

Il mirroring del display del proprio smartphone Windows phone non è mai stato così facile.

Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Gli schermi degli smartphone moderni sono sempre più grandi, complice anche il maggior numero di funzioni che possono svolgere, cresciuto nel corso del tempo. Ci sono però occasioni in cui anche i display più grandi non bastano. Pensiamo ad esempio alle presentazioni in Powerpoint, per cui sarebbe comodo poter inviare ad uno schermo più grande le slide, che possono così essere condivise con i partecipanti ad una riunione. La presenza del pacchetto Office sugli smartphone Lumia ha da sempre rappresentato un plus, anche se negli ultimi mesi Microsoft ha saggiamente deciso di espandere il servizio anche alla concorrenza. Rimanendo sugli smartphone di Redmond però, un accessorio a loro dedicato è da qualche settimana disponibile all’acquisto, sotto la sigla di HD-10. Si tratta adattatore che consente di fare il mirroring dello schermo del proprio telefono su qualunque dispositivo dotato di ingresso HDMI. Mirroring che può essere effettuato non solo da smartphone, ma anche dai tablet con Windows 8.1, purché dotati di tecnologia NFC. Anche se in molti penseranno di trasformare il proprio telefono in una console da gioco sfruttabile sul grande schermo televisivo, il target primario per questo dispositivo sono i professionisti, che possono trovarlo molto utile durante riunioni e meeting.

Streaming Miracast

La confezione di vendita di questo HD-10 è abbastanza minimale e contiene un libretto d’istruzioni, il ricevitore vero e proprio, un disco NFC e un alimentatore, niente cavo HDMI purtroppo. Il sistema funziona in modo molto semplice. Una volta collegato il ricevitore a uno schermo e all’alimentazione, siamo già praticamente pronti a partire. Il ricevitore principale può essere facilmente occultato: basta infatti attivare l’NFC sul telefono e appoggiarlo sul disco NFC in dotazione per associare i dispositivi, a questo punto sul grande schermo comparirà una copia esatta di quello che si sta visualizzando sullo smartphone. Tutto questo grazie alla tecnologia Miracast, che riesce a gestire lo streaming video fino a 1080p e l'audio posizionale 5.1.

Prova pratica

In linea teorica, il dispositivo dovrebbe essere in grado di trasmettere tutto quanto viene visualizzato sullo schermo senza problemi. In effetti, il risultato è esattamente quello atteso, anche se non in tutti i contesti la velocità di trasmissione si è rivelata all’altezza. Innanzitutto, per un uso “professionale”, quindi con slide, filmati e foto, non ci sono stati problemi, eccetto un minimo lag che intercorre tra il comando impartito allo smartphone e l’effettiva visualizzazione sullo schermo di destinazione. Niente di preoccupante comunque, si tratta davvero di una frazione di secondo. Discorso diverso se avete invece intenzione di utilizzarlo in ambito ludico, per godervi i titoli disponibili nella piattaforma Windows Phone su grande schermo. In questo caso, qualche problema legato alla velocità di trasmissione è venuto a galla. Finché si tratta di titoli piuttosto statici, come ad esempio Angry Byrds, non ci sono state difficoltà. Quando invece siamo passati ad Asphalt 8, che su hardware adeguati raggiunge un buon frame rate e un’ottima sensazione di velocità, sullo schermo sono comparsi numerosi artefatti, causati dalla compressione video, che non teneva il passo con l’alta velocità delle auto. Lo stesso problema si è ripresentato con altri giochi dotati delle stesse caratteristiche, mentre con i quelli più statici siamo riusciti a giocare senza problemi.
Bisogna anche dire che la qualità dello streaming sembra dipendere dal device utilizzato, per cui è meglio precisare che la prova è stata effettuata con un Lumia 1520. Il prezzo d’acquisto del dispositivo non è bassissimo, cosa che lascia intendere come il suo utilizzo sia legato maggiormente all’ambito professionale rispetto a quello ricreativo: servono infatti 79€ per poterne sfruttare le peculiarità, che in certi contesti saranno sicuramente apprezzate.

Microsoft Screen Sharing HD-10 Microsoft HD-10 è un dispositivo molto interessante, grazie anche al disco NFC, che consente di nascondere il ricevitore vero e proprio alla vista. Nell’utilizzo in ambito professionale abbiamo riscontrato ottimi risultati, grazie alla quale è possibile utilizzare il dispositivo durante meeting e riunioni in modo pratico, facile e veloce, senza la necessità portarsi dietro un PC dedicato. Osservando però le prestazioni con lo streaming dei giochi, se l’obbiettivo è quello di poter utilizzare i titoli disponibili nello store sul grande schermo, allora le cose cambiano, anche se facendo un rapido giro sul web si scopre che la velocità di trasmissione varia in base al dispositivo utilizzato. In definitiva, se cercate qualcosa che vi permetta di fare il mirroring del display del proprio terminale portatile Windows, soprattutto per un uso professionale, allora questo HD-10 farà sicuramente al caso vostro.