Moto Z2 Force, la recensione del nuovo top di gamma modulare di Motorola

Da Motorola arriva un device dalle elevate prestazioni, con doppia fotocamera ed espandibile con vari accessori: ecco il Moto Z2 Force.

recensione Moto Z2 Force, la recensione del nuovo top di gamma modulare di Motorola
Articolo a cura di

Motorola è ormai rimasta l'unica grande azienda concentrata sullo sviluppo degli smartphone modulari. La compagnia ha, infatti, rinnovato di recente la sua serie Moto Z con due interessanti device espandibili, lo Z2 Play che abbiamo provato qualche settimana fa e lo Z2 Force, oggetto oggi della nostra prova. Inoltre l'azienda continua ad espandere la gamma dei moduli MotoMods con nuovi accessori come la fotocamera a 360 gradi e il Moto GamePad che consente di trasformare uno smartphone della famiglia Moto Z in una vera e propria console portatile; accessorio che abbiamo avuto modo di testare insieme al nuovo Moto Z2 Force (e di cui leggerete una recensione dedicata a breve). Scopriamo, quindi, tutti i dettagli del nuovo top di gamma di Motorola iniziando dal suo design.

Moto Z2 Force, design elegante ma ormai datato

Il Moto Z2 Force si presenta con un design raffinato, con forme però ormai sorpassate. Il nuovo top di gamma di Motorola riprende vari elementi stilistici già visti su altri device dell'azienda, a partire dalle cornici in alto ed in basso dalle generose dimensioni con il sensore per le impronte sotto lo schermo (veloce e preciso), in grado di sostituire i pulsanti a schermo di Android. Sul retro troviamo il classico elemento circolare che ospita al suo interno due fotocamere e due flash con un simpatico design che ricorda quello di uno Smile. Elemento che sporge leggermente dalla scocca solo se non si utilizza una Moto Style Shell; cover disponibili in vari modelli e realizzate in diversi materiali, fantasie e tessuti che consentono di adattare lo smartphone al proprio stile personale. Una volta rimossa la Moto Style Shell è possibile ammirare l'ottima realizzazione della scocca in alluminio serie 7000 con il lato B dello smartphone che però trattiene molto le impronte e che ospita i contatti necessari al collegamento tra smartphone e moduli. Concludiamo l'analisi del design con il bilanciere del volume ed il pulsante di alimentazione zigrinato posizionati a destra ed il vano in grado di ospitare nano SIM e microSD alloggiato in alto. Nella parte inferiore troviamo la porta USB Type-C OTG, assente il jack delle cuffie. Motorola ha, però, fornito nella confezione un adattatore per USB Type-C che consente di collegare le cuffie in ear con jack da 3.5 mm (di discreta qualità) che accompagnano lo smartphone. Ricordiamo, infine, che la capsula auricolare svolge anche la funzione di altoparlante. Terminiamo con le dimensioni pari a 155,8 X 76 mm con uno spessore ridotto di soli 6,1 mm per un peso di 143 g. Nel nostro Paese il Moto Z2 Force sarà disponibile nella sola colorazione Super Black.

Caratteristiche tecniche: Snapdragon 835, Oled Quad HD, ma batteria da soli 2730 mAh

Moto Z2 Force può vantare prestazioni molto elevate grazie al potente processore Snapdragon 835 presente al suo interno. SoC octa core con frequenza fino a 2,35 GHz affiancato da ben 6 GB di RAM LPDDR4 e 64GB di storage (18,74 GB utilizzati al primo avvio) espandibile via microSD fino a 2 TB. Decisamente interessante anche lo schermo, un display Plastic-OLED Quad HD (2560x1440 pixel) da 5,5" garantito contro scheggiature o rottura (ShatterShield) e protetto da una pellicola protettiva già pre-applicata contro i graffi. Ottimo anche il comparto fotografico con due camere al posteriore da 12 MP con apertura f/2.0 e pixel da 1,25 um (assente l'OIS); sensori IMX 386, uno a colori e l'altro in bianco e nero, accompagnati da messa a fuoco automatica a rilevamento di fase (PDAF) e laser, con doppio flash LED. La fotocamera anteriore è, invece, una 5 MP con apertura ƒ/2,2, obiettivo grandangolare da 85° e doppio Flash dedicato. Completa anche la connettività con Gigabit LTE, Wi-Fi a/b/g/n/ac dual band, NFC, Bluetooth 5.0 (dopo l'aggiornamento ad Android O, previsto prossimamente) con codec aptX. La batteria è invece da 2730 mAh non removibile, ma con ricarica rapida Turbo Power da 15W. Terminiamo ricordando che questo smartphone non è dotato di certificazione IP, sebbene sia dotato di un nanorivestimento idrorepellente. Infine non dimentichiamo il prezzo, decisamente elevato, pari a 899,99 euro.

Software, Android 7.1.1 in versione stock

Il Moto Z2 Force monta, come da tradizione Motorola, Android in una variante praticamente stock. Scendendo nel dettaglio si tratta del sistema operativo di Google in versione 7.1.1 con patch di sicurezza di agosto, launcher in stile Pixel (privo di pulsante per l'app drawer) e scorciatoie attivabili con una pressione prolungata sull'icona delle app. Anche sullo Z2 Force troviamo l'utile app Moto che consente di gestire le Moto Action, gesture che permettono, ad esempio, di avviare la fotocamera ruotando rapidamente il polso due volte o di attivare la modalità ad una sola mano. Sempre in questa sezione è stata inserita la funzione che permette di sostituire i tasti a schermo con il sensore delle impronte; con una semplice pressione si accede alla Home, mentre con uno swipe da destra verso sinistra si torna indietro e con uno da sinistra verso destra si accede alla schermata delle applicazioni aperte. Non dimentichiamo l'utile Moto Display, per la visualizzazione e la gestione delle notifiche senza dover sbloccare lo smartphone; funzione che include ora anche il filtro per la luce blu. Citiamo infine Moto Voice, purtroppo non compatibile con la lingua italiana.

Esperienza d'uso

Grazie alle sue caratteristiche hardware ed ad Android in versione stock, Moto Z2 Force riesce a garantire ottime prestazioni generali con un sistema sempre reattivo nelle app e nei giochi. Performance decisamente elevate misurate anche dai benchmark; su AnTuTu questo smartphone totalizza ben 183.166 punti, mentre su Geekbench fa registrare 1.944 punti in single core e 6.764 in multi core. Per quanto riguarda la memoria interna abbiamo misurato una velocità di lettura di 586 MB/s e scrittura di 218 MB/s. Passando al display, si tratta di un OLED di buon livello con un ottimo contrasto e neri assoluti, angoli di visione ampi ma con una luminosità non elevatissima. Per quanto riguarda i colori nelle impostazioni è possibile scegliere tonalità più realistiche o un setting più vivace con tinte calde. Occupiamoci del comparto fotografico che consente di realizzare foto in bianco e nero e con effetto bokeh, modificabile anche dopo lo scatto. Non manca l'HDR automatico, la modalità professionale e quella panoramica. Uno swipe verso destra consente di accedere al menù delle Impostazioni con la possibilità di abilitare i video anche 4K a 30fps o 720p a 120 fps. Per quanto riguarda le prestazioni del comparto fotografico, il Moto Z2 Force riesce a realizzare ottimi scatti anche dalla camera anteriore e con una rapida messa a fuoco; segnaliamo solo qualche scatto con una saturazione un po' eccessiva; limitato il rumore di fondo in condizioni di ridotta illuminazione. Giudizio positivo anche per le macro, per i video (dai colori un po' caldi) e per le foto con effetto bokeh con il software di editing di Motorola che permette di sostituire rapidamente lo sfondo di un'immagine o di trasformare in bianco e nero una parte di uno scatto; funzionalità entrambe in via di sviluppo e ancora da perfezionare, ma comunque utili e dall'utilizzo immediato. Nessun problema per quanto riguarda la ricezione del segnale e la gestione della doppia SIM (in Italia verrà però distribuita solo la versione con singola scheda). Buone le performance della capsula auricolare quando utilizzata come speaker, con un audio dettagliato e abbastanza potente; discrete le performance in chiamata e del vivavoce. Concludiamo con la batteria (ricaricabile in circa un'ora e mezza) che consente di arrivare purtroppo solo all'ora di cena con un uso intenso dello smartphone e con 4 ore e mezzo circa di schermo acceso; accumulatore a cui può essere eventualmente affiancato un MotoMods con batteria integrata, per una maggiore autonomia.

Motorola Moto Z2 Force Da Motorola arriva un interessante top di gamma dalle prestazioni decisamente elevate. Il nuovo Moto Z2 Force può vantare inoltre un’ottima qualità costruttiva, un raffinato comparto fotografico e la compatibilità con gli accessori modulari MotoMods. Non dimentichiamo il display infrangibile, lo spessore ridotto e la personalizzazione tramite Moto Style Shell. Tra gli aspetti che meno ci hanno convinto, il design ormai sorpassato del frontale ed il sistema di controllo tramite il lettore di impronte poco intuitivo (sostituibile tramite i comandi a schermo). Ricordiamo, inoltre, le performance non eccezionali della batteria ed il prezzo di listino decisamente elevato.

8