MSI GT72VR 7RE Dominator Pro Recensione: laptop gaming con i7 7700HQ e GTX 1070

MSI aggiorna la sua linea notebook con le CPU Intel Kaby Lake, in un laptop senza troppi fronzoli ma dalle solide prestazioni.

recensione MSI GT72VR 7RE Dominator Pro Recensione: laptop gaming con i7 7700HQ e GTX 1070
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Con l'annuncio dei processori Kaby Lake si rinnova la corsa all'aggiornamento dei laptop gaming alle ultime tecnologie disponibili. Dopo l'arrivo delle GPU Pascal è arrivato il momento dei processori Intel di settima generazione, che hanno fato il loro debutto al CES di Las Vegas. MSI li ha integrati fin da subito nella propria lineup gaming, che abbiamo potuto provare con il laptop GT72VR 7RE Dominator Pro, una soluzione di fascia alta dedicata a chi cerca pochi compromessi con un notebook da gioco. La configurazione pensata da MSI infatti propone componenti performanti e di alta qualità, uniti al tipico design proposto dall'azienda di Taiwan, più sobrio rispetto ad altri concorrenti.

Design

Il notebook GT72VR 7RE Dominator Pro segue i dettami stilistici visti in molti altri prodotti targati MSI, che si differenziano rispetto ai dispositivi simili per un look che non tradisce l'animo gaming ma che non si lascia andare a facili esagerazioni. Le forme sono quelle di un laptop standard e gli unici elementi ad enfatizzare l'animo ludico del prodotto sono il logo del dragone illuminato sul coperchio, due piccoli led frontali, disattivabili, e le griglie degli speaker caratterizzate da una tinta rossa. Apprezziamo la scelta di MSI di non puntare su un design troppo spinto per i suoi notebook, preferendo un look più sobrio, senza però eliminare del tutto gli elementi che rimandano il GT72VR al mondo del gaming. Buoni i materiali, con la parte inferiore in policarbonato di eccellente qualità e il coperchio invece in metallo satinato, bello da vedere ma che tende a raccogliere fin troppe ditate. Le connessioni sono distribuite sui tre bordi laterali. In quello destro sono installate quattro USB 3.0, quattro jack audio da 3.5mm placcati oro e il lettore di schede 4 in 1. Su quello sinistro ci sono invece due USB 3.0 e masterizzatore DVD, mentre sul retro c'è una mini DisplayPort, uscita HDMI, una USB Type C 3.1, presa di rete e alimentazione. Osservando la base del notebook si nota la parte centrale traforata, per consentire una più corretta dissipazione del calore, soprattutto per quanto riguarda la GPU. Sollevato il coperchio, il primo elemento a spiccare è la tastiera firmata Steel Series, a membrana ma di eccellente qualità, dotata di retroilluminazione led e di alcune shortcut sul lato sinistro, che consentono di mandare al massimo il sistema di ventilazione, di accedere ad XSplit e di gestire i profili della tastiera.

A proposito del sistema di ventilazione Coole Boost 4, questo è basato su due venotole e sette heat-pipes, generando un volume d'aria davvero massiccio al massimo della potenza. In questo caso il rumore generato è molto, per cui meglio lasciare al sistema il controllo della velocità di rotazione. A differenza di altri modelli MSI provati nel corso del tempo abbiamo trovato un rumorosità in idle leggermente superiore, mentre sotto sforzo il sistema si mantiene entro eccellenti livelli di rumore. In rapporto alle prestazioni e all'hardware utilizzato, il peso è nella media, assestandosi sui 3.78 Kg, mentre le dimensioni sono di 428x294x48 millimetri di spessore. Misure che lasciano prevalere un utilizzo prettamente domestico del laptop, come nella maggior parte dei prodotti simili.

Caratteristiche tecniche

Il sample giunto in redazione mostra specifiche di alto livello, che rispecchiano l'animo gaming del prodotto. A muovere il GT72VR 7RE Dominator Pro è una CPU Intel i7 7700HQ Kaby Lake, la più potente CPU oggi disponibile su notebook, almeno tra quelle con moltiplicatore bloccato. Essa utilizza 4 Core e 8 Thread, con frequenze base e boost rispettivamente di 2.80 e 3.80 GHz. La GPU è un'affidabile GTX 1070 con 8 GB di RAM GDDR5, per prestazioni di classe desktop. Il display IPS ha una diagonale da 17.3" con risoluzione Full HD e refresh rate di 120 Hz, con tempi di risposta di 5 ms. Questo notebook permette anche di scegliere un canonico display Full HD e un più performante modello 4K. Come indicato anche nella recensione del GT73VR 6RE Titan, la configurazione del sample di prova è quella più equilibrata, che garantisce un ciclo di vita più lungo al prodotto, viste le ottime prestazioni della GTX 1070 con questa risoluzione. Queste permettono di sfruttare appieno i 120 Hz del pannello, restituendo un gaming sempre molto fluido e reattivo. Per quanto riguarda le memorie, a disposizione degli utenti ci sono tante configurazioni, che includono fino a 64 GB di RAM e dischi NVMe e tradizionali. La versione che abbiamo provato è equipaggiata con un RAID di dischi NVMe da 256 Gb totali, più un disco fisso da 1 TB per lo stoccaggio dei dati. La rete è gestita da un controller Killer Doubleshot Pro E2500, che si occupa sia della porta Gigabit LAN sia del Wi-Fi ac, ed è presente anche la connettività Bluetooth. Il sistema audio comprende due casse da 3W più un subwoofer ed è realizzato da Dynaudio, la cui resa è personalizzabile con i software messi a disposizione da MSI.

Suite software

Come in tutti i notebook della casa del dragone, perno dell'esperienza software è Windows 10 Home a 64 bit, su cui MSI ha inserito la propria suite software. MSI Dragon Center è una sorta di hub da cui gestire e personalizzare la propria gaming machine, che racchiude diverse funzionalità e scorciatoie per i software accessori installati sulla macchina. Dalle temperature alle frequenze operative è possibile tenere sotto controllo le prestazioni del sistema, opzione possibile anche da smartphone tramite l'app dedicata, oppure impostare la tastiera in base alle proprie preferenze, creando combinazioni di colori personalizzate oppure aumentando e diminuendo la luminosità. Dragon Center da anche un accesso diretto agli altri software di sistema, dalla gestione dello schermo con MSI True Color a quella dell'audio con Nahimic 2. Una schermata in particolare, chiamata "Sintonizzazione di sistema", riesce a racchiudere molte delle opzioni disponibili, dalle prestazioni attraverso la funzione Shift fino all'audio, passando per la velocità delle ventole e molto altro. In definitiva si tratta di software utili alla gestione del sistema e di tutte funzionalità messe a disposizione da MSI.

Esperienza d'uso

Prima di analizzare le prestazioni del notebook è giusto fare un piccola premessa sulla nuove CPU Kaby Lake. Quest'anno su notebook sono arrivate le GPU Pascal e Polaris (anche se di queste se ne sono viste poche), che sono riuscite a dare una spinta notevole in termini di prestazioni. Con l'arrivo delle CPU Intel di settima generazione anche su notebook speravamo in un aumento, per lo meno, nell'autonomia, ma così non è stato come vedremo. Se dunque avete un notebook con GPU Pascal e CPU Skylake non sentirete il bisogno di un upgrade ancora per un bel pezzo. Tornado al GT72VR 7RE Dominator Pro, le sue prestazioni sono eccellenti in ogni ambito di utilizzo, da quello più tradizionale al gaming. Windows 10 gira in modo impeccabile, e lo schermo a 120 Hz si fa sentire anche in ambiente desktop, offrendo un'interfaccia più fluida rispetto ai 60 Hz e una reattività superiore. Il merito va anche ai dischi NVMe in RAID, una configurazione che ben pochi PC desktop oggi possono vantare. Il campo di utilizzo prediletto per questo notebook rimane comunque il gaming, come abbiamo osservato nei benchmark svolti sulla macchina. Rise of the Tomb Raider gira a una media di 88 fps nel benchmark interno, con tutto al massimo e SMAA attivo. Call of Duty: Infinite Warfare, piuttosto leggero come titolo, arriva invece a ben 109 fps, pienamente sfruttabili grazie al display da 120 Hz. Anche The Witcher 3: Wild Hunt gira alla perfezione, con un media di 66 frame al secondo al massimo del dettaglio, compresi gli effetti GameWorks. Metro: Last Light Redux raggiunge i 91 fps medi con SSAA disattivato, mentre Batman Arkham Knight offre 81 frame al secondo nel banchmark interno. Numeri molto positivi, ma del resto la 1070 va a braccetto con lo schermo Full HD, una configurazione che dona longevità ed alte prestazioni durante il gioco.
Schermo e sezione audio hanno anche questi convinto a pieno. Il display IPS ha ampi angoli di visuale e la taratura del colore di fabbrica permette di avere un laptop già pronto all'utilizzo senza particolari accorgimenti, con la copertura pressoché totale dello spazio di colore sRGB.

L'audio invece non offre un volume massimo particolarmente elevato, ma la qualità degli speaker permette di alzarlo al massimo senza avvertire distorsioni di sorta. Grazie al software Nahimic 2 è anche possibile aggiungere i canali surround, simulati via software, utili durante il gioco ma da disattivare durante l'ascolto musicale. Nella media le temperature, che nelle situazioni più stressanti per CPU e GPU raggiungono rispettivamente i 63 e i 73 gradi. L'autonomia è come sempre il vero tallone d'Achille di questi dispositivi, assestandosi a poco più di tre ore con un utilizzo normale, mentre nella nostra sessione di gioco con The Witcher 3: Wild Hunt il GT72VR 7RE Dominator Pro si è fermato poco prima di raggiungere l'ora e mezza di autonomia.

MSI GT72VR 7RE Dominator Pro Il notebook MSI GT72VR 7RE Dominator Pro è disponibile da questo mese in Italia a un prezzo di 2199€. Con questa cifra, sicuramente importante, i futuri acquirenti potranno contare su un desktop replacement di qualità e con un hardware future proof, considerata la GTX 1070 e sopratutto lo schermo Full HD, che non richiede troppa potenza per essere gestito. A spiccare sono, oltre alle prestazioni in-game, anche quelle della sezione audio, che offre un suono dettagliato e cristallino anche al massimo volume. Come sempre quando si parla di notebook da gioco, è l'autonomia mettersi in evidenza in negativo, ma i limiti tecnologici attuali non permettono di più con queste configurazioni. Purtroppo la scelta tra durata della batteria e le performance è ancora obbligata, ma se cercate di più la seconda allora il GT72VR 7RE Dominator Pro non vi deluderà.

8.7