Recensione MSi Z87I Gaming AC

La taiwanese MSi in una soluzione mainboard compatta ma adatta ai gamer più esigenti.

recensione MSi Z87I Gaming AC
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di
Alessandro Sordelli inizia la sua avventura videoludica ereditando un leggendario Commodore 64 a cassette magnetiche, computer che gli apre le porte ai giochi di ruolo e tutto ciò che è fantascienza. Pur nutrendo da sempre un particolare amore per la piattaforma PC, non disdegna il panorama console. E' in giro su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Esattamente come in alcuni ambiti high-tech, anche su personal computer è in atto un processo di miniaturizzazione dell’hardware e dei componenti, all’insegna di un futuro sempre più funzionale, comodo e versatile, non solo per le soluzioni mobile ma anche per quelle desktop. Ma non sempre miniaturizzazione significa dover sacrificare qualcosa, così la taiwanese MSi scende in campo pronta a tutto pur di dimostrarlo, grazie una mainboard formato Mini-ITX pensata per le soluzioni gaming dei prossimi anni. Revisione del modello Z87I standard presentato la scorsa estate, la nuova Z87I Gaming AC presenta caratteristiche molto simili ma offre materiali e feature dedicati a chi fa del videogioco l’attività principale. Dopo averla montata in un case adeguato, ecco la nostra opinione.

CONTENUTO DEL PACKAGING E PRIME IMPRESSIONI

Per chi non lo sapesse, le schede Mini-ITX sono state immesse sul mercato la bellezza di 12 anni fa, sviluppate da VIA Technologies nel lontano 2001 per la produzione dei cosiddetti Small Form Factor PC (o SFF), tipicamente soluzioni d’ufficio, piccoli computer da salotto, ma anche Home Theater. L’idea di base prevedeva dei PC non solo contenuti nelle dimensioni ma anche nei consumi, equipaggiando CPU come Celeron o Atom (a volte addirittura integrati). Le dimensioni sono di 170x170mm, quindi leggermente superiori a quelle del formato “concorrente” Mini-ATX (che è invece di 150x150mm, quindi meno avvezzo a soluzioni prestanti come quella presentataci da MSi).

"La scheda si presenta molto bene, facendo un gran figurone grazie ad un design gradevole e ricercato."

Il contenuto della scatola è persino più stuzzicante rispetto a quello di tante schede concorrenti o di fascia superiore. Oltre alla piccola scheda, alloggiata nel vano estraibile in cartone, troviamo il pannello I/O posteriore con la medesima colorazione rossa e nera che distingue la mainboard e la serie Gaming di MSi, le antenne wireless, due cavi SATA 6GB/s con estremità angolare, due dischi DVD con driver e software, libretto d’istruzioni, quick installation guide e un paio di simpatici gadget, tra cui un adesivo per il case e un door hanger a tema gaming. La scheda si presenta molto bene, facendo un gran figurone grazie ad un design ricercato già visto su altre mainboard della Serie G di MSi, e una colorazione che indubbiamente contribuisce ad un aspetto più aggressivo, perfettamente adatto a chi è in cerca di qualcosa adatto anche al modding. Il socket è ovviamente un 1150 per CPU Intel di quarta generazione, affiancato dal nuovo chipset Z87 che, come da tradizione, da il nome alla scheda. Quest’ultimo è coperto da un piccolo dissipatore in rame, sagomato seguendo il disegno del drago, simbolo e mascotte della linea Gaming di MSi. I componenti sono garantiti dalla tecnologia Military Class 4 di MSi in grado di offrire elevata resistenza, lunga durata nel tempo e un’eccezionale resistenza alle alte temperature.

MY WEAPON OF CHOICE

L’installazione è molto semplice, favorita ovviamente dalle ridottissime dimensioni della scheda: a questo va però considerato case e componenti che vogliamo utilizzare per l’assemblaggio, che possono ovviamente favorire o sfavorire il procedimento a seconda delle dimensioni e forma degli stessi. La mainboard si aggancia al case con quattro viti, attraverso dei fori posti agli angoli della stessa. L’unico accorgimento che dobbiamo avere nel montaggio della scheda (e unica nota dolente di una Mini-ITX altrimenti perfetta) sono i sottilissimi cavetti che uniscono la minuscola scheda di rete wireless agli attacchi per le antenne posti sul pannello I/O posteriore: è facile rischiare di danneggiarli o romperli, quindi è bene essere accorti e cauti durante l’installazione, specialmente quando andiamo a posizionare il CPU cooler e quando agganciamo i vari connettori. Date le dimensioni contenutissime della scheda, troviamo solo due slot DIMM per memoria RAM, per una scheda che supporta comunque 32 GB DDR3 fino a 3000MHz (OC). Le porte SATA III 6Gb/s sono 5, alle quali si aggiunge l’immancabile eSATA.

"L’installazione è molto semplice, favorita dalle ridottissime dimensioni della scheda."

Lo slot PCI-Express 3.0 ci permette di collegare una scheda grafica dedicata, nonostante la tecnologia Intel Core Processor ci permetta di collegare l’output video direttamente alla mainboard attraverso un cavo DVI, HDMI o DisplayPort. Le nuove CPU di Intel vantano infatti l'integrazione con un core grafico indipendente che prende il nome di Iris, in grado di offrire prestazioni video superiori, elemento che però non interessa certo l’utenza gaming che si avvicinerà alla nuova Z87I di MSi. Nella parte posteriore troviamo anche 2 porte USB 2.0 e 6 con standard 3.0, alle quali si aggiungono le altre 4 eventuali del front panel.
La qualità audio è garantita da un chip Realtek ALC892 Audio Boost certificato Sound Blaster in grado di offrire un output ad alta definizione a 8 canali (7.1). Per quanto riguarda la connettività troviamo invece una scheda di rete wireless Intel AC 7260, hardware che garantisce 867Mbps a 5GHz con lo standard 802.11ac e tecnologia Wireless Display, in aggiunta ad una classica connessione eternet Killer E2200 Low Latency pensata appositamente per i gamer che non vogliono scendere a compromesso alcuno quando si parla di gioco online. La scheda è completamente customizzabile nei parametri tramite accesso a BIOS grazie all’interfaccia Click BIOS 4.0.
L’alimentazione non è per nulla differente da quella di una normale scheda ATX, con un connettore a 24-pin per la scheda e uno a 8 per la CPU. I consumi passano da 40 (idle) ai 110W circa (full load) con un processore Intel i7 4770K a 4GHz. L’impressione non è stata quella di trovarci al cospetto di un PC Mini-ITX, ma di una più tradizionale soluzione gaming desktop, in grado di offrire prestazioni eccezionali con qualunque tipo di software ludico.

MSi Z87I Gaming AC Con l’arrivo di Steam Machines e delle soluzioni gaming da salotto, il Mini-ITX è da considerarsi uno dei form factor più promettenti per quanto concerne le mainboard. Sebbene tipicamente pensato per micro-computer adatti ad un uso generico, la casa taiwanese riesce a trasformare i 289 centimetri quadrati di Z87I in un puro concentrato di tecnologia adatto al gaming più sfrenato. Generalmente parliamo di schede poco avvezze alle pratiche dell’overclocking, ma in questo caso MSi offre tutti gli strumenti del caso, tra cui il comodo OC Genie 4 in grado di rendere il procedimento semplice e veloce. La Z87I Gaming di MSi non si fa mancare proprio nulla e anzi, stuzzica l’appassionato di high-tech con una serie di feature e funzionalità che nessun’altra scheda di classe Mini-ITX riesce ad offrire (con l’unica eccezione dell’Asus Maximus VI Impact, che offre pure qualcosina in più, ad un prezzo però molto più elevato). Insomma, se state pensando di assemblare un PC multimediale e gaming da infilare sotto il televisore di casa, allora la Z87I Gaming AC di MSi potrebbe essere la scelta adatta alle vostre esigenze. Il prodotto non è ancora disponibile nei listini italiani, ma in Germania è venduta a un prezzo di 165 € circa, 25 € in più rispetto al modello classico. Doveroso infine precisare che la nuova mainboard è stata presentata in contemporanea ad una scheda video NVIDIA GeForce GTX 760 dalle dimensioni ridotte, perfettamente adatta al form factor Mini-ITX.