Recensione Nexus 7

In partnership con Asus e con un cuore targato NVIDIA, Google ci mostra un tablet da sette pollici, versatile e molto potente.

recensione Nexus 7
Articolo a cura di
Alessandro Sordelli inizia la sua avventura videoludica ereditando un leggendario Commodore 64 a cassette magnetiche, computer che gli apre le porte ai giochi di ruolo e tutto ciò che è fantascienza. Pur nutrendo da sempre un particolare amore per la piattaforma PC, non disdegna il panorama console. E' in giro su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Era il 2010 quando Google lanciò sul mercato, con la partnership di HTC Corporation, il primo Google Phone Nexus One. Non proprio economico nel prezzo ma sicuramente competitivo e decisamente più potente del rivale iPhone 3G, il colosso di Mountain View lanciò la sfida ad Apple e alle altre aziende produttrici di telefoni, con la promessa di rivoluzionare il mondo della comunicazione così come aveva conquistato il web con il popolare motore di ricerca. Vittima di un marketing non proprio vincente e di una scarsa disponibilità del prodotto, il primo telefono di Google non riuscì a sbaragliare la concorrenza. L'anno scorso ha tentato la stessa mossa con l'aiuto di Samsung realizzando il Galaxy Nexus, proposto ad un prezzo davvero imperdibile. Oggi Google si lancia nel mercao dei tablet con Nexus 7, prodotto con l'aiuto dell'azienda leader del settore Asus.

LE CARATTERISTICHE TECNICHE

Siamo di fronte ad un tablet davvero ridotto, con delle dimensioni di 198,5×120×10,5 mm. I materiali sono ottimi, come vuole la tradizione di Asus che da sempre ha avuto un occhio di riguardo per ciò che riguarda robustezza e qualità fisica. Nexus 7 ha una forma piuttosto classica e priva di segni particolari: la parte posteriore è realizzata in un materiale plastico con feedback gommoso, per un miglior grip quando si impugna il device, mentre sull'intero bordo compare una cornice in alluminio che circonda il tablet. Lo schermo è installato molto bene all'interno della cornice, denotando un ottimo assemblaggio e una costruzione che fa invidia a tutta la concorrenza.
Ci troviamo al cospetto di uno schermo con una diagonale da 7 pollici (180mm) WXGA a 1280x800 pixel, quindi di un pannello con una densità di 216ppi, dotato quindi di una definizione maggiore rispetto a quella del recentissimo iPad Mini. Purtroppo i neri non sono paragonabili a quelli di uno schermo AMOLED o di un SuperLCD, tuttavia le numerose prove multimediali e d'immagini hanno dato grandi risultati. L'impressione è che si potesse osare di più sul fronte dello schermo, non tanto in termini qualitativi ma per quanto riguarda le dimensioni, visto che ci troviamo tra le mani un terminale dotato di una cornice nera che sarebbe potuta certamente essere più sottile ed elegante. Il touchscreen è ottimo, rapidissimo e reattivo, ricoperto dall'immancabile e praticamente indistruttibile vetro Gorilla Glass di Corning Inc. Per quanto riguarda ingressi e uscite, abbiamo sul lato inferiore l'attacco micro-USB per l'alimentazione e per la comunicazione con il PC, la porta jack-mini da 3,5 mm per il collegamento di cuffie e auricolari, e sul lato sinistro l'attacco a 4 pin per la dock venduta separatamente. Sul retro troviamo anche due altoparlanti stereo belli potenti, in grado di farci godere appieno del sound di giochi e film. Sul fronte connettività c'è un antenna Wi-Fi con standard 802.11 b/g/n e interfaccia Bluetooth. Non possono mancare il sensore di gravità, sensore di luce ambientale, giroscopio, bussola elettronica, GPS, NFC e sensore magnetico.

"Grazie alla tecnologia NVIDIA, possiamo ottenere il massimo delle prestazioni a consumi ridotti."

All'interno del tablet batte un cuore potentissimo e instancabile marchiato NVIDIA, il recente Tegra 3 Quad-Core da 1.3GHz, in grado di far girare qualunque applicazione del Play Store con incredibili prestazioni. Grazie all'architettura 4-PLUS-1 brevettata dalla casa di Santa Clara, possiamo ottenere il massimo delle prestazioni e consumi ridotti. La batteria da 4325 mAh ha dato risultati sorprendenti, garantendo una durata eccezionale della carica anche con luminosità dello schermo a livelli del 50/60%. I dati rilasciati da Google sono 8 ore in riproduzione film o uso gaming, 10 ore in lettura e-book o in navigazione, 50 ore in riproduzione audio e 300 ore in standby. Con un uso variegato e mediamente intenso, tra uso gaming, navigazione, social network ed e-book reading, siamo riusciti comunque a tenere la carica per un paio di giorni, un risultato che pone Nexus 7 al vertice della scala in quanto a consumi ed economia energetica.
La memoria ram in dotazione è 1GB, quando probabilmente era meglio averne almeno 2, mentre lo spazio di archiviazione è di soli 16 GB senza possibilità di espansione tramite MicroSD.Manca sfortunatamente la fotocamera posteriore, anche se è presente quella frontale da 1,2 megapixel per uso videochat.

PROVA CON MANO

Diversamente dal computer, il tablet è un oggetto molto personale e soggettivo, che si adatta e si plasma alle esigenze di chi lo impugna. Il sistema operativo è Android 4.1.2 Jelly Bean, anche se a breve arriverà l'aggiornamento alla versione 4.2.
Viste le dimensioni ridotte, Nexus 7 di Asus si sposa perfettamente con l'e-book reading. Comodo da trasportare nei suoi 320 grammi di peso, sottile, e comodamente impugnabile con una sola mano, il piccolo tablet di Google è il diretto rivale del Kindle Fire di Amazon, perfetto per sfogliare le proprie riviste preferite in formato digitale e per tenere sempre con sé libri e romanzi. Ci troviamo di fronte al futuro dell'editoria: con un industria cartacea prossima al collasso, i tablet piccoli ed economici come il Nexus 7 sono il primo passo verso la completa digitalizzazione. Pensate anche agli studenti delle scuole medie e superiori, che non saranno più costretti a trasportare libri pesanti, ragionianando anche in termini ecologici e di consumo delle risorse ambientali.
Lo schermo da sette pollici con risoluzione 800p è ottimo per la navigazione - grazie anche ad un Google Chrome per Android davvero ben ottimizzato - o per l'utilizzo con Facebook e applicazioni per la lettura della posta elettronica, dimostrandosi un ottimo compromesso tra uno smartphone ed un tablet da dieci pollici.
Nella nostra lunga prova il terminale non si è bloccato una sola volta, dando sempre prova di grande performance e ottima stabilità. Nexus 7 non è solo un comodo device che sta comodamente nella tasca della giacca o nel palmo della mano, ma anche un tablet potente e performante, che offre un'esperienza senza pari, proprio grazie al supporto di una tecnologia, quella di NVIDIA, indirizzata all'utilizzo in ambito multimediale e gaming.

GAMING

Abbiamo testato Nexus 7 con i giochi più esigenti e tecnici presenti sullo store di Google. Mass Effect Infiltrator è uno dei migliori esempi di shooter in terza persona, ottimo nei controlli e dotato di un comparto tecnico che si avvicina molto a quello che sono in grado di offrire le home console oggi. Forte di un setting science fiction che ha fascino come pochi altri negli ultimi anni, il gioco di Electronic Arts ci regala un'esperienza davvero fluida, appagante e molto divertente. Un altro recente titolo di EA in grado di spremere al massimo delle capacità l'incredibile potenza del chip Tegra 3 è Need for Speed Most Wanted, il nuovo gioco di guida per piattaforma mobile che mira a spodestare la serie Asphalt di Gameloft. Il gioco è probabilmente quanto di più complesso si possa far girare sui terminali del mercato attuale, in grado di mettere in ginocchio anche i più potenti tablet in commercio. Su Nexus 7 notiamo qualche rallentamento nei momenti salienti, un leggero calo di prestazioni che tuttavia non sminuisce le capacità e la potenza del terminale di Asus, senza pregiudicare l'esperienza di gioco. Anche gli esigentissimi porting di Max Payne e Grand Theft Auto III girano fluidi e senza intoppi, sempre grazie ad una tecnologia GPU ottimizzata per le applicazioni videoludiche.
Dark Meadow è un'avventura grafica dai toni dark che fa sfoggio di texture in alta definizione e un design davvero superbo, ma anche l'edizione Extended Cut di Broken Sword fa il suo figurone, così come il coloratissimo e sempre stupendo Dragon's Lair. Sul luminoso schermo da 720p di Nexus 7 godiamo di un'immagine davvero eccellente, che ci permette di godere del titolo veramente appieno. Abbiamo una sfilza di giochi ottimizzati per la tecnologia Tegra 3: grazie ad un costante impegno da parte di NVIDIA, gli sviluppatori di videogame hanno possibilità di sfruttare un hardware espressamente pensato per il gaming, così come alcune delle più note tecnologie nel campo dello sviluppo, come il PhysX presente anche nei moderni titoli per PC e console.
Ma non è tutto, perché grazie a Tegrazone possiamo rimanere sempre aggiornati sulle novità videoludiche del mondo NVIDIA Tegra, quindi i giochi nuovi, i titoli in arrivo, curiosità dal mondo del gaming mobile, notizie, interviste, recensioni e tanto altro ancora. Il software scaricabile direttamente dal Play Store ci permette di gestire direttamente le installazioni dei giochi e di fare i nostri acquisti.

Google Nexus 7 Nexus 7 è il tablet perfetto per chi è in cerca di una soluzione ad alta portabilità, adatta ad ogni utilizzo ed esigenza, con una netta predisposizione all'uso gaming e all'e-book reading. Grazie a Tegra 3 con i giochi si comporta egregiamente, così come sui film e il multimediale in genere, anche se si poteva osare 1 GB di memoria in più per venire incontro ad un mercato sempre più esigente ed esoso in termini di richieste hardware. Se intendete utilizzare il tablet solo in casa come sostituto di un computer portatile, allora potreste preferire un terminale con un più ampio schermo da 10 pollici; ma se intendete portare con voi il device, allora non c'è soluzione più pratica e funzionale, seppur il modello attualmente sul mercato manchi di una connessione 3G. Le piccole mancanze del tablet sono perfettamente giustificate da un prezzo davvero imbattibile, specialmente se consideriamo le incredibili prestazione e una qualità componentistica senza pari per un terminale di fascia economica. Google si è fatta un'idea ben precisa per quanto riguarda l'universo mobile: il progresso e le nuove tecnologie devono essere accessibili e alla portata di tutti, e con il franchise Nexus ha iniziato a dimostrarlo ampiamente negli ultimi anni.

8.5